2 min read 09 12 2022

Il rilascio degli “staked Ether” è fissato per marzo 2023

Gli sviluppatori di Ethereum hanno fissato a marzo 2023 l’appuntamento per aprire i prelievi allo stake di ETH, ed è già in programma l’hard fork "Shanghai"

Il rilascio degli “staked Ether” è fissato per marzo 2023

Continua lo sviluppo di Ethereum

Gli sviluppatori di Ethereum hanno fissato per marzo 2023 il termine per il prossimo hard fork della rete, chiamato “Shanghai”. E l’aggiornamento includerà anche il codice noto come EIP 4895, che consentirà i prelievi degli ETH in stake dalla Beacon Chain.

Nello stesso tempo, gli sviluppatori hanno anche concordato i termini dell’implementazione dell’EOF (EVM Object Format), ovvero una raccolta di EIP (EIP 3540, EIP 3670, EIP 4200, EIP 4570, EIP 5450) che, essenzialmente, aggiorneranno la Ethereum Virtual Machine, a sua volta l”ambiente” in cui Ethereum è in grado di eseguire i suoi smart contract.

L’EOF, troppo complicato per essere implementato entro la “All Core Developers”, prevista per il 5 gennaio, è quindi stato rimandato per il prossimo autunno, in corrispondenza di un secondo hard fork, questa volta in riferimento al proto-danksharding, noto anche come EIP 4844.

Questo ha l’obbiettivo di rendere Ethereum più scalabile attraverso lo sharding, un metodo che permetterebbe di suddividere la rete in “frammenti” in funzione di un abbassamento delle gas fee.

In questo senso, gli aggiornamenti potranno al contempo concedere abbastanza tempo ai del per affrontare i problemi, e alleviare lo stress a coloro che hanno ancora i loro token bloccati sullo smart contract di Ethereum.

Le prossime tappe

Una volta definito tutto ciò che sarà incluso nell’aggiornamento Shanghai, gli sviluppatori si impegneranno quindi in una lunga fase di test. Giusto il mese scorso, per esempio, i dev hanno lanciato la testnet Shandong, volta a risolvere eventuali bug relativi ad alcuni degli EIP da includere in Shanghai. E un secondo sarà lanciato tra il 15 e il 16 dicembre.

Infine, per rendere Shanghai il più agevole possibile, gli sviluppatori avvieranno delle shadow fork della mainnet tra la metà e la fine di gennaio.

X

Vuoi essere sempre sul pezzo?

Iscriviti alla newsletter. Niente spam, promesso!

Accetto le privacy policy, per info leggi qui

Inoltre se ti iscrivi c'è un regalo per te: un report sui trend da seguire del 2023!

bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 23,796.38
ethereum
Ethereum (ETH) $ 1,669.02
tether
Tether (USDT) $ 1.00
bnb
BNB (BNB) $ 328.44
usd-coin
USD Coin (USDC) $ 1.00
xrp
XRP (XRP) $ 0.413890
binance-usd
Binance USD (BUSD) $ 1.00
cardano
Cardano (ADA) $ 0.403042
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.092506
matic-network
Polygon (MATIC) $ 1.22
okb
OKB (OKB) $ 40.45
solana
Solana (SOL) $ 24.87
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 1,664.77
polkadot
Polkadot (DOT) $ 6.66
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000012
litecoin
Litecoin (LTC) $ 99.47
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 21.83
tron
TRON (TRX) $ 0.064460
uniswap
Uniswap (UNI) $ 7.21
dai
Dai (DAI) $ 1.00
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 14.47
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 23,765.37
chainlink
Chainlink (LINK) $ 7.26
the-open-network
Toncoin (TON) $ 2.37
monero
Monero (XMR) $ 175.45
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 22.64
leo-token
LEO Token (LEO) $ 3.37
aptos
Aptos (APT) $ 17.59
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 138.70
stellar
Stellar (XLM) $ 0.093062
apecoin
ApeCoin (APE) $ 6.01
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 2.49
quant-network
Quant (QNT) $ 145.90
filecoin
Filecoin (FIL) $ 5.60
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.081336
lido-dao
Lido DAO (LDO) $ 2.35
algorand
Algorand (ALGO) $ 0.260669
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.068219
vechain
VeChain (VET) $ 0.024447
fantom
Fantom (FTM) $ 0.621778
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 5.89
decentraland
Decentraland (MANA) $ 0.796712
axie-infinity
Axie Infinity (AXS) $ 11.47
aave
Aave (AAVE) $ 90.55
the-sandbox
The Sandbox (SAND) $ 0.760322
eos
EOS (EOS) $ 1.09
flow
Flow (FLOW) $ 1.14
elrond-erd-2
MultiversX (EGLD) $ 45.57
theta-token
Theta Network (THETA) $ 1.09
tezos
Tezos (XTZ) $ 1.11