6 min read

Pattern a cuneo: a caccia delle inversioni (e non)

Tra i fondamentali del trading operativo, ci sono sicuramente i pattern a cuneo. Uno strumento predittivo, cautelativo, e che si ripresenta fortemente nel campo crypto

Pattern a cuneo: a caccia delle inversioni (e non)

Tra i protagonisti del trading

L’analisi dei grafici è un’aspetto fondamentale nel campo del trading di criptovalute. Come del resto lo è sempre stata per il trading forex. Uno strumento per gli analisti per capire le situazioni di mercato e banalmente per intuire quando acquistare o vendere un determinato asset. 

Vien da sé che esistono diversi modelli per identificare le relative posizioni, a partire dalle linee di supporto e resistenza. Poi ci sono modelli al lungo termine, come i pattern a cuneo ascendente e discendente, che offrono un vantaggio competitivo e possono aiutare ad aumentare i profitti delle proprie operazioni. Ovviamente, se usati correttamente. 

Il modello a cuneo

Questo tipo di modello, definito “a cuneo”, si riferisce a un trend acquisito dal mercato, che si ripercuote visivamente su un grafico. E si può applicare a qualsiasi tipo di asset, come (appunto) criptovalute, obbligazioni o azioni. Distinguendosi come modello per una fascia di prezzo in diminuzione a seconda di una tendenza al rialzo o al ribasso, ovvero in cuneo ascendente o cuneo discendente. 

La formazione a cuneo è infatti descritta come modello che si forma nella parte superiore o inferiore di un trend. E le operazioni derivate dal modello dipendono direttamente dal limite creato da due rette convergenti, che si formano in un arco di tempo tendenzialmente dalle 3 alle 4 settimane. 

Da un altro punto di vista, ma che non va in contrasto con le specifiche del modello, la formazione può essere intesa come preavviso di un’inversione di tendenza, ed è formata da una linea di supporto e una di resistenza, che nel tempo si dirigono a definire un intervallo di prezzo sempre più ristretto, fino a quando una delle due non viene colpita e si assiste a un cambio del trend. 

Queste inversioni, nello specifico, possono risultare anche particolarmente pesanti, e ciò è dettato dalla mentalità generalmente fiduciosa degli investitori, che a seconda del trend prevedono che questo possa persistere indeterminatamente. L’approccio più semplice per integrare un modello a cuneo, in questo senso, è notare il restringimento dell’intervallo di prezzo proprio a partire da una linea di tendenza. Tenendo poi a mente che una modello a cuneo, sia esso ascendente o discendente, è comunque una componente minore nell’analisi di un determinato trend, che può essere influenzato da ben altri fattori.

L’applicazione nel campo crypto

Le criptovalute sono oggetto particolare del trading, almeno in quanto popolarità. Ed è curioso notare come in questo contesto la formazione di modelli a cuneo si formi con particolare insistenza. 

C’è chi riesce a sfruttare lo stesso movimento dell’asset per trarre vantaggi dalla formazione stessa del cuneo, nel suo itinere, ma la soluzione migliore resta l’attendere una sua formazione completa, e effettuare ordini solo al verificarsi di un guasto nel modello. Ovvero al verificarsi di un breakout tra le linee convergenti. 

Ad ogni modo, identificare questi modelli significa tentare di cogliere l’opportunità di ottenere maggiori profitti. Vale forse anche per qualsiasi altro modello, ma quando i trader finiscono per avere ragione sull’identificazione di un modello a cuneo, generalmente, guadagnano molto, ed è per questo che hanno acquistato una notevole popolarità.

Modello a cuneo ascendente

Ci sono in genere due tipi di modelli a cuneo. Uno di questi è uno schema a cuneo ascendente e l’altro è a cuneo discendente. Il primo si sviluppa generalmente con un prezzo di un asset che cresce nel tempo, pur potendosi verificare durante una tendenza al ribasso. Il secondo quando, nel tempo, il prezzo di un titolo diminuisce, e non di rado si presenta proprio quando il trend sta raggiungendo il minimo. 

In un pattern a cuneo ascendente, il grafico ripropone un andamento del mercato dove i massimi e i minimi risultano sempre più ristretti tra loro, e tale restringimento suggerisce l’indebolirsi si un trend rialzista, indicando un’imminente inversione. Ed è quindi, conseguentemente, un modello ribassista, poiché al diminuire dell’intervallo di prezzo deriva la perdita di forza dell’aggiustamento del prezzo. 

Entrambe le linee del modello si dirigono nella stessa direzione, e l’angolo diverso porta a una convergenza. Generalmente, successivamente al verificarsi della convergenza, i prezzi diminuiscono, ma questa dinamica si ripresenta particolarmente in un mercato ribassista, in cui un cuneo ascendente è più accurato. Questo perché, ad ogni onda di rialzo, i volumi di scambio tendono a diminuire, mostrando una domanda che cala anche in proporzione al prezzo. 

Le linee guida di inizio e fine del cuneo sono relativamente semplici, e poiché ha una configurazione particolarmente distinta, è diventato un modello particolarmente utilizzato, come si accennava. Questo può poi apparire in qualsiasi intervallo di tempo, e svilupparsi rapidamente, comunemente su dei treni prolungati. Paradossalmente, può anche fungere da indicatore cautelativo, nel caso si volesse optare su un “take profit” dopo un trend particolarmente avanzato, o se questo fosse troppo veloce. 

In un trend rialzista, il pattern presenta il prezzo raggiungere dei massimi e minimi progressivamente maggiori. Per questo motivo, non si esclude un suo utilizzo anche per entrare nel mercato con operazioni a breve termine. 

Modello a cuneo discendente

Il pattern grafico a cuneo discendente, diversamente dalla sua controparte, si forma in una condizione di mercato che produce minimi e massimi entrambi inferiori nel tempo. Anche in questo caso, può essere chiamato modello di inversione nel caso in cui si presenta in un trend al ribasso, poiché la riduzione dell’intervallo del prezzo suggerisce la perdita graduale della forza del trend.

Al contrario, quando viene osservato durante una ripresa, è interpretabile come pattern rialzista, poiché il range del prezzo si restringe con il progredire della correzione. Con le linee del cuneo in caduta, si riconosce a partire dalla discesa più rapida della linea superiore, rispetto a quella inferiore. Anche in questo caso, lo scenario può indicare generalmente una diminuzione del volume di scambio, fino a che il punto di rottura non cambia le attività di trading. 

L’interpretazione in base al trend

A seconda del trend può quindi cambiare l’interpretazione del modello. Nel caso in cui un cuneo discendente fosse combinato con uno ascendente, può indicare uno spostamento nella direzione del trend. In generale, è comunque interpretato come un’inversione, anche se non si possono escludere i casi in cui potrebbe accompagnare la tendenza relativa. 

In un trend rialzista, il cuneo discendente suggerisce comunque la continuazione di un trend rialzista, mentre in un trend al ribasso questo può suggerire un’inversione al rialzo. Può quindi essere utile per assumere delle posizioni “long”, ma anche semplicemente per entrare nel mercato. 

Il triangolo simmetrico

Il pattern a triangolo simmetrico descrive uno scenario in cui le due linee del trend si intersecano a partire da un angolo di pendenza uguale e simmetrica, e indica un periodo di consolidamento prima di un “pump” dei prezzi. 

O almeno questo è ciò che si verifica generalmente. Prima di procedere con le interpretazioni è quindi necessario ricordare dei punti fondamentali. Perché questo triangolo sia rialzista il mercato deve comunque avere una tendenza al rialzo, con i prezzi che sforano la linea superiore, e dall’altra parte, in fase discendente, il prezzi devono superare la linea inferiore. Può quindi essere un modello rialzista tanto quanto ribassista. Di conseguenza, non sempre vendono inseriti nella stessa famiglia dei modelli a cuneo, visto che ciò che suggeriscono dipende sempre dal trend del mercato, e non esclusivamente dalla loro costituzione. 

Conclusioni

Questi tipi di modelli grafici possono tranquillamente essere annoverati tra i fondamentali del trading, con la particolarità di favorire un continuo miglioramento delle capacità del trader a seconda dei casi in cui si presentano. Proprio il fatto di essere dei pattern che si ripresentano continuamente mentre si analizzano i grafici del mercato, infatti, rappresenta un valore aggiunto allo studio del loro funzionamento. E questo anche in virtù del fatto di essere utili e accurati quando si deve identificare una possibile inversione del prezzo, condizione di vantaggio assoluto durante il trading.


bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 16,476.09
ethereum
Ethereum (ETH) $ 1,214.09
tether
Tether (USDT) $ 1.00
bnb
BNB (BNB) $ 302.80
usd-coin
USD Coin (USDC) $ 1.00
binance-usd
Binance USD (BUSD) $ 1.00
xrp
XRP (XRP) $ 0.394420
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.103326
cardano
Cardano (ADA) $ 0.311106
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.837168
polkadot
Polkadot (DOT) $ 5.29
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 1,195.05
litecoin
Litecoin (LTC) $ 76.98
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000009
dai
Dai (DAI) $ 0.999942
okb
OKB (OKB) $ 20.48
tron
TRON (TRX) $ 0.053652
solana
Solana (SOL) $ 13.56
uniswap
Uniswap (UNI) $ 5.47
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 12.57
chainlink
Chainlink (LINK) $ 7.37
leo-token
LEO Token (LEO) $ 3.83
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 16,421.58
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 10.15
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 19.66
the-open-network
The Open Network (TON) $ 1.71
monero
Monero (XMR) $ 138.32
stellar
Stellar (XLM) $ 0.089097
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 111.26
algorand
Algorand (ALGO) $ 0.240224
quant-network
Quant (QNT) $ 113.11
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.064018
apecoin
ApeCoin (APE) $ 4.15
filecoin
Filecoin (FIL) $ 4.34
vechain
VeChain (VET) $ 0.018566
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 1.61
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.049282
flow
Flow (FLOW) $ 1.12
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 3.93
frax
Frax (FRAX) $ 0.999362
elrond-erd-2
MultiversX (Elrond) (EGLD) $ 42.42
eos
EOS (EOS) $ 0.916377
terra-luna
Terra Luna Classic (LUNC) $ 0.000161
huobi-token
Huobi (HT) $ 7.16
theta-token
Theta Network (THETA) $ 0.932623
chain-2
Chain (XCN) $ 0.042283
tezos
Tezos (XTZ) $ 0.987843
aave
Aave (AAVE) $ 61.78
the-sandbox
The Sandbox (SAND) $ 0.565448
chiliz
Chiliz (CHZ) $ 0.164664