2 min read 06 Dec 2023

Gli sviluppatori di Bitcoin dichiarano guerra agli Ordinals

Di Davide Grammatica

Le “inscriptions” da cui derivano gli Ordinals stanno portando la rete Bitcoin ai suoi limiti, e gli sviluppatori stanno perdendo la pazienza

Gli sviluppatori di Bitcoin dichiarano guerra agli Ordinals

Gli Ordinals sono un problema per Bitcoin?

Nonostante un trend rialzista che sta rallegrando tutta la community, nell’ecosistema Bitcoin sta per avere luogo anche uno scontro di non poca rilevanza.

Luke Dashjr, tra i più importanti sviluppatori di Bitcoin, è infatti intervenuto per affrontare il cosiddetto “elefante nella stanza”: gli Ordinals.

Ne abbiamo già parlato approfonditamente nei mesi scorsi ma, per riassumere, basti sapere che gli Ordinals consistono in “iscrizioni” di metadati in singoli satoshi, che li trasformano di fatto in “artefatti digitali” (per i meno pignoli, degli NFT) sulla rete Bitcoin.

La pratica ha aperto fin da subito un grande dibattito nella community Bitcoin, avendo gli Ordinals “intasato” i blocchi della rete rallentandone la fluidità.

Delle misure in questo senso sono state già prese, ma la necessità di nuove correzioni sembra andare di pari passo con l’aumento della popolarità degli Ordinals stessi. Per questo motivo, gli sviluppatori hanno iniziato a chiedersi se sia necessario i meno supportare questa tecnologia.

La controversia, sostanzialmente, si fonda proprio sullo spazio dei blocchi occupato dagli Ordinals e non più da transazioni finanziarie, che invece sono il fondamento di Bitcoin in quanto tale. Per questo, i dev mettono in luce tutte le loro preoccupazioni sull’efficienza della rete, compromessa dalla scarsità di spazio sui blocchi.

D’altra parte, la proposta di Dashjr di mettere sostanzialmente “fuori gioco” gli ordinals non è stata accolta da tutti positivamente, in quanto si tradurrebbe in un’operazione “autoritaria” portata avanti da un piccolo numero di utenti.

Seguici sui nostri canali YouTube e Telegram: troverai tanti altri aggiornamenti, tutorial e approfondimenti per essere sempre sul pezzo!

 

X

Vuoi essere sempre sul pezzo?

Iscriviti alla newsletter per ricevere approfondimenti esclusivi e analisi ogni settimana.

Se ti iscrivi c’è un regalo per te!

bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 51,448.78
ethereum
Ethereum (ETH) $ 2,990.32
tether
Tether (USDT) $ 1.00
bnb
BNB (BNB) $ 385.45
solana
Solana (SOL) $ 102.46
xrp
XRP (XRP) $ 0.543276
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 2,986.52
usd-coin
USDC (USDC) $ 1.00
cardano
Cardano (ADA) $ 0.592071
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 36.86
tron
TRON (TRX) $ 0.139189
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.084443
chainlink
Chainlink (LINK) $ 18.23
polkadot
Polkadot (DOT) $ 7.51
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.998906
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 51,426.78
the-open-network
Toncoin (TON) $ 2.10
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 12.88
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000010
uniswap
Uniswap (UNI) $ 7.41
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 262.34
litecoin
Litecoin (LTC) $ 68.96
dai
Dai (DAI) $ 1.00
immutable-x
Immutable (IMX) $ 3.28
filecoin
Filecoin (FIL) $ 8.22
leo-token
LEO Token (LEO) $ 4.15
bittensor
Bittensor (TAO) $ 608.57
kaspa
Kaspa (KAS) $ 0.167506
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.113272
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 9.85
blockstack
Stacks (STX) $ 2.61
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 25.89
optimism
Optimism (OP) $ 3.68
aptos
Aptos (APT) $ 9.31
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 3.28
stellar
Stellar (XLM) $ 0.115879
vechain
VeChain (VET) $ 0.044831
first-digital-usd
First Digital USD (FDUSD) $ 1.00
injective-protocol
Injective (INJ) $ 34.55
okb
OKB (OKB) $ 50.90
celestia
Celestia (TIA) $ 17.16
render-token
Render (RNDR) $ 7.39
lido-dao
Lido DAO (LDO) $ 3.00
the-graph
The Graph (GRT) $ 0.273490
mantle
Mantle (MNT) $ 0.788122
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.092911
arbitrum
Arbitrum (ARB) $ 1.82
monero
Monero (XMR) $ 122.48
sei-network
Sei (SEI) $ 0.851868
sui
Sui (SUI) $ 1.74