2 min read 29 04 2022

Goldman Sachs: primo prestito con Bitcoin collaterale

Goldman Sachs ha prestato denaro a un mutuatario al quale è stato permesso di utilizzare Bitcoin come collaterale. È la prima volta per una banca tradizionale

Goldman Sachs: primo prestito con Bitcoin collaterale

L’operazione

Goldman Sachs ha attuato la sua prima operazione di rifinanziamento supportata da Bitcoin. È la prima in assoluto per il suo genere, ed è un passo significativo e ulteriore nel cammino verso l’adozione delle criptovalute, a maggior ragione se si tratta di una grande banca di Wall Street.

Più nello specifico, con “lending facility” si intende un meccanismo utilizzato fornire assistenza finanziaria a banche e altri istituti finanziari, i quali devono però essere accreditati dalla Federal Reserve degli Stati Uniti.

In questo caso, sono stati prestati dei contanti garantiti da Bitcoin di proprietà del mutuatario. Operazione unica nel suo genere, non solo per come è in quanto tale, ma per la struttura e la sua gestione del rischio 24 ore su 24. 

Tiffany Galvin, portavoce di Goldman Sachs, ha infatti affermato come la banca abbia prestato denaro a un mutuatario, considerando Bitcoin come garanzia.

Prospettive

L’evento segna l’ennesima operazione da parte di una banca di Wall Street di aprirsi al mondo del mercato crypto. E per la banca, che ha scambiato le sue prime opzioni Bitcoin over-the-counter a marzo, il passaggio segnala l’ingresso in una nuova linea di business, che è attualmente il dominio di aziende più specializzate in criptovalute.

Solo lo scorso 1° aprile, la banca aveva annunciato di voler fornire soluzioni finanziarie legate a BTC alla clientela con patrimonio superiore alla media, mentre Mary Rich, a capo delle risorse digitali globali della banca, ha dichiarato recentemente come Goldman Sachs sia disponibile a offrire possibilità di investimento nell’area delle risorse digitali entro la fine del trimestre. 

L’idea era già emersa lo scorso 2021, e Goldman Sachs aveva enfatizzato la visione e l’interesse nell’usare Bitcoin come garanzia per i prestiti istituzionali. La banca ha quindi pianificato di lavorare con agenti di terze parti, per assistere i mutuatari nella vendita dei titoli.

bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 20,189.00
ethereum
Ethereum (ETH) $ 1,144.45
tether
Tether (USDT) $ 0.997936
usd-coin
USD Coin (USDC) $ 0.999712
bnb
BNB (BNB) $ 238.10
binance-usd
Binance USD (BUSD) $ 1.00
xrp
XRP (XRP) $ 0.322858
cardano
Cardano (ADA) $ 0.457634
solana
Solana (SOL) $ 36.22
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.067706
polkadot
Polkadot (DOT) $ 6.94
dai
Dai (DAI) $ 1.00
tron
TRON (TRX) $ 0.067484
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000010
leo-token
LEO Token (LEO) $ 5.83
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 20,189.00
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 18.36
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 1,108.96
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.523402
litecoin
Litecoin (LTC) $ 50.08
ftx-token
FTX (FTT) $ 25.65
okb
OKB (OKB) $ 12.49
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.117367
chainlink
Chainlink (LINK) $ 6.27
stellar
Stellar (XLM) $ 0.109346
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 8.92
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 3.46
uniswap
Uniswap (UNI) $ 5.42
monero
Monero (XMR) $ 125.56
algorand
Algorand (ALGO) $ 0.310745
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 15.04
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 105.58
theta-fuel
Theta Fuel (TFUEL) $ 0.050538
chain-2
Chain (XCN) $ 0.084014
vechain
VeChain (VET) $ 0.023333
flow
Flow (FLOW) $ 1.59
the-sandbox
The Sandbox (SAND) $ 1.26
apecoin
ApeCoin (APE) $ 4.97
frax
Frax (FRAX) $ 0.998964
decentraland
Decentraland (MANA) $ 0.900360
tezos
Tezos (XTZ) $ 1.52
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 5.54
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.061643
filecoin
Filecoin (FIL) $ 5.52
elrond-erd-2
Elrond (EGLD) $ 54.80
true-usd
TrueUSD (TUSD) $ 1.00
theta-token
Theta Network (THETA) $ 1.22
axie-infinity
Axie Infinity (AXS) $ 14.62
bitcoin-sv
Bitcoin SV (BSV) $ 53.95
eos
EOS (EOS) $ 0.985754