4 min read 12 Apr 2023

Ethereum staking: Shapella potrebbe far CROLLARE Lido (LDO)

Di Luca Boiardi

Ethereum stanotte sbloccherà lo staking con l'update Shapella. Secondo Hayes, questo potrebbe impattare notevolmente il valore di Lido (LDO).

Ethereum staking: Shapella potrebbe far CROLLARE Lido (LDO)

Ethereum Shapella in arrivo stanotte

Ormai lo sappiamo tutti a menadito: stanotte, a mezzanotte e mezza circa, ci sarà l’update Shapella di Ethereum, evento più atteso dal tempo del Merge per la blockchain in questione.

Una volta finalizzato, lo staking diventerà bidirezionale: in qualsiasi momento sarà possibile richiedere il prelievo degli ETH depositati così come delle ricompense maturate.

Poco tempo fa abbiamo provato a riflettere sul suo possibile impatto sul prezzo di Ethereum, giungendo a conclusioni interessanti.

Domani torneremo sicuramente sul tema, con i primi dati alla mano. Oggi, invece, parliamo di una cosa più specifica: il suo possibile impatto sul mercato del liquid staking, attualmente pressoché monopolizzato da Lido.

Secondo Arthur Hayes, fondatore di BitMEX e di un fondo d’investimento crypto, Lido presenta numerosi rischi legati alla sua parziale centralizzazione e, una volta che la competizione nel settore aumenterà e sarà possibile spostare gli ETH in staking in modo liquido, potrebbe risentirne negativamente.

Approfondiamo il suo punto di vista.

Lido (LDO) è troppo centralizzato

Hayes, nel suo scritto, sottolinea alcuni importanti rischi di Lido, legati a quella che definisce “proto-decentralizzazione”.

Con questo termine va a definire una situazione ibrida, dove non c’è una singola entità a controllare il protocollo, ma in questo specifico caso c’è una forte dipendenza dai node operator, ovvero gli amministratori dei validatori del network.

Ogni 32 ETH viene messo in piedi un validatore, ed esso è gestito da un node operator, letteralmente l’entità che amministra il nodo al 100%.

Esso possiede sia le BLS keys che le validator keys, controllando di fatto qualsiasi operazione.

In altre parole, mettendo in staking gli ETH via Lido, stiamo dando in fiducia i nostri ETH ai loro node operator.

Inoltre, sottolinea Hayes, tali node operator non hanno nessuna skin in the game: nel modello Rocketpool, ad esempio, ogni node operator deve contribuire per il 50% allo stake sul suo validatore.

In questo modo, se fa qualcosa di scorretto, rischia i suoi ETH oltre a quelli dei depositari.

Su Lido ciò non avviene: i node operator non hanno alcuno stake obbligatorio interno.

Il rischio principale quindi è che i node operator non possano per qualche ragione (ad esempio regolamentazioni o eventuali hack) sbloccare gli ETH ai depositari, che non ci potrebbero far nulla.

Lido si appoggia ad un pool di node operator tra i più noti del settore, con sedi in varie giurisdizioni proprio per evitare blocchi regolamentari (es. gli Stati Uniti che impongono il blocco del servizio o operazioni di censura), e sicuramente ha protocolli di sicurezza di standard elevati per prevenire hack, ma questo non azzera i rischi.

Stanno nascendo parallelamente soluzioni che puntano a frammentare le chiavi di validazione e firma, generando una sorta di multisig (Obol Labs) e soluzioni di delegated staking, dove lo staker possiede sempre le chiavi in questione (Ether fi).

Nel momento in cui il mercato offrirà soluzioni simili e lo staking sarà liquido, chi offre la miglior qualità di servizio in termini di rischio e rendimento sarà premiato, e questo potrebbe privare Lido di una buona percentuale di market share.

Seguici sul nostro canale YouTube per ore di corsi gratuiti e video di analisi approfonditi, e su Telegram per rimanere sempre aggiornato su tutto ciò che muove il mercato crypto in tempo reale!

X

Vuoi essere sempre sul pezzo?

Iscriviti alla newsletter per ricevere approfondimenti esclusivi e analisi ogni settimana.

Se ti iscrivi c’è un regalo per te!

bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 69,651.66
ethereum
Ethereum (ETH) $ 3,453.66
tether
Tether (USDT) $ 0.999276
bnb
BNB (BNB) $ 609.28
solana
Solana (SOL) $ 166.88
xrp
XRP (XRP) $ 0.593142
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 3,452.53
usd-coin
USDC (USDC) $ 0.998828
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.191040
the-open-network
Toncoin (TON) $ 7.08
cardano
Cardano (ADA) $ 0.561973
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 44.23
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000027
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 583.19
polkadot
Polkadot (DOT) $ 8.17
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 69,714.68
tron
TRON (TRX) $ 0.120180
chainlink
Chainlink (LINK) $ 17.12
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.850656
litecoin
Litecoin (LTC) $ 95.10
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 15.17
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 6.54
uniswap
Uniswap (UNI) $ 8.88
leo-token
LEO Token (LEO) $ 5.76
dai
Dai (DAI) $ 0.998601
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 32.83
aptos
Aptos (APT) $ 11.47
filecoin
Filecoin (FIL) $ 7.81
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 10.58
blockstack
Stacks (STX) $ 2.82
mantle
Mantle (MNT) $ 1.24
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.148799
bittensor
Bittensor (TAO) $ 576.63
first-digital-usd
First Digital USD (FDUSD) $ 0.998295
arbitrum
Arbitrum (ARB) $ 1.37
stellar
Stellar (XLM) $ 0.125506
immutable-x
Immutable (IMX) $ 2.46
vechain
VeChain (VET) $ 0.047753
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.095747
okb
OKB (OKB) $ 56.05
render-token
Render (RNDR) $ 8.64
kaspa
Kaspa (KAS) $ 0.140427
dogwifcoin
dogwifhat (WIF) $ 3.13
maker
Maker (MKR) $ 3,243.34
pepe
Pepe (PEPE) $ 0.000007
optimism
Optimism (OP) $ 2.89
the-graph
The Graph (GRT) $ 0.294645
injective-protocol
Injective (INJ) $ 30.72
theta-token
Theta Network (THETA) $ 2.75
fetch-ai
Fetch.ai (FET) $ 2.39