10 min read

Bitpanda: il più grande exchange europeo

Di Davide Grammatica

Come funziona Bitpanda e quali vantaggi offre? Per rispondere abbiamo analizzato ogni funzione dell’exchange sempre più affermato in Europa e nel mondo

Bitpanda: il più grande exchange europeo

Bitpanda in breve

Bitpanda è un exchange europeo, sicuro e regolamentato dalla direttiva MiFID II, che appunto disciplina i mercati finanziari dell’Unione europea. È una realtà in forte crescita, in grado di crearsi uno spazio tra i competitor proprio a partire dal Vecchio continente. 

Fondata nel 2014 a Vienna, la società era inizialmente conosciuta come Coinimal, per poi essere rinominata in “Bitpanda” nel 2016, quando ampliò la sua suite di funzionalità.

Nel 2021 Bitpanda superò i 2,5 milioni di utenti, arrivando anche a contare più di 400 dipendenti, con un core team rappresentato dai fondatori Eric Demuth e Paul Klanschek, più il CTO Christian Trummer. 

Recensione Bitpanda: introduzione

Se vuoi dare un’occhiata a Bitpanda di persona e ti stai chiedendo “come iscriversi a Bitpanda?” registrati qui.

La piattaforma di trading offre la possibilità di muoversi sul mercato delle criptovalute, ma anche delle azioni e dei metalli, con una vasta gamma di prodotti adatta a trader di tutti i livelli di esperienza.

Inoltre, Bitpanda mette a disposizione strumenti particolari, che la fanno emergere rispetto alla concorrenza. Ad esempio i criptoindici, ovvero panieri di criptovalute diversificati e ribilanciati ogni mese. In questo modo si elimina tutto il peso operativo della gestione attiva e dell’ottimizzazione di portafoglio.

BEST, il token nativo della piattaforma, offre sulle operazioni diversi sconti, ulteriormente regolati in base a un tier VIP, determinata dalla quantità di BEST posseduti.

Quanto alle tariffe, sono relativamente basse e sicuramente competitive rispetto alla concorrenza. Esse però non sono particolarmente intuitive nella loro identificazione, che dipende direttamente dal tipo di asset. 

In più, oltre alla possibilità di sfruttare la versione base, l’exchange dispone anche di Bitpanda pro, dotata di una diversa interfaccia e differenti prezzi di commissione, ma con unico conto e stesse credenziali. In questo modo, gli utenti possono approcciarsi a trading di diversa difficoltà, ma dettata da loro e senza imposizioni strutturali. 

Vale quindi la pena dare un’occhiata più approfondita alla piattaforma, analizzando passo dopo passo come si struttura. 

"Bitpanda offre la possibilità di muoversi sul mercato delle criptovalute, ma anche delle azioni e dei metalli"

A cosa serve Bitpanda?

Bitpanda offre un’estrema varietà di asset, divisi tra criptovalute, azioni e metalli, rendendo quindi possibile un’ottima diversificazione del portafoglio su un’unica piattaforma. 

Il token nativo BEST è integrato all’exchange nella misura in cui determina le commissioni sulle varie operazioni. Inoltre, in base alla quantità di token posseduti, si può usufruire di diversi livelli di trattamento, su una scala denominata VIP. 

Le Bitpanda fees dipendono direttamente anche dalla versione dell’exchange che si vuole utilizzare.
La variante “base” consente di acquistare o vendere un determinato tipo di asset. Bitpanda Pro permette invece di effettuare tipi di ordini più avanzati, partendo da un classico ma non semplice (per l’utenza media) order book. 

Essendo orientata principalmente verso i paesi europei, Bitpanda supporta (oltre al dollaro) valute legali come euro (EUR), sterlina (GBP), franco svizzero (CHF) e lira turca (TRY). La piattaforma supporta i depositi tramite bonifico bancario (anche istantaneo), cosa non scontata se si guarda ai competitor; una comoda opzione se si vogliono evitare le commissioni della carta di credito. 

La varietà degli asset, come si accennava nell’introduzione, è il vero pezzo forte di Bitpanda, nonché caratteristica distintiva. Questo non solo perché l’alternanza tra crypto, azioni e metalli è già un ottimo punto di partenza per chi desidera diversificare il proprio portafoglio, ma perché offre effettivamente prodotti finanziari unici, soprattutto se si paragonano ai principali exchange in attività.

I criptoindici di Bitpanda

Addentriamoci e scopriamo Bitpanda come funziona.

Il prodotto di punta è il criptoindice, un pacchetto creato in tre varianti differenti con 5, 10 o 25 criptovalute tra le più rilevanti per dimensione di mercato e liquidità.

Poiché l’indice regola automaticamente la ponderazione del portafoglio nel tempo, esso rappresenta una strategia passiva di investimento in criptovalute. Grazie al partner VanEck, ogni mese i criptoindici vengono ribilanciati secondo una logica che segue il proposito di esporsi sulle varie crypto in base alla capitalizzazione di queste ultime.

La composizione degli indici varia in base all’andamento del mercato, con una gestione attiva del portafoglio. Essi sono collateralizzati, il che significa, dal punto di vista dell’utente, che sono esposti a un sottostante. In più, anche per gli indici è possibile creare dei piani d’accumulo, includendoli in programmi di acquisto periodico. 

Azioni e metalli su Bitpanda

Passando agli asset singoli, le azioni sono acquistabili a partire dal valore di un euro e sono quindi frazionate. Non serve un importo minimo, e non è necessario acquistare un’azione nella sua interezza, come invece succede quando si fanno operazioni di questo genere in banca. Anche questo prodotto, conseguentemente, è un derivato, il quale ha come sottostante le azioni stesse.

Nonostante le stock siano un derivato, Bitpanda paga regolarmente gli eventuali dividendi. Si tratta di un’aspetto interessante e non scontato quanto si ha a che fare con questi strumenti.

Oltre al mercato azionario, Bitpanda offre infine investimenti nei principali ETF, panieri di differenti azioni come indici della borsa mondiale, di paesi emergenti o sviluppati, ma soprattutto consente agli utenti di approcciarsi al mercato dei metalli.

Nello specifico, l’exchange consente di esporsi su oroplatinoargento e palladio, anche qui senza una barriera minima di ingresso, ma con una differenza sostanziale. In questo caso, l’investimento è di tipo spot, su metalli fisici detenuti da Bitpanda grazie a partner che si occupano della loro conservazione.

Bitpanda Commodities: comprare e vendere materie prime

L’ultima aggiunta di Bitpanda è la possibilità di acquistare e vendere materie prime direttamente dalla piattaforma.

In questo modo si è ampliata l’offerta di strumenti, perseguendo nella mission di diventare una piattaforma all in one da cui è possibile investire in qualsiasi asset.

Sono disponibili decine di materie prime, sulle quali si può investire a partire da solo 1€.

Il prodotto offerto è una share frazionata con sottostante il relativo ETC (Exchange Traded Commodity) erogato da WisdomTree.

Essendo uno strumento frazionato, è possibile investire una somma minima di 1€, senza per forza dover acquistare intere unità di ETC.

Tra le materie prime acquistabili si annoverano benzina, petrolio, gas naturale, cotone, mais, carbone e tante altre. Una varietà di strumenti simile permette la costruzione di un portafoglio ben diversificato.

Se vuoi approfondire, puoi vedere tutti i dettagli e le materie prime disponibili qui: Bitpanda Commodities.

Bitpanda Commodities: comprare e vendere materie prime

Come funziona Bitpanda?

Tanto per cominciare, per poter utilizzare la piattaforma è necessaria la creazione di un account con le classiche credenziali di accesso e KYC. Una volta verificato l’account, la dashboard consentirà di effettuare un deposito, che sia in crypto o valuta fiat. 

Come depositare su Bitpanda?

L’exchange richiede un primo deposito di verifica, dopodiché sarà consentito depositare un importo compreso tra i 25 e i 2.500 euro tramite bonifico bancario (SEPA) o altri metodi di pagamento online. I depositi con carta di credito sono limitati a 2.500 euro in un unico periodo di 24 ore, mentre i bonifici bancari arrivano fino a 500mila euro.

Le commissioni Bitpanda riguardano, come si può intuire, qualsiasi tipo di operazione sulla piattaforma. Con un valore che può variare a seconda di molti fattori, come per esempio il tipo di interfaccia utilizzato, se “base” o “pro”.

È in questo sistema che si inserisce il Bitpanda Ecosystem Token (BEST), la criptovaluta tramite la quale gli utenti possono ottenere uno sconto del 20% sulle commissioni di trading e di deposito. Oppure detenere il diritto di volto nelle decisioni strategiche del progetto, a partire da 5mila BEST. 

Esiste inoltre anche un programma di fidelizzazione, che consiste di ricevere delle ricompense a seconda del livello VIP. Esse sono divise tra rimborsi settimanali, bonus in operazioni di trading e profitti derivati dallo staking di un asset.

Bitpanda exchange

L’exchange nella sua versione base consente di scambiare asset al prezzo di mercato, come pure nella versione Pro, ma con la possibilità di programmare ordini taker o maker. Lecommissioni dipendono dal livello VIP acquisito, a sua volta legato al proprio volume di trading mensile e dal numero di token BEST di cui si è in possesso. 

A ogni modo, la scelta non deve essere fatta preventivamente e i fondi possono essere spostati istantaneamente in qualsiasi momento da una versione dell’exchange all’altra, tramite la funzione di “deposito Bitpanda”. Bitpanda non richiede infatti l’apertura di account diversi e non ci sono ostacoli alla navigazione tra le due versioni. Se si è un principiante o si preferisce la semplicità e facilità d’uso, la versione base è la scelta migliore. D’altra parte, Bitpanda Pro offre molte più opzioni. 

Come guadagnare con Bitpanda?

Ci sono vari modi per guadagnare con Bitpanda: dal pianificare un investimento a lungo termine costruendo un portafoglio ben diversificato alla messa a rendita tramite staking, passando dagli eventuali dividendi.

Per guadagnare occorrono esperienza e strategia, cose che non si possono per ovvi motivi spiegare in due righe.
A tutti coloro che desiderino intraprendere questo percorso, consigliamo di approfondire la tematica partendo dal nostro articolo dedicato proprio alla costruzione del portafoglio.

Passiamo ora allo staking, ovvero la possibilità di mettere a rendita le proprie crypto Proof-of-Stake.
Su Bitpanda questo è possibile e molto semplificato rispetto allo staking nativo.
Il vantaggio principale è di poter depositare e prelevare in qualsiasi momento, mentre a volte lo staking prevede un periodo di sblocco di 21 giorni.
Le ricompense vengono distribuite settimanalmente e sono immediatamente prelevabili.
Puoi scoprire tutto sullo staking qui: Bitpanda staking.

Infine, è possibile ottenere dividendi sulle azioni. Se si acquistano e detengono azioni che danno diritto a un dividendo, esso ci sarà erogato su Bitpanda senza dover fare nulla.

Come guadagnare con Bitpanda?

Come ritirare i soldi da Bitpanda?

Prelevare denaro è facilissimo.

Se si tratta di valuta fiat, basta seguire questi passaggi e selezionare il metodo di pagamento preferito. L’importo minimo di prelievo è pari a 25 €.

Nel caso in cui volessimo optare per le criptovalute, seguiamo la guida dedicata e in pochi minuti avremo completato l’opera. Facilissimo!

Quanto cosa Bitpanda?

Il tema delle fee su Bitpanda potrebbe essere particolarmente ostico. Come si è visto, le variabili che le determinano sono molte, a partire dal livello VIP che si è raggiunto tramite il token BEST, passando dalla variante dell’exchange che si è deciso di utilizzare (base o pro), fino al tipo di asset su cui deve essere applicato il calcolo della commissione. 

Potremmo cominciare col dire che mantenere un account Bitpanda è gratuito al 100%. Tuttavia, esistono dei sovrapprezzi per l’acquisto e la vendita di ogni asset. Per Bitcoin, ad esempio (e generalmente anche per le altre criptovalute), questo consiste nell’1,49%. Questi, relativamente all’acquisto e alla vendita di criptovalute e delle risorse digitali, sono già inclusi nei prezzi offerti. 

Tutto ciò cambia se invece si utilizza Bitpanda Pro. In questo caso le commissioni non sono intese come sovrapprezzi, ma come fee in quanto tali. Le commissioni maker massime su Bitpanda Pro sono dello 0,1%, mentre le commissioni taker massime sono dello 0,15%.

Bitpanda commissioni

Per le azioni e gli ETF non ci sono spese di deposito fisse, né commissioni o sovrapprezzi per transazioni notturne o spese minime. Tuttavia, lo spread, ovvero la differenza tra i prezzi Bid ( o prezzi di vendita), e quelli Ask (o prezzi di acquisto) è regolato in base al proprio importo di trading, alla situazione attuale del mercato e agli aggiustamenti di prezzo.

Per quanto riguarda i metalli, la faccenda è specifica per ogni tipo di asset.
Per l’acquisto di oro, il sovrapprezzo è pari allo 0,5% dell’importo acquistato, mentre per la vendita dell’1% dell’importo venduto. Non si applicano commissioni di assicurazione e deposito agli utenti al momento dell’acquisto dei primi 20 grammi d’oro, mentre per le partecipazioni superiori a questa quantità si paga una commissione standard dello 0,0125% a settimana della quantità totale posseduta.

Per l’argento il sovrapprezzo è del 2,5% per l’acquisto e del 2% per la vendita, con i primi 200g esenti dalle commissioni assicurative e da quelle di deposito.

Allo stesso modo funziona per il platino, che però è esente da commissioni di assicurazione e deposito solo per i primi 20g. Si paga un sovrapprezzo del 2,5% per l’acquisto e del 2% per la vendita. Non si applicano commissioni di assicurazione e deposito agli utenti al momento dell’acquisto dei primi 20g di platino. Per tutte le partecipazioni superiori a questo importo, si pagherà lo 0,025% a settimana dell’importo totale di platino detenuto.

Quanto al palladio, si paga un sovrapprezzo del 2,2% per l’acquisto e dell’1,8% per la vendita, senza commissioni di assicurazione e deposito per i primi 20g.

Nota bene: le cifre appena indicate potrebbero variare nel tempo: informarsi direttamente alla fonte per avere certezze sui costi.

Quanto è affidabile Bitpanda?

Alla luce di quanto successo con FTX, in tanti si chiedono quali siano gli exchange ora sicuri.
Bitpanda, avendo sede principale in Europa, è soggetto a regolamentazioni molto stringenti. Inoltre, esso si comporta come un Trust nei confronti delle criptovalute dei suoi utenti.

Ciò significa che, anche in caso di bancarotta o fallimento della piattaforma stessa, le coin rimangono di proprietà dell’utente, che non è un semplice creditore, come spesso accade.
L’utente è il beneficiario effettivo, e Bitpanda è il trustee dei fondi. Questo è regolamentato dalle leggi sui Trust austriache.

Tutto questo è ben spiegato in questo approfondimento nel blog di Bitpanda.

Opinioni Bitpanda finali

Bitpanda è un exchange completo e con strumenti unici. Le commissioni sono competitive su ogni fronte, mentre per quanto riguarda i criptoindici questi offrono una soluzione unica per chi tenesse alla differenziazione del proprio portafoglio senza fatica.

Ovviamente con delle commissioni associate, giustificate da un prodotto fa risparmiare tempo e permette un bilanciamento del portafoglio difficilmente realizzabile con un prodotto elaborato da sé.

Inoltre, la possibilità di concentrare asset così diversi tramite un singolo broker non è un’opportunità di poco conto.

Per avere ulteriori Bitpanda recensioni, puoi guardare il video che segue. 

Se sei curioso di scoprirne di più, puoi registrarti gratuitamente qui: REGISTRATI.


X

Vuoi essere sempre sul pezzo?

Iscriviti alla newsletter per ricevere approfondimenti esclusivi e analisi ogni settimana.

Se ti iscrivi c’è un regalo per te!

bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 69,144.53
ethereum
Ethereum (ETH) $ 3,737.15
tether
Tether (USDT) $ 1.00
bnb
BNB (BNB) $ 602.17
solana
Solana (SOL) $ 168.10
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 3,735.85
usd-coin
USDC (USDC) $ 1.00
xrp
XRP (XRP) $ 0.536048
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.166349
the-open-network
Toncoin (TON) $ 6.39
cardano
Cardano (ADA) $ 0.460639
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 38.09
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000025
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 69,178.53
chainlink
Chainlink (LINK) $ 17.01
polkadot
Polkadot (DOT) $ 7.29
tron
TRON (TRX) $ 0.113613
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 493.49
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 8.07
uniswap
Uniswap (UNI) $ 10.94
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.725433
pepe
Pepe (PEPE) $ 0.000015
litecoin
Litecoin (LTC) $ 84.71
fetch-ai
Fetch.ai (FET) $ 2.31
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 12.31
leo-token
LEO Token (LEO) $ 5.98
dai
Dai (DAI) $ 0.999958
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 31.59
wrapped-eeth
Wrapped eETH (WEETH) $ 3,877.94
render-token
Render (RNDR) $ 10.16
aptos
Aptos (APT) $ 9.04
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.108311
immutable-x
Immutable (IMX) $ 2.50
renzo-restaked-eth
Renzo Restaked ETH (EZETH) $ 3,663.16
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 8.47
mantle
Mantle (MNT) $ 1.01
filecoin
Filecoin (FIL) $ 5.87
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.121416
stellar
Stellar (XLM) $ 0.110947
kaspa
Kaspa (KAS) $ 0.133887
arbitrum
Arbitrum (ARB) $ 1.19
first-digital-usd
First Digital USD (FDUSD) $ 0.999268
the-graph
The Graph (GRT) $ 0.323268
dogwifcoin
dogwifhat (WIF) $ 2.99
bittensor
Bittensor (TAO) $ 432.05
okb
OKB (OKB) $ 48.72
blockstack
Stacks (STX) $ 1.98
ethena-usde
Ethena USDe (USDE) $ 1.00
optimism
Optimism (OP) $ 2.54
arweave
Arweave (AR) $ 40.28