3 min read 24 Nov 2022

Ethereum: via ai test di prelievo su una nuova devnet

Di Gabriele Brambilla

Lanciata una nuova devnet Ethereum dedicata ai test sulla funzionalità di prelievo dei fondi messi in stake

Ethereum: via ai test di prelievo su una nuova devnet

Nuova devnet in attesa di Shanghai

Sviluppatori di Ethereum all’opera: è stata appena rilasciata una devnet dedicata al test della funzione di prelievo sui fondi in stake.

Come noto, la famosa blockchain si è da poco convertita all’algoritmo di consenso Proof-of-Stake. Al momento però non è ancora stato implementato un meccanismo che consenta di rimuovere i fondi depositati in staking.

La nuova devnet è uno strumento fondamentale per testare l’introduzione di questa funzionalità, attesa per il 2023 con l’aggiornamento nominato Shanghai.

In più, i test saranno in grado di identificare eventuali bug, così da poterli correggere prima dell’update sulla mainnet.

Al di fuori di questo, tutte le altre novità previste in Shanghai saranno messe alla prova altrove: infatti, la nuova devnet è focalizzata solo sull’unstake dei fondi depositati.

Le attuali criticità di Ethereum

Nelle blockchain Proof-of-Stake, l’utente può diventare singolo validatore o delegare i propri fondi a realtà più strutturate. Solitamente, quest’ultima soluzione è la più gettonata: ci si assicura una certa rendita, evitando però di rispettare requisiti minimi e sostenere eventuali spese ingenti.

Attualmente però è impossibile rimuovere i fondi delegati in precedenza, proprio perché non esiste una funzionalità dedicata.

Questo fattore porta preoccupazioni legate al pericolo di centralizzazione del network. Infatti, al momento pochi validatori detengono la maggioranza degli Ether messi in stake. Dal momento in cui deleghiamo la nostra parte, il validatore prescelto guadagna potere e può quindi condizionare l’intero ecosistema.

Oltre che per l’ovvio motivo di potersi riprendere i propri fondi, il prelievo consentirà agli utenti di revocare la delega al proprio validatore se non d’accordo con le decisioni prese. Di conseguenza, i validatori stessi dovranno mantenere un comportamento adeguato, pena la perdita di quote delegate.

Tra i validatori big menzioniamo Coinbase, Binance e Kraken.

Shanghai: previsto e atteso

Sin dall’inizio, l’Ethereum Foundation aveva dichiarato delle tempistiche per l’introduzione dell’unstake tra i 6 e i 12 mesi  dal Merge. Questa stima era calcolata sulla base dei tempi medi richiesti nei precedenti upgrade.

La situazione era quindi ben nota: chi avesse deciso di depositare i fondi avrebbe dovuto mettere in conto questo dato.

Nonostante ciò, a circa due mesi e mezzo dal Merge sono nati malumori tra alcuni utenti e membri della community. A generarli non è tanto l’attesa quanto l’incertezza sulla tabella di marcia, come sottolineato in un tweet del fondatore di DeFi Dojo:

defi dojo

Quanto scritto illustra il sentimento degli stakers, sconfortati dall’incertezza.

L’introduzione della devnet e i recenti comunicati suggeriscono che il focus del team sia tutto verso l’introduzione della funzionalità di unstake. Sarà sufficiente a calmare le acque? La telenovela continua…

Stake, Proof-of-Stake, validatori: se questi termini ti hanno confuso, il mio libro Investire in Bitcoin e Criptovalute può aiutarti. Scritto con un linguaggio adatto a tutti, parte dalle origini delle crypto e affronta tutte le principali tematiche del settore.

Puoi acquistare il libro su Amazon (link affiliato, se lo utilizzi guadagnerò una commissione), sul sito ufficiale Hoepli Editore, in tutti i principali siti di editoria online e nelle librerie. Disponibile sia in versione cartacea che ebook.

X

Vuoi essere sempre sul pezzo?

Iscriviti alla newsletter per ricevere approfondimenti esclusivi e analisi ogni settimana.

Se ti iscrivi c’è un regalo per te!

bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 51,521.80
ethereum
Ethereum (ETH) $ 3,103.22
tether
Tether (USDT) $ 0.999907
bnb
BNB (BNB) $ 385.76
solana
Solana (SOL) $ 103.57
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 3,098.86
xrp
XRP (XRP) $ 0.540400
usd-coin
USDC (USDC) $ 1.00
cardano
Cardano (ADA) $ 0.585487
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 37.05
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.085548
tron
TRON (TRX) $ 0.137730
chainlink
Chainlink (LINK) $ 18.63
polkadot
Polkadot (DOT) $ 7.85
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.998325
uniswap
Uniswap (UNI) $ 11.04
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 51,514.80
the-open-network
Toncoin (TON) $ 2.11
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 12.40
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000010
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 266.22
litecoin
Litecoin (LTC) $ 70.02
dai
Dai (DAI) $ 0.999804
immutable-x
Immutable (IMX) $ 3.31
filecoin
Filecoin (FIL) $ 8.12
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 10.35
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 27.11
leo-token
LEO Token (LEO) $ 4.15
kaspa
Kaspa (KAS) $ 0.167873
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 3.67
optimism
Optimism (OP) $ 3.79
blockstack
Stacks (STX) $ 2.52
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.107026
bittensor
Bittensor (TAO) $ 566.53
aptos
Aptos (APT) $ 9.60
vechain
VeChain (VET) $ 0.046630
first-digital-usd
First Digital USD (FDUSD) $ 1.00
stellar
Stellar (XLM) $ 0.115777
injective-protocol
Injective (INJ) $ 35.44
okb
OKB (OKB) $ 50.22
lido-dao
Lido DAO (LDO) $ 3.37
mantle
Mantle (MNT) $ 0.899876
the-graph
The Graph (GRT) $ 0.296678
celestia
Celestia (TIA) $ 16.55
render-token
Render (RNDR) $ 7.27
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.094419
arbitrum
Arbitrum (ARB) $ 1.89
monero
Monero (XMR) $ 129.15
sei-network
Sei (SEI) $ 0.816209
sui
Sui (SUI) $ 1.65