5 min read

Che cosa vuol dire “hodl”? Tra meme e strategia

Tutti lo usano e in molti ci credono. Ma da cosa deriva il termine “hodl”? Tra meme e ideologia, tutto ciò che c’è da sapere di un manifesto del mondo crypto

Che cosa vuol dire “hodl”? Tra meme e strategia

Un segno distintivo

Se anche solamente ci si fosse appena approcciati al mondo crypto, quantomeno sui social, è molto probabile che ci si sia anche imbattuti in qualche utente al suono di “hodl” tra i suoi commenti. 

Tra il meme e l’ideologia, o semplicemente un modo di approcciare l’ecosistema crypto, “hodl” è da anni un marchio ben riconoscibile tra social, forum, e testate di ogni tipo. Ma non tutti potrebbero effettivamente sapere che cosa dovrebbe significare, oppure da che cosa deriva. In ogni caso, può essere opportuno approfondire una questione che lega più o meno tutta la storia dell’industria crypto, come un filo rosso che ha seguito tutta la sua narrativa, più o meno dalla sua nascita. 

Cosa significa

Hodl” è un termine dello slang associato al mondo crypto, che semplicemente riprende il significato della parola da cui pure deriva, ovvero “hold”. Si riferisce, come è intuibile, alla dinamica che vede l’investitore mantenere le proprie risorse crypto per un periodo prolungato, anche (e soprattutto) durante un periodo di forte volatilità. 

È anche un motto di incoraggiamento, che stimola le persone a non vendere impulsivamente quando il valore di una criptovaluta scende o aumenta drasticamente, rendendola passibile di una vendita per proteggersi o per trarne profitto. 

Nasce effettivamente come un errore di scrittura, diventato immediatamente un meme, e ora una parola effettiva. Ed è anche un acronimo di “Hold on for Dear Life”, utilizzato nei vari spazi social e addirittura da influencer, magari includendolo come metodo di approccio a una strategia a lungo termine su un determinato asset. 

Difatti, “hold” è utilizzato anche in modo analitico, per descrivere in campo finanziario una strategia “buy-and-hold”, ovvero un metodo di investimento prevede l’acquisto di un’attività finanziaria e la sua detenzione per un periodo di tempo indefinito. Un setup che si correla direttamente alla predisposizione dell’investitore, insensibile ai movimenti di mercato a breve termine e che guarda più in là nel tempo. 

Le origini

Volendo fare della filologia, invece, sappiamo certamente che il termine “hodl” deriva da un post pubblicato nel 2013 sul forum Bitcointalk, nel contesto di un drastico calo del prezzo di Bitcoin in un giorno causato da una mossa del governo cinese. 

Un membro del forum, probabilmente ubriaco, ha intitolato il post “I am hodling” (sbagliando a scrivere), volendo descrivere la sua sfortuna nell’attività di trading e al contempo la sua strategia per mantenere i suoi asset per il futuro. 

Tempo neanche un’ora, e il post è diventato un meme, con il termine “hodling” divenuto un luogo comune nella community di appassionati crypto, e nel tempo si è espanso in tutta la rete dei social, adottato come simbolo dell’aggrapparsi alle proprie risorse, approccio sempre più diffuso tra i proprietari di un qualsiasi token.

Le applicazioni

Il termine ha trovato spazio nell’ecosistema crypto proprio grazie alla volatilità degli asset. La maggior parte delle criptovalute, Bitcoin ed Ethereum comprese (nonostante l’alta capitalizzazione), sono soggette a oscillazioni di mercato molto rilevanti, e il loro valore può variare in percentuali a tre cifre anche in brevissimo tempo. Sono poi soggette ai movimenti delle whale, ovvero per mano di chi detiene una quantità molto grande del relativo token, determinandone il prezzo. 

“Hodl” è quindi una corrente di pensiero (a tratti un’ideologia), vista come un modo pratico e semplice per combattere queste oscillazioni. Un proprietario di un asset che segue questa strategia non vende a prescindere dai movimenti del mercato, e finisce spesso per ignorare addirittura le variazioni del prezzo a breve termine, poiché predilige essenzialmente una visione a lungo termine sulle proprie risorse. 

La convinzione può derivare anche indirettamente, come per effetto del valore della tecnologia sottostante all’industria crypto e dei suoi casi d’uso. E in effetti è proprio la blockchain, insieme alle sue applicazioni nel mondo reale, a formare le fondamenta di tutto l’ecosistema, proiettandolo nel futuro proprio in base alle sue possibilità di sviluppo. Basti pensare solo a Bitcoin, visto da solo e da molto come futuro della transazione finanziaria in quanto tale. 

Una funzione storica

Ed è così che “l’hodling” diventa una prospettiva intrigante anche per chi di trading ci capisce di meno, soprattutto in una funzione comunitaria, che pone nell’unione di intenti il veicolo per trarre profitto tutti insieme da un determinato asset. 

In generale, perché gran parte degli utenti è d’accordo nel credere che il valore di una criptovaluta sia determinato in positivo dal acquisto e la mancata vendita del token, e più nello specifico perché è una strategia abbordabile anche per i neofiti, magari impauriti dalla volatilità di ciò che hanno improvvisamente tra le mani, ma sicuri di aver anche la possibilità di approcciarsi al mondo con un metodo semplice e che non include assunzioni di ulteriori rischi. 

Anche come palliativo per il FUD (fear, uncertainty, doubt), che può includere qualsiasi evento o circostanza negativa o imprevista, come le pressioni legislative sul settore, gli scam o qualsiasi altra dinamica sfavorevole al mercato. 

È curioso infine notare come “hodl” sia utilizzato quasi esclusivamente in contesti crypto. In modo talmente tanto vincolante che potrebbero esserci fraintendimenti nel caso venisse adottato in alti contesti (fossero anche di stampo finanziario). 


bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 16,411.03
ethereum
Ethereum (ETH) $ 1,211.89
tether
Tether (USDT) $ 0.999561
bnb
BNB (BNB) $ 300.01
usd-coin
USD Coin (USDC) $ 1.00
binance-usd
Binance USD (BUSD) $ 1.00
xrp
XRP (XRP) $ 0.393946
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.102408
cardano
Cardano (ADA) $ 0.309594
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.835270
polkadot
Polkadot (DOT) $ 5.28
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 1,193.71
litecoin
Litecoin (LTC) $ 75.92
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000009
dai
Dai (DAI) $ 1.00
okb
OKB (OKB) $ 20.42
tron
TRON (TRX) $ 0.053647
solana
Solana (SOL) $ 13.61
uniswap
Uniswap (UNI) $ 5.48
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 12.53
chainlink
Chainlink (LINK) $ 7.35
leo-token
LEO Token (LEO) $ 3.82
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 16,362.07
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 10.11
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 19.63
the-open-network
The Open Network (TON) $ 1.71
monero
Monero (XMR) $ 137.97
stellar
Stellar (XLM) $ 0.088789
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 111.06
algorand
Algorand (ALGO) $ 0.239307
quant-network
Quant (QNT) $ 112.69
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.064214
apecoin
ApeCoin (APE) $ 4.08
filecoin
Filecoin (FIL) $ 4.34
vechain
VeChain (VET) $ 0.018554
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 1.61
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.049331
flow
Flow (FLOW) $ 1.11
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 3.92
frax
Frax (FRAX) $ 0.998954
elrond-erd-2
MultiversX (Elrond) (EGLD) $ 42.29
eos
EOS (EOS) $ 0.913256
terra-luna
Terra Luna Classic (LUNC) $ 0.000160
theta-token
Theta Network (THETA) $ 0.930156
huobi-token
Huobi (HT) $ 7.06
chain-2
Chain (XCN) $ 0.042603
tezos
Tezos (XTZ) $ 0.986195
the-sandbox
The Sandbox (SAND) $ 0.565894
chiliz
Chiliz (CHZ) $ 0.163934
aave
Aave (AAVE) $ 61.46