10 min read

Lido: Defi di riferimento per il liquid staking

Nell'Olimpo delle piattaforme DeFi, Lido è un Must-Know per ogni investitore in criptovalute su diverse blockchain, Ethereum su tutte

Lido: Defi di riferimento per il liquid staking

Lido: liquid staking per tutti

Questo approfondimento è dedicato a Lido, una delle piattaforme di finanza decentralizzata più famose e utilizzate in assoluto.

Essendo investitori in criptovalute, lo staking dovrebbe essere qualcosa di conosciuto. Sappiamo bene come sia importante collocare nel giusto luogo i nostri preziosi capitali, così da poter generare una buona rendita passiva.

Lo staking ha però dei limiti. Quello principale sta nel non poter disporre di liquidità: la coin messa in stake resta bloccata e non c’è alcuna possibilità di sfruttarla su più livelli; è un vero peccato, le opportunità nel panorama Defi sono numerose.

Lido viene in nostro soccorso e rimedia a questa e ad altre criticità (soprattutto relative a Ethereum 2.0, chiamiamolo ancora così per intederci).

Non facciamo spoiler: nei prossimi paragrafi spiegheremo tutto ciò che serve per poter interagire con Lido e approfittare delle ottime proposte di investimento.

Inizialmente ci concentreremo sulla blockchain Ethereum, per poi spostarci su altri network supportati dal protocollo.

Carta, penna e wallet alla mano: mettiamoci all’opera.

Che cos'è Lido Finance?

Lido è una delle piattaforme DeFi più note e autorevoli, dedicata in origine al liquid staking di Ether e oggi estesa ad altre coin.

Il progetto nasce nell’autunno del 2020, in concomitanza con il lancio dello staking su Ethereum 2.0. Update attesissimo, quest’ultimo ha da subito mostrato diverse criticità.

Prima di tutto, mettendo in stake i propri ETH, essi sarebbero rimasti bloccati fino all’avvio delle transazioni su Ethereum 2.0. Grazie al recente successo nel merge di prova, ora vediamo la luce in fondo al tunnel. Tuttavia, un anno e mezzo fa non avremmo avuto alcuna certezza sulla data di lancio (in verità non ne abbiamo neppure oggi).

A seguire, vi era il problema dello sbarramento iniziale: gli utenti avrebbero potuto mettere in stake su Ethereum 2.0 solo i multipli di 32. Prendendo una data a caso come esempio, il 15 novembre 2020 ETH si attestava sui 477$; moltiplicando questo numero per 32, lo stake minimo avrebbe coinvolto oltre 14.000 dollari di controvalore…non da tutti!
Perciò, lo sbarramento di ingresso era decisamente importante.

Infine, ecco il problema dell’illiquidità: i fondi versati in stake restano fermi, senza alcuna possibilità di sfruttarli come collaterale o per altre strategie.

Questo elenco di problematiche è alle fondamenta di Lido finance. Il protocollo è infatti pensato per consentire lo stake di Ethereum a tutti, abbattendo limiti e criticità appena affrontati.

Il meccanismo messo in atto da Lido è tanto semplice quanto efficace.
Innanzitutto, l’investitore mette in stake i propri Ethereum (ETH) sulla piattaforma; questa gira i capitali ricevuti in stake su Ethereum 2.0.
L’utente riceve in cambio un asset sintetico chiamato stETH, scambiabile e investibile su numerose piattaforme DeFi.
Il risultato è una strategia multilivello: gli ETH versati su Lido generano una rendita dallo stake su Ethereum 2.0. Gli stETH conseguono ulteriori profitti in base a dove sono stati investiti, ad esempio in una farm oppure come collaterale per ottenere un prestito in stablecoin.

Oltre a quanto appena detto, gli stETH possono essere tranquillamente scambiati con altri token.

Lido risolve tutti i problemi relativi allo staking su ETH 2.0. C’è comunque molto di più: come già anticipato, il protocollo supporta altre blockchain e relative coin. Perciò, Lido rappresenta un’ottima opportunità non solo per gli amanti del panorama Ethereum.

Nei prossimi paragrafi vedremo nel dettaglio come mettere in stake le criptovalute su Lido finance. Il procedimento è pressoché identico per tutte le chain. Tuttavia, pur rischiando di essere ridondanti, abbiamo deciso di trattarle una ad una per offrire la massima chiarezza.

Che cos'è Lido Finance?

Wrapped token di Lido e strategie multilivello

Il concetto fondamentale di Lido è questo: prendere una coin, metterla in stake e restituire un token sintetico che rappresenti la quota versata dall’utente.

Abbiamo già parlato di Ethereum e dei vantaggi che derivano dall’utilizzo di questo protocollo Defi. Di fatto, Lido rende accessibile lo staking su Eth 2.0, cosa piuttosto complessa per gli investitori più piccoli. Non solo: anche chi dispone di ingenti capitali può approfittare del servizio per sviluppare strategie differenti e più profittevoli.

I vantaggi si estendono anche agli utenti operativi su altre blockchain. Ad esempio, è possibile mettere in stake una coin e non dover dipendere dai tempi di unstaking, spesso decisamente lunghi per questioni di sicurezza. Qui basterà vendere il token in cambio della crypto iniziale.

Responsabili di questa “magia” sono i wrapped token. Il valore di questi asset è garantito e legato a quello della relativa coin. In aggiunta, essi rappresentano la quota inizialmente versata dall’utente.

Vediamo un rapido esempio: versando 10 Solana SOL su Lido, inizieremo a generare una certa rendita passiva (oggi del 5.66% annuo). In cambio acquisiremo una quantità simile in stSOL (al momento circa 9,7) investibili e scambiabili altrove.
Il caso appena esposto è simile a ciò che avviene su Marinade Finance: versiamo SOL in stake e riceviamo mSOL da allocare altrove. In questo modo porteremo “in cascina” sia gli interessi sui SOL che quelli sugli mSOL…non male!

Beh, è proprio arrivato il momento di conoscere questi asset sintetici:

  • stETH è già noto. Si tratta del token legato a Ethereum.
  • Coin nativa della blockchain Polygon, MATIC trova il suo rappresentante su Lido in stMATIC.
  • Criptovaluta fra le più promettenti per il futuro, Kusama KSM ha come sintetico stKSM.
  • Abbiamo già presentato stSOL, legato a SOL di Solana.
  • wstETH è diverso. Si tratta di un token che a sua volta wrappa stETH. Nel paragrafo dedicato a Ethereum scopriremo qual è il suo caso d’uso. Vale lo stesso per wstKSM.

Perfetto, ora sappiamo di quali asset stiamo parlando.

Prima di affrontare il tutorial, non resta che un ultimo passaggio: scoprire che cos’è il token LDO di Lido.

Wrapped token di Lido e strategie multilivello

Il token LDO di Lido

LDO è il governance token della piattaforma Defi Lido, utilizzabile tramite la Lido DAO.

Il meccanismo di voto è identico a quello di numerose realtà di finanza decentralizzata: maggiore è la quantità di LDO detenuta e bloccata, superiore sarà la forza di voto.

La supply del token è di 1 miliardo di esemplari. A oggi, solo il 10% circa è in circolazione, poco meno di 104 milioni.

Parliamo di allocazione, valutando i dati originali:

  • Il 36,5 % degli esemplari è nella treasury della DAO (buona percentuale).
  • 20% dei token riservato agli sviluppatori, ora in periodo di vesting fino al prossimo autunno.
  • Il 22% è destinato agli investitori.
  • 15% indirizzato a fondatori e futuri impiegati.
  • 6,5% riservato a validatori e signature holders.

Numeri che pendono un po’ troppo verso il team, massima attenzione quindi.

Lido LDO è una criptovaluta che nasce con lo standard ERC-20. Oggi è però disponibile su altre blockchain, come Solana Binance Smart Chain.

Come spesso accade con i token delle piattaforme DeFi, il prezzo di LDO ha oscillato parecchio nel corso del tempo.

In ottica di investimento, sicuramente abbiamo davanti un asset piuttosto rischioso (vedi allocazione) e dai casi d’uso limitati. Sono quindi necessarie ricerche approfondite, una buona analisi fondamentale e considerazioni personali prima di posizionarsi.

Certo, se si ha particolarmente a cuore Lido e si desidera partecipare al suo sviluppo, acquistare e detenere token LDO diventa una scelta obbligata: la governance è attuabile solo mediante questa criptovaluta.

Dove comprare LDO? Questo token è ampiamente disponibile su numerosi exchange centralizzati e piattaforme di finanza decentralizzata. Ecco qualche nome:

  • Bybit, uno degli exchange più famosi e autorevoli.
  • SushiSwap e Uniswap, due colossi DEX AMM.
  • Raydium, piattaforma leader su blockchain Solana.

Segue grafico LDO/USD (dollaro americano).

Il token LDO di Lido

Wallet crypto e Lido: quale scegliere?

Eccoci alla parte dedicata ai wallet, siamo veramente a un passo dal tutorial vero e proprio.

Per connetterci a Lido abbiamo a disposizione tantissime alternative, variabili in funzione della blockchain con cui andremo a interagire.

Metamask è tra le prime opzioni ma ciò ormai non ci stupisce: sicuro, veloce e semplice da utilizzare, questo ottimo wallet crypto dispone anche di ampia documentazione e supporto. Per saperne di più, il nostro tutorial Metamask è pronto ad aiutarci. Ne abbiamo parlato anche nel video a fine paragrafo.

I possessori di Ledger possono sorridere: il famoso hardware wallet è ovviamente supportato. Abbiamo scoperto Ledger Nano X in questo articolo.
Desideri maggior sicurezza per le criptovalute? Acquista un Ledger!

Solana propone Sollet, Phantom wallet e Solflare. Tutte queste opzioni sono molto valide, scegliamo in base alle nostre abitudini.

Altre alternative, soprattutto per quanto riguarda Ethereum: Trust Wallet, Coinbase Wallet e Coin98.

Insomma, c’è davvero l’imbarazzo della scelta: è assai probabile che il nostro wallet crypto preferito sia pienamente supportato.

Liquid staking di Ethereum su Lido

Prima di cominciare, una piacevole premessa: utilizzare Lido è facile.

Dalla homepage, lido.fi, selezioniamo la voce del menu “Products” e clicchiamo su “App”. Verremo reindirizzati alla pagina dedicata allo stake di Ethereum, eccola nell’immagine che segue.

stake Ethereum Lido

Davvero semplice: inseriamo nell’unica area input disponibile la quantità di Ether da mettere in stake.
Subito sotto avremo modo di visualizzare:

  • Quantità di stETH che riceveremo in cambio (You will receive).
  • Tasso di cambio ETH-stETH (Exchange rate).
  • Costo di transazione (Transaction cost).
  • Reward fee. Non è altro che la percentuale che Lido tratterrà dai nostri guadagni (i fondi iniziali non verranno in alcun modo intaccati).

Seguono inoltre altre interessanti statistiche e informazioni, di cui la più importante per noi è l’Annual percentage rate, cioè il tasso di interesse che andremo a guadagnare.

Perciò, dopo aver indicato quanti ETH versare, basterà cliccare su submit, dare conferma e approvare la transazione nel wallet.

Tutto fatto: mentre gli Ether andranno in stake, otterremo in cambio degli stETH da investire altrove, massimizzando le performance.

Potremo visualizzare i guadagni derivanti dallo stake cliccando sulla voce “Rewards” in cima alla pagina.

Nota finale sullo staking: finché Ethereum 2.0 non sarà operativa, non ci sarà alcuna possibilità di effettuare l’unstake, ovvero il procedimento inverso. Nessuna paura: è sufficiente scambiare gli stETH con ETH su uno dei tanti DEX che offrono questo accoppiamento (vedi Curve o Balancer).

Passiamo alla funzione “Wrap”, raggiungibile dal link posizionato in alto alla pagina.
Questo semplice strumento ci permette di wrappare gli stETH e ottenere dei wstETH…perché?
Dovendo rispecchiare la propria quota di ETH in stake, interessi compresi, la quantità di stETH varia giornalmente. Alcune piattaforme DeFi non supportano questa funzionalità e richiedono token dal bilancio fisso, non oscillante. Il token wstETH soddisfa questo requisito; al tempo stesso, esso consente di continuare ad accumulare comunque gli interessi.

Wrappare stETH richiede pochi click. Basta inserire la quantità nell’area input, confermare con l’apposito pulsante e approvare la transazione nel wallet.
Il tragitto inverso è identico: pigiamo sulla scritta “Unwrap” e procediamo con le consuete conferme e approvazioni dopo aver indicato la quantità di token da convertire.

Liquid staking di Ethereum su Lido

Stake di LUNA su Lido

NB: Ad oggi, lo stake di LUNA è sospeso, a causa del de-peg di TerraUSD che ha portato alla svalutazione del token. Il tutorial rimane valido, fintanto che il protocollo manterrà uno stato di sospensione e non sarà eliminato.

Per operare con LUNA, dalla homepage lido.fi selezioniamo “Networks” –> “Terra”, oppure rechiamoci direttamente su terra.lido.fi.

La pagina su cui lavorare è molto simile a quella appena vista riguardo Ethereum.

Stake Luna Lido finance

La procedura è identica a quella descritta in precedenza con gli Ether.

La differenza principale sta nella possibilità di scegliere quale asset andremo a ricevere in cambio dei LUNA che depositeremo: stLUNA, token già presentato e nativo di Lido; bLUNA, altro asset sintetico molto in voga su piattaforme come Anchor Protocol. Quale scegliere? Dipende da strategie e operatività di ciascun utente, non c’è un’opzione migliore rispetto all’altra.

In ogni caso, è possibile convertire con facilità stLUNA in bLUNA (e viceversa) dalla sezione “Convert”, raggiungibile dal link posizionato nel menu in alto alla pagina.

Per rientrare in possesso dei Terra $LUNA originali si dovrà invece andare nell’area apposita “Unbond”. Fatto ciò, indicando asset (bLUNA o stLUNA) e relativa quantità, cliccheremo sul pulsante di conferma e approveremo la transazione nel wallet. Attenzione ai classici tempi di unstake, ricordando però che è possibile scambiare bLUNA e stLUNA su diversi exchange decentralizzati.

Stake di Solana (SOL) su Lido

È il turno di SOL, coin nativa della blockchain Solana.

La pagina dedicata a questo ecosistema è lido.fi/solana, raggiungibile anche dal menu di Lido, sotto la voce “Networks”.

Non c’è molto da aggiungere rispetto alle altre realtà viste finora:

  • Consueta finestra dedicata allo stake, in cui indicare nell’unica area input il numero di Solana SOL da versare.
  • Altrettanto nota area riservata all’unstake, dall’operatività simile ma di movimento contrario: da stSOL torneremo in possesso dei SOL originari. Occorrono 2/3 giorni per procedere; altrimenti è sempre possibile scambiare gli stSOL su DEX come il già citato Raydium, assolutamente consigliato.

Dal menu della pagina di Solana si può accedere alla sezione “SOLANA DEFI“, molto comoda per consultare le principali opportunità legate all’investimento di stSOL. Si tratta principalmente di pool di liquidità (ma non solo) provenienti da piattaforme della chain Solana come Larix, Orca e Aldrin.

Stake di Solana (SOL) su Lido

Liquid staking di Kusama (KSM) su Lido

Passiamo a Kusama (KSM). In questo caso andremo a interagire con la blockchain Moonriver.

Innanzitutto, ecco l’ormai familiare finestra che ci ritroveremo sullo schermo dopo l’accesso al sito kusama.lido.fi.

Kusama KSM stake Lido finance

Finora nulla di nuovo: soliti pulsanti stake-unstake e consuete modalità di deposito e prelievo.
Per dovere di cronaca segnaliamo la necessità di attendere 7/8 giorni per completare l’unstake. Anche in questo caso è contemplata la possibilità di scambiare gli stKSM direttamente su un DEX.

Veniamo ora alle particolarità. I più attenti avranno subito notato che non andremo a mettere in stake Kusama KSM; il token da fornire si chiama xcKSM.
KSM non è un token ERC-20 compatibile e non può essere impiegato dagli utenti su parachain Moonriver. Ecco perché Lido richiede xcKSM: per aggirare il problema.

Come ottenere xcKSM? Facile: basta usare la funzione “Transfer” di Lido, accessibile dal link nel menu in alto alla pagina dedicata allo stake di Kusama.
Sarà necessario connettere il wallet Polkadot{.js} per poter procedere. Diciamo che la parte dedicata a KSM è quella più difficile, soprattutto per il fatto di dover connettere un ulteriore wallet.

Per il resto nulla di complesso: andremo semplicemente a bloccare i KSM su chain Kusama e riceveremo una pari quantità di xcKSM sul nostro wallet Moonriver.

Infine, due parole sulla funzione di wrapping, utile per convertire stKSM in wstKSM. Il principio è identico a quanto visto per wstETH, così come l’operatività.

Ultima nota: per procedere avremo bisogno della coin Moonriver MOVR, indispensabile per pagare le gas fee dovute alle transazioni di stake e unstake.

"L'operatività su KSM è forse la più complessa e richiede padronanza anche con il wallet Polkadot js"

Liquid staking Polygon MATIC su Lido

Arriviamo infine all’ultimo network: Polygon Matic.

In questa sezione, anch’essa raggiungibile dalla voce “Networks” del menu, saremo in grado di mettere i nostri MATIC in stake. In cambio, Lido ci fornirà dei token stMATIC, investibili su altre piattaforme Defi.

Attenzione: stMATIC è un token ERC-20. Mettendo in stake i MATIC su Lido, andremo a interagire con la blockchain Ethereum. Dobbiamo quindi tenere presente che le gas fee saranno maggiori rispetto alla chain Polygon.

Ecco il procedimento:

  1. Indichiamo la quantità di MATIC da mettere in stake.
  2. Clicchiamo sul tasto “Unlock tokens” e approviamo la transazione.
  3. Selezioniamo il pulsante “Stake now” per completare l’opera.

Prima di dare conferma, avremo modo di visualizzare le consuete informazioni riguardo costi, tasso di cambio e via dicendo.

L’unstake è attuabile cliccando sull’apposito pulsante posizionato sotto la scritta “Lido on Polygon” (vedi immagine). Il modus operandi è uguale allo stake: sono solo i token in uscita ed entrata a invertirsi le parti.

Le rewards che ci spettano possono essere richieste dalla sezione “Claim”. Prima di procedere sarà però necessario fare l’unstake dei fondi. Indicativamente, sono necessari 9 giorni dalla richiesta di prelievo per essere in grado di conseguire il claim delle ricompense.

Liquid staking Polygon MATIC su Lido

Governance e Lido DAO

La DAO di Lido è il cuore pulsante della piattaforma, dove si decide il destino della stessa.

L’area dedicata al voto (Voting) colpisce subito l’occhio. L’attività è continua e le proposte sono davvero numerose e di varia importanza.

Sarebbe però limitativo definire Lido DAO come una piattaforma di governance: c’è molto di più.

L’utente può infatti consultare svariati dati in tempo reale: dal registro riguardante i nodi alle finanze della treasury, nulla sfugge.

L’esperienza è certamente positiva e dal sapore realmente democratico. Al contrario di altre piattaforme che si professano tali, Lido DAO è trasparente e coinvolge l’utente.

La nota stonata sta nell’allocazione del token LDO, il mezzo che consente di avere potere decisionale. Infatti, sono riservate delle quote importanti a fondatori, team e investitori. Perciò ci sono delle “balene” in sede di voto, in grado di indirizzare agevolmente gli esiti dello stesso.
Ciò non toglie comunque che la piattaforma sia ben curata e trasparente; gli utenti hanno quindi modo di monitorare con facilità il comportamento di queste “mani forti della governance”.

Governance e Lido DAO

Lido: un'ottima piattaforma per liquid staking

Lido è davvero un gran protocollo sotto tutti i punti di vista: interfaccia semplice e intuitiva, lato tecnico privo di problemi e buona trasparenza.

Per completezza, ricordiamo che la piattaforma ha superato diversi audit e offre ottime ricompense a chi dovesse riscontrare dei bug relativi alla sicurezza. Insomma, c’è dietro gente che ci sa fare.

Non a caso, Lido è il secondo protocollo DeFi in termini di capitalizzazione, posizionato dietro a Curve finance.

Ultime note prima di chiudere.

Lido propone una documentazione davvero completa e chiara, oltre a una buona FAQ e un Help Center dedicato a chi fosse in difficoltà. Queste funzionalità sono accessibili facilmente dalla homepage lido.fi, sotto le voci del menu “Developers” e “About”.

Inoltre, la community è attiva su diversi canali fra cui Discord e Telegram. Vogliamo porre una domanda o curiosare? Questi sono i luoghi perfetti.

Chi fosse alla ricerca di un buon portale dedicato al liquid staking non può ignorare Lido.

Utilizzi Lido? Ti abbiamo incuriosito? Inviaci un feedback sui nostri canali social, ti aspettiamo.

Ci salutiamo con il consueto video: si parla di liquid staking, Lido e non solo…buona visione!


bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 20,141.00
ethereum
Ethereum (ETH) $ 1,135.00
tether
Tether (USDT) $ 1.00
usd-coin
USD Coin (USDC) $ 1.00
bnb
BNB (BNB) $ 237.16
binance-usd
Binance USD (BUSD) $ 1.00
xrp
XRP (XRP) $ 0.322624
cardano
Cardano (ADA) $ 0.456403
solana
Solana (SOL) $ 35.78
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.067371
polkadot
Polkadot (DOT) $ 6.89
dai
Dai (DAI) $ 1.00
tron
TRON (TRX) $ 0.067264
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000010
leo-token
LEO Token (LEO) $ 5.83
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 20,116.00
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 18.23
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 1,100.89
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.517593
litecoin
Litecoin (LTC) $ 50.00
ftx-token
FTX (FTT) $ 25.55
okb
OKB (OKB) $ 12.48
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.116832
chainlink
Chainlink (LINK) $ 6.24
stellar
Stellar (XLM) $ 0.109212
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 8.79
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 3.42
uniswap
Uniswap (UNI) $ 5.39
monero
Monero (XMR) $ 124.69
algorand
Algorand (ALGO) $ 0.309247
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 14.98
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 104.96
theta-fuel
Theta Fuel (TFUEL) $ 0.050227
chain-2
Chain (XCN) $ 0.083174
vechain
VeChain (VET) $ 0.023199
flow
Flow (FLOW) $ 1.58
the-sandbox
The Sandbox (SAND) $ 1.25
apecoin
ApeCoin (APE) $ 4.90
frax
Frax (FRAX) $ 0.998505
decentraland
Decentraland (MANA) $ 0.896285
tezos
Tezos (XTZ) $ 1.51
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 5.49
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.061513
filecoin
Filecoin (FIL) $ 5.49
elrond-erd-2
Elrond (EGLD) $ 54.41
true-usd
TrueUSD (TUSD) $ 1.00
theta-token
Theta Network (THETA) $ 1.21
axie-infinity
Axie Infinity (AXS) $ 14.49
bitcoin-sv
Bitcoin SV (BSV) $ 53.86
eos
EOS (EOS) $ 0.981417