FTX Tutorial: l'exchange più completo che esista

FTX è l'exchange più completo che esista. Per questo, abbiamo preparato un tutorial dalla A alla Z dell'Exchange FTX: ecco tutto quello che devi sapere!

FTX Tutorial: l'exchange più completo che esista

FTX in breve

FTX è l’exchange più completo che esista: permette di operare sul mercato Spot (compravendita diretta) e sui derivati (futures e perpetual) di oltre 100 criptovalute. Consente inoltre di mettere a rendita le proprie crypto con lending e tanto altro.
Il tutto con commissioni minime, addirittura nulle per quanto riguarda i prelievi di crypto ed Euro tramite bonifico bancario.
Oggi ti mostro tutto quello che devi sapere per usare al meglio questa piattaforma.

Introduzione a FTX

FTX è un exchange di criptovalute e derivati sulle crypto. L’azienda ha sede alle Bahamas, ed il fondatore è Sam Bankman-Fried, una delle persone più note nel panorama delle criptovalute, nonché l’under 30 più ricco al mondo (traguardo che ha ottenuto proprio grazie ad FTX).
La piattaforma è molto orientata alla compliance: collabora con i vari regolatori mondiali ed è registrata e licenziata dalla Bahamas Securities Commission.

Per gli Stati Uniti, Mercato regolamentato dalla SEC e con le sue regole, è stato aperto FTX US, con funzionamento simile ma alcune limitazioni sui prodotti vietati in USA, come le Security.

Su FTX si può depositare e prelevare sia Euro che criptovalute, ed è necessaria la verifica d’identità con documento tramite KYC.

Una volta creato l’account ed eseguito il primo deposito, è immediatamente possibile accedere alle varie funzionalità dell’exchange, ovvero:

  • Spot Exchange (possibilità di comprare e vendere crypto, anche con margin trading con leva fino a 20x).
  • Derivati (futures a scadenza, perpetual e prodotti sulla volatilità, anche in questo caso con leva massima 20x).
  • Stock Tokens (azioni frazionate tokenizzate, per investire anche nel mercato azionario a partire da pochi euro).
  • Lending (per mettere a rendita le proprie crypto prestandole all’exchange).
  • NFT (per creare, comprare e vendere Non Fungible Token).

Sono tante cose, ma non preoccupatevi, le vediamo una ad una tra poco!

"La piattaforma è molto orientata alla compliance: collabora con i vari regolatori mondiali ed è registrata e licenziata dalla Bahamas Securities Commission."

Introduzione a FTX

Commissioni e Fees di FTX

Le commissioni di FTX, come vedete dalla tabella sopra, sono molto competitive.
Esse arrivano fino allo 0.02% per i maker order (ovvero gli ordini limit) ed allo 0.07% per i taker order (ordini market). E vi dirò di più!
Le fees si possono abbassare di parecchio!

Registrandosi con il nostro link si ottiene per sempre uno sconto del 5% sulle fees di FTX, oltre a un bonus di 5$ da spendere nelle commissioni dei propri primi scambi.

Un ulteriore sconto, invece, è ottenibile detenendo e mettendo in staking FTT, la crypto di FTX.

Gli sconti progressivi sono mostrati su questa tabella:

Inoltre, se si ha in staking almeno 25 FTT le maker fees si azzerano.
Questo vuol dire: limit order gratuiti per sempre.

Queste commissioni, tra l’altro, si applicano sia al mercato Spot che a quello dei Futures.
Considerando che su Binance, il più conveniente come commissioni spot, esse sono dello 0.1%, direi che non sono male!

FTX ha anche una funzione convert, per convertire direttamente una crypto o FIAT in un’altra, senza dover fare un trade.
Essa appare a commissioni zero, ma ha un piccolo spread (penalità sul prezzo), che impatta più o meno quanto le commissioni di trading.

Commissioni di deposito e prelievo

Il deposito e prelievo di Crypto su FTX è gratuito, ad eccezione di Ethereum ed ERC-20, dove c’è una fee di prelievo.
Se si hanno in staking almeno 25 FTT, tuttavia, si ha a disposizione 1 prelievo di token ERC-20 gratuito al giorno.
Considerando che nella media un prelievo di BTC da exchange costa circa 20$, averli gratuiti è un ottimo vantaggio, in particolare per chi vuole detenere i fondi su un proprio wallet.

Riguardo i depositi e prelievi di Euro, se vengono eseguiti tramite bonifico SEPA, sono anch’essi gratuiti (si, anche i prelievi!)
Se invece si deposita con carta, c’è una fee del 2% circa, pertanto lo sconsiglio a meno di non avere necessità di fare acquisti imminenti.

Come comprare e vendere Crypto su FTX

Quando si parla di comprare e vendere crypto, che sia in EUR o che sia in stablecoin, si sta parlando del mercato SPOT.

Per compiere queste operazioni, si può direttamente utilizzare il menu di ricerca inserendo la coin d’interesse e selezionando il mercato sul quale la vogliamo scambiare, oppure si può cliccare “spot” e scegliere dall’elenco la coppia di scambio.

Il risultato sarà lo stesso: verremo catapultati nella schermata del trading, dove sarà possibile piazzare un ordine d’acquisto.

Per acquistare al prezzo attuale, detto anche “market price” o “prezzo di mercato”, dovrò piazzare un market order.
Se invece voglio acquistare ad un prezzo inferiore (esempio: Bitcoin ora vale 55.000$ ma io voglio acquistare a 40.000$), dovrò mettere un limit order.
Vedremo le modalità di ordine avanzato più tardi. Per ora limitiamoci a quello a mercato, che fa al caso nostro se vogliamo acquistare subito.

Nella quantità in BTC dovrò inserire quanti BTC voglio acquistare, a destra mi mostrerà il controvalore in USD (o EUR, se ho scelto la coppia BTC/EUR).
Una volta deciso, clicco sul pulsante “buy“.
NB: Raccomandatevi che il trigger “margin” sia spento, altrimenti rischiate di aprire posizioni in leva!

Derivati Crypto su FTX: i Futures

FTX è uno dei pochi exchange rimasti ad offrire anche il servizio di trading sui derivati Crypto.
Con il termine “derivati” si intende strumenti finalizzati alla speculazione o alla copertura (hedging) di altre posizioni, sia su Bitcoin che su altre monete.

I derivati principalmente utilizzati nel Crypto trading sono i perpetual ed i Futures. Vediamo in breve cosa sono esattamente e come si usano.

Cosa sono i futures?

I futures sono contratti derivati a scadenza, che di fatto “scommettono” sul prezzo di Bitcoin in una certa data.
Ogni future ha una scadenza annessa, visibile chiaramente nel ticker di scambio. La data è scritta con notazione anglosassone (MM-DD). Ecco un esempio:

 

Alla data di scadenza, il future matura al prezzo del sottostante SPOT. Per ogni contratto che avrò acquistato, in altre parole, riceverò 1 BTC.

Se siete attenti, avrete notato come il prezzo dei futures tende a divergere dal prezzo dello SPOT con l’allontanarsi della data di scadenza.
Questo perché il future contiene una componente temporale: se il sentiment è bullish, si penserà che a scadenza il prezzo di BTC sarà maggiore.
Questo fenomeno si chiama contango.

Questa componente temporale si ridurrà con l’avvicinarsi della scadenza, in quanto le possibilità di movimenti di prezzo importanti si riducono col tempo, e ciò viene prezzato nello strumento.

Tale componente temporale è alla base dell’operatività cash and carry, una copertura che prevede la detenzione dello SPOT e la vendita di futures a scadenza di un pari controvalore.
Così facendo, detenendo i futures fino a scadenza, si incassa lo spread tra essi e lo SPOT.

Per acquistare o vendere un future l’interfaccia è la medesima dello SPOT, basta selezionare con attenzione lo strumento corretto.

E’ possibile anche shortare (vendere allo scoperto) un future, anche non possedendo il sottostante SPOT.
Per farlo, basta cliccare su “vendi” anziché “compra”.
Attenzione alla leva: non aprite mai posizioni esageratamente grandi rispetto al collaterale depositato, pena un alto rischio liquidazione!

Derivati Crypto su FTX: i Perpetual

I perpetual sono una versione dei futures senza scadenza.
Per ottenere questo risultato, viene applicata la cosiddetta funding fee ogni ora. Essa viene pagata dai LONG agli SHORT se negativa e viceversa se positiva, e serve come incentivo ad ancorare il prezzo del perp a quello dello spot.

Mi spiego meglio: immaginatevi che Bitcoin valga 60.000$ e il perpetual sia scambiato a 60.200.
Lo scopo del perp è mimare il prezzo del sottostante alla perfezione, quindi andrebbe abbassato un po’.
Per ottenere questo scopo, si applicherà una funding fee dai LONG agli SHORT, incentivando così in quel periodo l’apertura di nuovi SHORT e disincentivando l’apertura di LONG.
In questo modo, il prezzo tenderà ad abbassarsi.

Quindi un perpetual (come suggerisce il nome) non scade mai, ma bisogna fare attenzione alla funding fee, spesso imprevedibile.
Se non la teniamo d’occhio e lasciamo aperta una posizione a lungo, potrebbe erodere il nostro capitale.

Il perp, infatti, nasce come strumento ideale per la speculazione di breve o il trading ad alta frequenza, dato che è un derivato estremamente liquido.

Valgono le stesse considerazioni fatte per i futures riguardo leve e liquidazione!

Stock Token su FTX: le azioni tokenizzate

FTX mette a disposizione anche il trading sulle azioni, tramite lo strumento Stock Token.
Quest’ultimo è un token che rappresenta una frazione di un’azione, grazie al quale non è necessario acquistare un’azione intera ma anche pochi euro della stessa.

Il servizio è reso disponibile attraverso un fondo tedesco, che detiene le azioni sottostanti ed eroga i token, permettendo ad FTX di venderli.

Le differenze principali rispetto al trading dell’azione sottostante diretto sono due:
– Non si hanno i diritti legati all’azione (di voto, di assemblea ecc.)
– Si può scambiare anche una minima quantità

Riguardo i dividendi, se ne ha diritto anche detenendo le stock token.

FTX, oltre alla compravendita diretta delle stock token, ne mette a disposizione anche future a scadenza.

Rendita passiva su FTX: il Lending

Per mettere a rendita i depositi detenuti sull’exchange, c’è un metodo semplice ed immediato: il lending.
Tramite questa funzione, si presta i propri fondi a chi fa margin trading (che ci paga quindi una commissione per il debito), con la garanzia di riaverli con gli interessi.

Si accede a questa funzione direttamente dal wallet, come mostrato nell’immagine sottostante:

Sulla destra viene mostrato il tasso d’interesse atteso annuo in questo momento. NB: esso è soggetto a variazione, in base a domanda e offerta.
Cliccando sul menu “Margin Lending” in alto, si può accedere allo storico dei tassi d’interesse per ogni coin, che cambiano ogni ora, per farsi un’idea.

Domanda e offerta, e quindi interessi, sono determinati dal mercato attuale: se siamo in bull market, molti vorranno aprire LONG in leva, quindi prendere in prestito stablecoin per farlo.
Di conseguenza, l’interesse sulle stable aumenterà.

Cliccando sul tasto LEND, ci viene richiesto di inserire un tasso minimo, sotto il quale non prestiamo.
Questo non vuol dire che se c’è un tasso maggiore non lo riceveremo: questo è soltanto il minimo.

Per riottenere i propri fondi, invece, interrompendo il prestito, basta farlo dalla schermata Margin Lending. Si riavranno i fondi istantaneamente o, al massimo, nel giro di un’ora.

Conclusioni e opinione su FTX

Ormai uso FTX da più di un anno, e non posso lamentarmi di nulla: l’exchange non ha mai sofferto crash nè downtimes, neanche durante le fasi concitate di mercato come i pump o i flash crash.

Aggiungendo a questo le commissioni super convenienti, soprattutto sui prelievi e sui trade spot, e tutti i servizi offerti, non ho dubbi ad affermare che al momento è il mio exchange preferito.

Se vi interessa provarlo, usufruendo del 5% di sconto sulle fees per sempre, potete utilizzare il mio referral link: ve ne sono grato.

Buon trading a tutti!


bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 29,187.00
ethereum
Ethereum (ETH) $ 1,980.75
tether
Tether (USDT) $ 1.00
bnb
BNB (BNB) $ 322.15
usd-coin
USD Coin (USDC) $ 1.00
xrp
XRP (XRP) $ 0.408188
binance-usd
Binance USD (BUSD) $ 1.00
cardano
Cardano (ADA) $ 0.514163
solana
Solana (SOL) $ 49.34
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.084100
polkadot
Polkadot (DOT) $ 9.94
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 1,943.65
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 29,170.00
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 29.21
tron
TRON (TRX) $ 0.076257
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000012
dai
Dai (DAI) $ 1.00
litecoin
Litecoin (LTC) $ 69.54
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.185982
leo-token
LEO Token (LEO) $ 4.94
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.643049
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 5.86
ftx-token
FTX Token (FTT) $ 29.78
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 191.75
monero
Monero (XMR) $ 187.57
okb
OKB (OKB) $ 12.66
chainlink
Chainlink (LINK) $ 7.04
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 11.18
stellar
Stellar (XLM) $ 0.128425
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 22.15
flow
Flow (FLOW) $ 2.76
algorand
Algorand (ALGO) $ 0.415836
uniswap
Uniswap (UNI) $ 5.66
apecoin
ApeCoin (APE) $ 7.78
vechain
VeChain (VET) $ 0.031461
elrond-erd-2
Elrond (EGLD) $ 90.88
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.098738
theta-fuel
Theta Fuel (TFUEL) $ 0.066216
magic-internet-money
Magic Internet Money (MIM) $ 0.998687
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 7.76
filecoin
Filecoin (FIL) $ 8.32
tezos
Tezos (XTZ) $ 1.91
axie-infinity
Axie Infinity (AXS) $ 20.93
chain-2
Chain (XCN) $ 0.097163
kucoin-shares
KuCoin Token (KCS) $ 16.57
compound-ether
cETH (CETH) $ 39.77
the-sandbox
The Sandbox (SAND) $ 1.29
decentraland
Decentraland (MANA) $ 1.03
frax
Frax (FRAX) $ 1.00
aave
Aave (AAVE) $ 99.30