10 min read

Bitsgap: trading automatico al top

Il trading automatico è una modalità operativa di assoluto valore, utilissima soprattutto nelle fasi laterali. Scopriamo Bitsgap, piattaforma user-friendly e molto apprezzata

Bitsgap: trading automatico al top

Bitsgap: trading automatico senza pensieri

Il trading automatico è sempre più in voga e Bitsgap è certamente un protagonista in questo settore.

Esperti, intermedi e addirittura principianti: qualsiasi sia il livello di conoscenza, i trader cercano costantemente soluzioni per massimizzare i profitti. In questo quadro, bot e automatizzazione rivestono un ruolo importante: si tratta di strumenti validissimi se correttamente programmati.

Il problema però è che solo pochi dispongono delle conoscenze informatiche per sviluppare soluzioni complesse. Inoltre, sarebbe comunque arduo creare qualcosa di completo da zero. Ecco quindi che vengono in nostro soccorso le piattaforme di trading automatico.

In questo approfondimento scopriremo innanzitutto che cos’è Bitsgap e come funziona.

Dopo una panoramica delle opzioni, esploreremo i bot proposti e i relativi campi di applicazione.

Infine, vedremo come collegare il proprio exchange alla piattaforma e chiuderemo mettendo rapidamente a confronto i piani di abbonamento disponibili.

Al termine conosceremo meglio Bitsgap e saremo pronti a utilizzarne i bot in tutta tranquillità.

Cos'è e come funziona Bitsgap

Bitsgap è un portale molto apprezzato da svariate tipologie di trader perché abbina completezza e semplicità. L’utente esperto non deve rinunciare a nulla, così come il principiante non si ritrova spaesato.

Bitsgap è una piattaforma di trading il cui prodotto di punta è l’automatizzazione. Diverse tipologie di bot soddisfano tutte le esigenze e sono costruite per specifiche fasi di mercato.

La piattaforma non funge da exchange né interagisce con i fondi del cliente.
Per funzionare correttamente, è necessario collegare uno o più account di servizi esterni come Binance e FTX. Di fatto, qualsiasi operazione viene effettuata sull’exchange prescelto. Però, operando da Bitsgap, si ottengono diversi vantaggi:

  • Innanzitutto la semplicità. Possiamo collegare a Bitsgap diversi exchange e lavorare su di essi senza dover fare singoli login. Inoltre, l’interfaccia sarà sempre la stessa e il monitoraggio delle performance risulterà immediato e aggregato.
  • Bitsgap offre strumenti avanzati non disponibili su alcuni exchange.
  • Ovviamente, il vantaggio principale è quello di poter impostare dei bot di trading automatico decisamente performanti.

Tramite Bitsgap è quindi possibile comprare e vendere criptovalute normalmente, così come sfruttare le potenzialità dell’automatizzazione.

Interessante la funzione demo, facilmente attivabile dal proprio profilo. Potremo muoverci come nella realtà senza rischiare di perdere un Euro, perfetto per imparare e fare pratica.

L’Azienda opera con successo da diversi anni. Stando ai numeri riportati sul sito, i clienti sono oltre 500.000, per un capitale totale movimentato superiore ai 300 miliardi di dollari.

Quanto alla sicurezza, Bitsgap dispone di strumenti piuttosto efficaci a tutela dell’utente.
Innanzitutto, come dicevamo, l’accesso ai fondi da parte della piattaforma è precluso.
I dati della clientela sono protetti da crittografia e conservati su appositi server. Secondo Bitsgap, gli standard di sicurezza adottati sono circa due volte superiori a quelli delle principali banche online.
Infine, l’utente ha la possibilità di attivare l’autenticazione a due fattori, un must have quando dei capitali hanno a che fare con internet.

Ci siamo quasi. Prima di scoprire nel dettaglio tutto ciò che riguarda i bot, ecco una bella panoramica dell’intera piattaforma.

Cos'è e come funziona Bitsgap

Panoramica su Bitsgap

Accedendo alla piattaforma di Bitsgap si ha subito la percezione di avere a disposizione uno strumento potente. I tanti pulsanti possono spaventare ma in pochi minuti si ha già la situazione sotto controllo: il bello è proprio questo.

Dalla barra del menu, posizionata nella parte superiore dello schermo, si accede a qualsiasi funzionalità e impostazione. Esploriamo!

Trading Bitsgap

La prima voce è Trading. Cliccando sulla scritta accederemo alla sezione dedicata, ritrovandoci davanti questa schermata.

Trading criptovalute Bitsgap

La piattaforma trading di Bitsgap propone strumenti semplici e avanzati, perfetti per tutti gli utenti.

Per chiarezza, diciamo che qui non entra in gioco alcun bot: si tratta di normali operazioni di acquisto e vendita, identiche a quelle che potremmo fare sugli exchange.
La differenza sta però nelle funzionalità proposte: alcuni CEX non offrono tutte quelle di cui Bitsgap dispone. Perciò, saremo liberi di usare l’exchange preferito, potenziandolo però con opzioni aggiuntive.

Vediamo rapidamente la suddivisione degli elementi dell’immagine sopra:

  • A sinistra troviamo l’order book. Nulla di diverso rispetto a quanto visto più volte altrove.
  • Al centro troneggia il grafico, anch’esso familiare: è quello di TradingView! Importantissima la casella appena sopra, nell’immagine con scritta “Binance”: è da lì che selezioniamo quale exchange utilizzare, ovviamente in base a quelli da noi aggiunti.
  • A destra è invece situata la scheda da cui effettuare i trade. Dagli ordini Limit a quelli Stop, passando per Market, c’è proprio tutto. Ciliegina sulla torta altre funzionalità sempre gradite come il Trailing Take Profit, incaricato di aumentare il profitto a determinate condizioni.
  • Infine, al di sotto del grafico sono presenti lo storico degli ordini, quelli aperti e le posizioni in corso. Abbiamo tutto sott’occhio in una sola schermata. Anche queste piccole cose concorrono a delle buone performance di trading.

Bot Bitsgap

Vediamo ora la sezione dedicata ai bot, chiaramente fondamentale per una piattaforma come Bitsgap.

Bitsgap bot

Accanto all’immancabile grafico, ecco l’elenco delle strategie con relative performance nel backtest (3 giorni, settimana o mese). Quest’ultima è una funzione che consente di monitorare come il bot avrebbe performato in determinati intervalli temporali passati. Seppur non dia alcuna garanzia, il backtest è un valido supporto in ottica di pianificazione. Ne parleremo meglio tra qualche paragrafo.

Cliccando su un’accoppiata, il grafico cambia e ne mostra l’andamento. In aggiunta, al posto dell’elenco sulla destra si aprirà la schermata da cui impostare il bot, già semi-pronto secondo la determinata strategia.

Sotto al grafico troviamo infine bot aperti e chiusi.

Portfolio Bitsgap

La sezione Portfolio offre una panoramica della nostra operatività, corredata con statistiche di immediata comprensione.

In aggiunta, è anche possibile consultare i dettagli di singole posizioni e modificare gli ordini aperti.

Portfolio è un’area che ci fa risparmiare del tempo, molto utile.

I miei exchange

Da questa sezione potremo aggiungere un nuovo exchange, nonché gestirlo dopo l’abbinamento.

Le proposta di Bitsgap prevede alcune tra le principali realtà del panorama crypto fra cui Binance, Kraken, Bybit e l’immancabile FTX.

Solo noi possiamo sapere qual è la migliore scelta, considerando i costi di operatività, la frequenza d’uso e gli asset su cui operare.

FTX è certamente una delle alternative più complete. Le criptovalute proposte sono numerose, abbinate a fee vantaggiose. In più, iscrivendosi con il mio referral di FTX si ha diritto a un 5% di sconto per sempre.

Demo di Bitsgap

L’abbiamo menzionata in precedenza e ci ritorniamo ora: Bitsgap dispone di una modalità demo.

Per attivarla basta cliccare sull’icona raffigurante la figura di una persona, posizionata nella parte destra della barra del menu. A questo punto si aprirà un menu a tendina da cui attivare la voce Demo. Troveremo anche altre funzioni come le impostazioni e i piani di abbonamento.

Questa modalità offre all’utente un’area protetta in cui poter sperimentare e prendere confidenza con gli strumenti della piattaforma. Soprattutto questi ultimi necessitano di una certa padronanza, pena costosi errori; ecco perché riteniamo fondamentale poter lavorare in un ambiente sicuro prima di investire soldi reali.

"Completo ma al tempo stesso semplice: Bitsgap è un servizio adatto a tutti gli utenti"

Tipologie di Bitsgap bot

Bitsgap propone diversi tipi di bot per il trading automatico.
Al momento della scrittura, l’utente ha la possibilità di scegliere tra due versioni di bot: attuale e nuova. Per essere sempre aggiornati, riportiamo di seguito l’elenco con descrizione relativo alla nuova versione.

Partiamo con i GRID bot, la scelta ideale nelle fasi di lateralizzazione ma non solo. Infatti, il trading automatizzato è la soluzione perfetta per approfittare del continuo saliscendi dei prezzi.

I GRID bot di Bitsgap si dividono in tre tipologie:

  • Flat: è il bot per eccellenza nei periodi di mercato laterale. Sfruttando la griglia, il bot Flat piazza gli ordini sia di acquisto che di vendita in determinati punti. In questo modo, esso massimizza i profitti anche da piccole variazioni.
    Proprio qui possiamo notare il potenziale del trading automatico: una persona dovrebbe stare a tempo pieno sul grafico per operare con buoni risultati; il bot fa tutto il “lavoro sporco” al posto nostro.
    Il Flat bot fa conseguire profitti nella valuta quotata.
  • Buy the Dip: basta il nome a descriverlo. Questo bot acquista la criptovaluta nei momenti di ribasso, mediando il prezzo di carico. In seguito, procede a rivenderla quando il valore torna a salire.
    In questo caso, i profitti ottenuti sono nella nostra valuta di base.
  • Custom: come suggerisce il nome, qui si ha la possibilità di personalizzare i parametri del bot. Nello specifico, sarà possibile attivare la funzione di trailing (utilissima) e modificare la griglia.
    Sconsigliato quando si è alle prime armi, meglio aspettare e raffinare le proprie conoscenze.

Passiamo al bot DCA, al momento in modalità Beta. Perciò, attenzione a utilizzarlo: potrebbero esserci dei problemi, non è la versione definitiva e stabile.

DCA è una sigla che sta per Dollar Cost Averaging.
Questo bot è concepito per minimizzare gli effetti della volatilità di una valuta. Infatti, esso prevede un certo numero di ingressi periodici sul mercato. L’utente indica il totale da investire, dopodiché il capitale viene suddiviso.
Bot ottimo nei momenti in cui il trend è chiaro, sia esso bullish o bearish.

Proseguiamo con il bot Scalper, abbinato all’exchange Kucoin.

Gli appassionati di trading avranno probabilmente intuito di cosa si tratta: si opera su variazioni minime di prezzo, puntando a plusvalenze contenute ma rapide.
Lo scalping è una modalità operativa che richiede conoscenza, destrezza e anche capacità di reggere alla pressione. Avere a disposizione un bot che automatizza il processo è davvero ottimo; guai però a trascurare i pericoli del caso.

Infine, eccoci al Combo, basato sui futures di Binance.

Questo bot combina le strategie DCA e GRID. I profitti, pagati esclusivamente nella stablecoin Tether USDT, possono essere più rapidi e consistenti ma, al tempo stesso, i rischi aumentano.
Combo opera sia in long che in short.

Adesso che conosciamo le diverse tipologie di bot, vediamo un esempio di utilizzo pratico nel prossimo paragrafo.

Tipologie di Bitsgap bot

Come impostare un Bitsgap bot

É arrivato il momento tanto atteso: scopriamo passo passo come impostare un bot di Bitsgap. Spoiler: la procedura è semplice, nulla di che preoccuparsi.

Tutto parte dal pulsante situato nella parte alta dello schermo, contrassegnato dalla scritta Avvia un nuovo bot: clicchiamolo!

A questo punto si aprirà una finestra pop-up da cui indicare quale bot vogliamo avviare. Nel nostro esempio abbiamo scelto il GRID bot Flat, perfetto nei periodi di lateralità.

Impostare bot di Bitsgap

Dalla sidebar a destra possiamo impostare tutto ciò che è di nostro interesse:

  • Su Exchange potremo scegliere quello sui cui andremo effettivamente a operare.
  • Coppia ci consentirà di indicare le valute coinvolte. Nel nostro caso, l’accoppiata è BTC/USDT.
  • Il valore di investimento.
  • Importante la voce frequenza di trading: più è lenta, maggiore è la distanza tra un’operazione e l’altra.
  • La scritta Aggiungi protezione permette di impostare take profit e/o stop loss, tutto in base al raggiungimento di determinati livelli.

Dopo aver settato i parametri, sarà sufficiente cliccare sul pulsante Anteprima bot per rivedere tutti i dettagli. Infine, clicchiamo su Conferma e ancora su Conferma per avviare il bot.

Dalla sezione portfolio potremo tenere monitorato l’andamento delle nostre posizioni ed eventualmente forzarne la chiusura.

Nel caso in cui optassimo per un bot Custom, il discorso cambia. In questo scenario avremo maggior libertà di personalizzazione, perciò non è indicato per gli utenti meno esperti.
Vi è da dire che Bitsgap offre bot già ottimizzati e performanti. Nella maggior parte dei casi, non è necessario intervenire manualmente utilizzando la variante Custom.
Però, nelle situazioni in cui le nostre analisi ci portano a voler operare su determinati livelli, questa è la scelta giusta.

Prima di rendere operativo un bot potremo approfittare di una funzionalità molto utile: il backtest. Come suggerisce il nome, questo strumento consente di valutare come nel passato avrebbe performato il bot che stiamo per lanciare.

Backtest bot bitsgap

Certo, quel che è stato è stato. Però, riteniamo questa possibilità un’arma in più per fare valutazioni complete e solide prima di posizionarsi.

Il backtest può essere svolto su un intervallo temporale a nostro piacimento: è sufficiente modificare le date.

In aggiunta, possiamo inserire la commissione di trading richiesta dal nostro exchange, così da visualizzare le performance al netto di questa voce.

Come intuibile, le aree cerchiate in verde evidenziano gli acquisti, mentre quelle in rosso sono dedicate alle vendite.

Sfruttiamo sempre il backtest, soprattutto nei primi tempi di utilizzo di Bitsgap.

"Il backtest è un rilevante strumento di analisi e verifica preliminare, consigliato!"

Come collegare Bitsgap a un exchange

Manca un ultimo passaggio prima di poter utilizzare Bitsgap: aggiungere un exchange.

L’offerta è ottima e non dovremmo avere difficoltà a individuare quello adatto ai nostri bisogni.

Per procedere, clicchiamo sulla scritta I miei exchange, presente nel menu principale.

Dalla finestra che si aprirà, non avendo aggiunto finora alcun broker, avremo una sola azione disponibile: pigiare sul pulsante Aggiungi nuovo exchange. Seguirà quindi questa schermata:

Come aggiungere exchange su Bitsgap

Come prima cosa, nel riquadro Exchange selezioniamo quello di nostro interesse.

Dopodiché dovremo inserire due dati: Chiave API e Chiave segreta. Questi codici devono essere reperiti dall’exchange e poi riportati in queste caselle.

La documentazione ufficiale di Bitsgap propone delle guide su come collegare un exchange. Ogni partner ha il suo articolo dedicato e guidato punto per punto, perciò non ci sarà nessun mal di testa in arrivo!

Dopo aver riportato le due chiavi, clicchiamo su Collega per essere finalmente operativi.

Come già scritto, FTX è certamente uno dei migliori exchange a disposizione. Il 5% di sconto sulle fee tramite referral è un ulteriore punto a favore.
Per chi volesse conoscere meglio questo exchange, a fine paragrafo lasciamo un video dedicato.

In alternativa, possiamo contare su realtà di primo piano come KrakenByBit. A ciascuno il suo!

Piani e tariffe di Bitsgap

Bitsgap propone diverse tipologie di abbonamento, ciascuna delle quali è adatta a specifiche esigenze.

Il piano gratuito è il punto di partenza.
Ovviamente, le funzionalità a nostra disposizione sono piuttosto limitate. Nonostante ciò, per un uso basilare e con capitali ridotti va piuttosto bene.

Lo step successivo si chiama Bitsgap Basic.
Con una cifra mensile contenuta abbiamo la possibilità di avere operativi due GRID bot e 10 bot DCA, oltre agli ordini smart illimitati.
Abbonamento consigliato per chi volesse potenziare la propria operatività senza spendere troppo (25€/mese, scendono a 20 acquistandolo per 6 mesi).

Alzando l’asticella si passa al piano Bitsgap Advanced.
I GRID bot attivi diventano cinque e sono confermati 10 bot DCA e ordini smart illimitati. In aggiunta, viene introdotta la funzionalità Trailing Up. Infine, diventano disponibili i Bot Futures.
Costando 59€/mese (49 con il pacchetto 6 mesi) dovremmo essere degli utenti esperti per giustificare la spesa. É importante fare bene i calcoli: se disponiamo di un certo capitale e riteniamo valga la pena avere funzionalità extra, allora è l’abbonamento che fa per noi.

Infine, l’ultimo livello: Bitsgap PRO.
Alle caratteristiche del piano Advanced si aggiunge la funzione Take Profit per i bot. In più, il limite di GRID bot attivi passa a venti.
Trattandosi del prodotto di punta, il prezzo mensile si alza: 129€ (107 con l’acquisto di 6 mesi del piano).
Le osservazioni fatte riguardo al piano Advanced sono più che mai valide. Consideriamo l’uso che ne facciamo e le somme coinvolte; dopodiché decidiamo se la spesa è giustificata.

Ora una buona notizia: Bitsgap offre 7 giorni di prova gratuita del piano PRO senza chiedere alcuna carta di credito né documento. Un bel modo di fare esperimenti, test e perché no, divertirsi!

Se non sei iscritto alla piattaforma, ecco il mio referral di Bitsgap: clicca il link, segui le istruzioni e inizia subito a fare trading automatico!

Piani e tariffe di Bitsgap

Bitsgap: miglior trading automatizzato?

Bitsgap si conferma una delle migliori piattaforme di trading automatico sulla piazza.

Gli utenti apprezzano soprattutto il fatto che a funzionalità avanzate e complete si abbina una generale semplicità d’uso. Oltretutto, la documentazione è esaustiva, aggiornata e completamente tradotta in italiano.

A livello di costi, i piani di abbonamento sono anch’essi validi e adatti a tutte le tasche. Ricordiamo comunque che il piano gratuito consente di operare discretamente bene. Bitsgap si conferma apprezzabile a 360 gradi.

Il trading automatico è affascinante e potenzialmente profittevole. Vogliamo però chiudere con un richiamo alla prudenza: non c’è alcuna garanzia di successo e anche i bot sbagliano.
Non commettiamo l’errore di mettere in gioco cifre elevate confidando in un sicuro successo.

Ci salutiamo con l’immancabile video finale.
In questo tutorial esploriamo dettagliatamente le funzionalità di Bitsgap. Seppur alcune cose siamo cambiate nel tempo, le informazioni contenute sono comunque un valido supporto a quanto scritto finora.

Buona visione!


bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 24,414.54
ethereum
Ethereum (ETH) $ 1,921.81
tether
Tether (USDT) $ 1.00
usd-coin
USD Coin (USDC) $ 1.00
bnb
BNB (BNB) $ 318.15
cardano
Cardano (ADA) $ 0.559093
xrp
XRP (XRP) $ 0.375589
binance-usd
Binance USD (BUSD) $ 0.992704
solana
Solana (SOL) $ 44.68
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.077957
polkadot
Polkadot (DOT) $ 8.95
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000016
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 1,874.99
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 27.95
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.979085
dai
Dai (DAI) $ 0.999782
tron
TRON (TRX) $ 0.069346
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 24,428.55
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 41.68
okb
OKB (OKB) $ 21.59
leo-token
LEO Token (LEO) $ 5.24
litecoin
Litecoin (LTC) $ 62.62
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 5.57
ftx-token
FTX (FTT) $ 30.86
chainlink
Chainlink (LINK) $ 8.69
uniswap
Uniswap (UNI) $ 8.72
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.152529
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 11.47
stellar
Stellar (XLM) $ 0.125557
monero
Monero (XMR) $ 166.41
flow
Flow (FLOW) $ 2.81
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 137.63
algorand
Algorand (ALGO) $ 0.363564
vechain
VeChain (VET) $ 0.031987
filecoin
Filecoin (FIL) $ 8.16
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 7.84
apecoin
ApeCoin (APE) $ 6.36
decentraland
Decentraland (MANA) $ 1.07
the-sandbox
The Sandbox (SAND) $ 1.34
chain-2
Chain (XCN) $ 0.084863
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.079197
axie-infinity
Axie Infinity (AXS) $ 18.45
tezos
Tezos (XTZ) $ 1.81
quant-network
Quant (QNT) $ 118.55
celsius-degree-token
Celsius Network (CEL) $ 3.74
theta-token
Theta Network (THETA) $ 1.52
lido-dao
Lido DAO (LDO) $ 2.66
aave
Aave (AAVE) $ 105.78
elrond-erd-2
Elrond (EGLD) $ 61.86
frax
Frax (FRAX) $ 0.991703