4 min read 16 02 2022

Stablecoin: svelata la bozza di una possibile normativa negli Usa

Le stablecoin potrebbero rientrare in una nuova normativa negli Usa. Una bozza della legge svela le “qualified stablecoin”.

Stablecoin: svelata la bozza di una possibile normativa negli Usa

Il dibattito sulle stablecoin

Martedì 13 febbraio, il membro democratico della Camera dei Rappresentanti per lo stato del New Jersey (Usa) Josh Gottheimer ha fatto trapelare una bozza di legge che propone di inquadrare, da un punto di vista giuridico più preciso, le stablecoin, istituendo un nuovo regime normativo.

Una possibile svolta per un tipo di criptovaluta criticata da più parti politiche, secondo queste suscettibile alla manipolazione e a rischio collasso, a causa delle relative riserve di capitale giudicate insufficienti. Sempre martedì, infatti, la commissione bancaria del Senato degli Usa si è riunita in un’audizione per esaminare un rapporto sui mercati finanziari, in cui i membri hanno discusso i casi d’uso delle stablecoin, tra vantaggi e rischi.

Più nello specifico, il presidente Sherrod Brown, rappresentante dello stato dell’Ohio in Senato, ha espresso preoccupazioni sulle stablecoin, definendole poco sicure e rischiose in primo luogo per la classe operaia degli Usa.

La bozza della nuova legge

La bozza di Gottheimer propone invece, in primo luogo, di designare una nuova stablecoin “qualificata” (“qualified stablecoin”), che può essere emessa da una banca federale o da un ente che accetti di mantenere il 100% della riserva in dollari (o asset simili approvati dall’Office of the Comptroller of the Currency, l’agenzia federale che vigila sul sistema bancario americano).

La legislazione, che aspetta ancora gli input del Congresso e dei maggiori rappresentanti dell’industria crypto, non è nient’altro che un ulteriore passo verso la strutturazione di questo nuovo mercato, che più volte è già passato sotto la lente dell’amministrazione Biden.

Da questo punto di vista, una testimonianza rilevante arriva da Nellie Liang, sottosegretaria al Tesoro per la finanza nazionale degli Usa, che si è detta favorevole al piano di Gottheimer e impegnata in prima persona per trattare la questione.

Preoccupazioni e prospettive

Tutta la discussione, se non si fosse capito, nasce dalla preoccupazione che i principali emittenti di stablecoin non riescano a garantire il 100% delle richieste di rimborso in valuta tradizionale. E questo nonostante le società (come Tether, per esempio) mantengano un pool di dollari per sostenere il valore del token “stable”. In altre parole, il mondo della politica teme che le stablecoin con maggiore volume di mercato possano perdere il currency Peg, magari durante un picco di richieste di rimborso.

“Il rappresentante Gottheimer ha adottato un approccio ponderato e basato sul richio che le innovazioni delle stablecoin possono comportare”, ha dichiarato Dante Disparte, chief strategy officer di Circle, alla Cnbc. “Sostenere le innovazioni bancarie e non bancarie nel sistema di pagamento è la chiave per la competitività a lungo termine”.

La vicenda si colloca nel percorso di regolamentazione delle criptovalute intrapreso dall’amministrazione Biden, che già lo scorso novembre ha esortato il congresso a procedere nella legislazione, proprio per scongiurare il rischio che le stablecoin possano diventare un problema sistemico. E il futuro, in questo senso, prospetta ulteriori novità. La senatrice Cynthia Lummis, senatrice per lo stato del Wyoming, forse già entro febbraio, dovrebbe introdurre un importante disegno di legge. Tuttavia, vista soprattutto l’agenda geopolitica di Biden, potrebbero volerci mesi prima che un qualsiasi disegno di legge giunga nelle mani del presidente degli Usa.

bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 17,005.95
ethereum
Ethereum (ETH) $ 1,257.07
tether
Tether (USDT) $ 1.00
bnb
BNB (BNB) $ 288.25
usd-coin
USD Coin (USDC) $ 1.00
binance-usd
Binance USD (BUSD) $ 1.00
xrp
XRP (XRP) $ 0.387509
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.100182
cardano
Cardano (ADA) $ 0.316930
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.909359
polkadot
Polkadot (DOT) $ 5.48
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 1,240.82
litecoin
Litecoin (LTC) $ 79.35
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000009
okb
OKB (OKB) $ 21.22
dai
Dai (DAI) $ 1.00
solana
Solana (SOL) $ 14.09
tron
TRON (TRX) $ 0.053245
uniswap
Uniswap (UNI) $ 6.18
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 13.62
leo-token
LEO Token (LEO) $ 3.91
chainlink
Chainlink (LINK) $ 7.28
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 16,997.26
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 10.07
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 19.45
the-open-network
The Open Network (TON) $ 1.80
monero
Monero (XMR) $ 142.81
stellar
Stellar (XLM) $ 0.085927
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 111.17
quant-network
Quant (QNT) $ 122.65
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.066274
algorand
Algorand (ALGO) $ 0.234204
filecoin
Filecoin (FIL) $ 4.56
apecoin
ApeCoin (APE) $ 4.15
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 1.76
vechain
VeChain (VET) $ 0.019134
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 4.43
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.048296
flow
Flow (FLOW) $ 1.10
elrond-erd-2
MultiversX (Elrond) (EGLD) $ 43.90
eos
EOS (EOS) $ 0.961696
axie-infinity
Axie Infinity (AXS) $ 9.03
terra-luna
Terra Luna Classic (LUNC) $ 0.000171
frax
Frax (FRAX) $ 1.00
the-sandbox
The Sandbox (SAND) $ 0.619829
trust-wallet-token
Trust Wallet (TWT) $ 2.32
tezos
Tezos (XTZ) $ 1.02
aave
Aave (AAVE) $ 63.38
theta-token
Theta Network (THETA) $ 0.896793
huobi-token
Huobi (HT) $ 6.65