12 min read

Compound: la piattaforma di lending su Ethereum

Compound Protocol detiene oltre 10 miliardi di dollari in liquidità e rappresenta la prima scelta per lending e borrowing su blockchain Ethereum

Compound: la piattaforma di lending su Ethereum

Compound: alla scoperta della piattaforma di lending per eccellenza

Tra le infinite possibilità di investimento nella DeFi, Compound protocol è una realtà solida e largamente utilizzata.

Oggi scopriremo come sfruttare le opportunità offerte da questa piattaforma, mettendo la sicurezza come priorità assoluta.

Compound è di casa su Ethereum, la celebre blockchain che ospita numerosi portali fra cui AAVE, Uniswap e Curve.

Le opzioni di investimento in questo ecosistema sono svariate.

Il soggetto di questo articolo svolge una delle funzioni maggiormente utilizzate dagli investitori in criptovalute.
È pratica diffusa operare in questo modo: prendere un token in nostro possesso e depositarlo su un protocollo come collaterale; in seguito, ottenere un’altra coin in prestito, da utilizzare per sviluppare diverse strategie.
Compound assolve a questa funzione: rende possibile il deposito di fondi e l’ottenimento di altri. Volendo, l’utente non è obbligato a richiedere un prestito: può limitarsi a fornire un asset alla piattaforma e beneficiare di una rendita annua variabile.

Non facciamo ulteriori anticipazioni ma andiamo ad approfondire nel prossimo paragrafo!

Che cos'è Compound Protocol?

Compound è una piattaforma di lending e borrowing di criptovalute. Come detto poco fa, la blockchain su cui lavora è Ethereum.

Questo protocollo ci permette di mettere in atto strategie complesse e profittevoli. Ovviamente è necessaria particolare attenzione: c’è anche la possibilità di subire delle perdite.

Immaginiamo di avere 1 ETH e di volerlo mettere a rendita. Le opzioni a disposizione sono diverse: pool di liquidità? stake? in base alle nostre esigenze, c’è abbondanza di opportunità.

Vi è però un’altra possibilità che potremmo sfruttare: il meccanismo “lend & borrow”. Compound è il punto di riferimento per operazioni di questo tipo su chain Ethereum.

Come funziona questa strategia?

Prendiamo il nostro ETH e lo depositiamo su Compound.
A questo punto noi siamo dei creditori: la piattaforma utilizzerà ciò che abbiamo versato per fornire prestiti agli utenti che andranno a richiederlo. In cambio, otterremo degli interessi. Volendo potremmo anche fermarci qui e non rischieremmo assolutamente nulla.

Il passaggio successivo è quello di utilizzare l’ETH da noi depositato come collaterale per richiedere un altro token in prestito. Il nostro ETH diverrà la garanzia del prestito: nel caso non dovessimo ripagarlo, né la piattaforma né i lender subiranno alcuna perdita.

Concludendo, prendiamo in prestito una stablecoin, DAI, che potremo in seguito utilizzare liberamente su altri protocolli.

A questo punto la situazione sarà la seguente:

  • Depositato 1 ETH sulla piattaforma come collaterale. In ogni caso, genera una rendita in quanto esso verrà utilizzato per fornire prestiti ad altri utenti.
    La rendita si divide in “Supply APY” e “Distribution APY”: la prima sarà in ETH e sono gli interessi veri e propri; la seconda viene pagata nel governance token della piattaforma, COMP.
  • Ottenuti dei DAI in prestito. Pagheremo degli interessi (denominati “Borrow APY”) ma al tempo stesso guadagneremo dei token COMP (la piattaforma “ci paga” perché abbiamo utilizzato i suoi servizi).

Il vantaggio di questo processo è quello di poter operare su due livelli senza dover versare ulteriori capitali.

Quali sono i pericoli?

Se ci limitassimo a fornire ETH, non ce ne sono: riceveremmo gli interessi e potremmo comunque prelevare i nostri fondi in qualsiasi momento.
Compound pone dei limiti che mettono in cassaforte i token depositati. Se un utente fornisce 1000€ in ETH, non potrà richiedere un prestito di pari valore: massimo l’80% del collaterale, 800€ nel nostro esempio. In questo modo, il margine dà delle garanzie anche in caso di perdita di valore del collaterale stesso.

Se invece dovessimo prendere in prestito dei capitali, il rischio principale sarebbe quello di essere liquidati.
Torniamo a qualche riga fa: fingiamo di aver fornito 1000€ in ETH e aver preso in borrow 700€ in DAI.
Per nostra sfortuna, il prezzo di ETH crolla e non è più in grado di coprire ciò che abbiamo ottenuto in prestito.
Per tutelare sé stessa e i lender, la piattaforma apre la porta ai liquidatori, persone che ripagheranno la cifra da noi presa in borrow. In cambio, essi otterranno parte del nostro collaterale con uno sconto sul prezzo di mercato.
Di fatto, la liquidazione non è nient’altro che la chiusura forzata della nostra posizione. Non è uno scenario auspicabile in quanto si possono perdere capitali significativi.

Dati i rischi, perché operare in questo modo?

Se ben ponderato, il borrow di un asset può essere profittevole e relativamente sicuro.

Come prima cosa, bisogna sempre mantenere un range di sicurezza superiore a quello proposto da Compound: seppur vi sia la possibilità di prendere in prestito asset per un importo fino all’80% del valore del collaterale, si consiglia di stare sotto il 50%. In questo modo saremo al riparo anche da dump significativi e avremo modo di agire per tempo.

Come seconda cosa, questo tipo di operatività richiede un costante monitoraggio. Dovremo infatti tenere d’occhio il prezzo del collaterale, così da poter ripagare il debito nel caso fossimo pericolosamente vicini alla soglia di liquidazione.

Rispetto a pool di liquidità, farm e stake, qui il rischio è superiore. È imperativo essere consapevoli di ciò che stiamo facendo.

Che cos'è Compound Protocol?

Quale wallet utilizzare su Compound?

Il protocollo opera su Ethereum e abbiamo quindi disponibili scelte come Metamask, Coinbase Wallet e Wallet Connect.

Buone notizie anche per chi utilizza un Ledger: è perfettamente compatibile. Non ne hai uno? visita il negozio ufficiale Ledger!

Scegliamo il wallet preferito e siamo quasi pronti per iniziare.

Non resta che fare la conoscenza del token nativo Compound COMP.

"Metamask, Coinbase Wallet o il fidato Ledger? l'utente ha massima libertà di scelta"

Il token Compound COMP

COMP è il token nativo di Compound Protocol.

Gli esemplari disponibili sono 10 milioni. Al momento, solo il 62% della supply è in circolazione.

Il ruolo di COMP è soprattutto quello di governance token: in base a quante coin si possiedono, gli utenti hanno relativa forza di voto.

A livello di puro investimento, COMP non rappresenta la migliore delle idee. Il trend attuale non è positivo e sono disponibili opportunità decisamente più promettenti.

Come sempre, ognuno dovrebbe fare le proprie ricerche: quanto appena scritto potrebbe non essere condivisibile da un’altra persona, dipende da numerosi fattori.

Siamo pronti per il nostro viaggio: andiamo sul sito di Compound.finance, lanciamo l’app con il tasto in alto a destra e iniziamo!

Come fornire capitali a Compound

Come abbiamo modo di vedere, l’interfaccia della dashboard è semplice e intuitiva.

Dashboard Compound Protocol

Nella parte alta potremo visualizzare la nostra situazione: bilanci, APY netto (supply-borrow = APY netto) e una sottile barra contrassegnata dalla scritta “Borrow Limit“.
Quest’ultimo elemento è fondamentale: nel momento in cui andremo a ricevere un asset in prestito, qui potremo immediatamente ottenere un’istantanea della nostra situazione in base alla percentuale visualizzata.
Teniamo sempre in mente che più il numero è basso, più il rischio di liquidazione è lontano. Se dovessimo avvicinarci pericolosamente verso la parte destra, procediamo a ripagare il nostro debito, così da evitare perdite.

Come depositare fondi?

È davvero molto facile.

Scegliamo uno degli asset presenti nella colonna di sinistra, relativa ai “Supply Markets“.

Ad esempio, decidiamo di fornire ETH. Cliccando su di esso, si aprirà una finestra che ci consentirà di indicare la quantità da versare. Da qui sarà possibile anche prelevare: sarà sufficiente selezionare la scritta “WITHDRAW”.
Scelta la quantità, confermiamo con il pulsante verde e approviamo la transazione. Diamo qualche secondo alla blockchain e nella parte alta della dashboard vedremo l’importo aggiornato sotto la voce “Supply Balance”. Il processo è già completato.

Depositando dei token, Compound ci restituirà dei cToken. Nel nostro caso, avendo depositato ETH, il wallet riceverà dei cETH. Si sconsiglia di operare con queste coin: sono l’unico mezzo che ci consentirà di poter riavere gli ETH inizialmente versati.

Come fornire capitali a Compound

Come ottenere un prestito su Compound Finance

Se non l’avessimo già fatto, clicchiamo sul pulsante “Collateral” relativo al token da noi versato.
In questo modo avremo il controllo totale su quali asset depositati utilizzare come collaterale e quali no.

Dettaglio supply collaterale Compound

Spostiamoci nella colonna di destra, dedicata ai Borrow Markets.
Quale token prendere in prestito? la scelta sta a noi. Per evitare ulteriori rischi crypto, sarebbe meglio ottenere una stablecoin (che poi potremo scambiare all’esterno della piattaforma, se lo volessimo).

Dopo aver effettuato la scelta, clicchiamo sulla coin in questione per far aprire una finestra molto simile a quella vista nella fase di supply. Selezioniamo la quantità desiderata, confermiamo col pulsante verde e approviamo la transazione nel wallet.

Ripetiamo: è possibile chiedere al massimo una quantità pari all’80% del valore del collaterale ma è decisamente pericoloso. Invece, una cifra sotto al 50% ci mette al riparo anche da significativi dump dello stesso.

Da questa sezione si potrà inoltre ripagare il prestito: sarà sufficiente cliccare sulla scritta “REPAY” e indicare in che misura vorremo procedere.

A operazione conclusa, nel wallet compariranno i token e saremo liberi di metterli in pool di liquidità, farm, stake o scambiarli.

Per invertire il processo e riprendere possesso del collaterale dovremo:

  1. Ripagare il debito: ho ottenuto 1000 DAI? dovrò restituire 1000 DAI più gli interessi.
  2. Ritirare il collaterale.

Come ottenere un prestito su Compound Finance

Governance di Compound (COMP)

Spendiamo qualche parola sul sistema di governance della piattaforma Compound.

Il token COMP è l’elemento centrale: in base alla quantità detenuta si ha maggiore o minore forza di voto.

Dall’app di Compound, cliccando sulla scritta in alto “Vote” si può avere accesso alla sezione dedicata.

Da qui, selezionando il tasto “Get Started” potremo scegliere se votare manualmente o delegare a una terza parte.

Nella parte sinistra della pagina vedremo le varie proposte, lo storico e i risultati.

Partecipando attivamente si può contribuire alla definizione di indirizzi e obiettivi del protocollo.

"Detenendo COMP si ha diritto di voto, diventando perciò parte attiva nella governance della piattaforma"

Altre funzionalità: dati, prezzi e documentazione

Dalla homepage di Compound è possibile accedere ad alcune sezioni contenenti informazioni utili.

La prima è Market, da cui si ha una panoramica generale della piattaforma: totale versato in lend, complessivo preso in borrow e dettagli su ciascun token. La salute del protocollo è ottima e qui è possibile vederlo con i propri occhi.

In Prices possiamo visualizzare i prezzi dei token e la relativa variazione. Vengono aggiornati frequentemente.

Docs ci reindirizza alla documentazione della piattaforma. Si tratta di scritti corposi e spesso decisamente tecnici: Compound è costruito soprattutto per gli sviluppatori, perciò nei documenti è facile imbattersi in spezzoni di codici di programmazione sconosciuti ai più 😀

Altre funzionalità: dati, prezzi e documentazione

Compound Protocol: strategia di investimento non per principianti

Veniamo quindi al paradosso di Compound.

Il protocollo è facile da utilizzare e una persona inesperta avrebbe meno difficoltà a operare rispetto a un pool di liquidità.

Tuttavia, il meccanismo che c’è dietro è più complesso e rischioso: utilizzando un collaterale e prendendo in prestito un token, possono svilupparsi strategie molto articolate e che richiedono tanta attenzione e conoscenza degli strumenti.

Quindi Compound è solo per utenti avanzati? non esattamente.
Anche l’utente meno esperto può avvicinarsi a questo tipo di operazioni purché si muova con prudenza, senza esagerare. Fondamentale quindi evitare di richiedere borrow vicini ai limiti percentuali; inoltre, tenere sotto controllo la situazione è d’obbligo.
Così facendo, chiunque può beneficiare delle opportunità proposte.

Compound è un’ottimo protocollo di lending e borrowing, dotato di ingenti capitali versati e una storia solida alle spalle.

Chiunque fosse interessato a operare secondo queste modalità su Ethereum, probabilmente troverà in questa piattaforma la miglior scelta possibile.

Utilizzi abitualmente Compound? Come ti trovi?

Raccontaci la tua esperienza sui nostri social!

Per essere più completi possibile, nel video che segue troverai un video tutorial. Seppur non molto recente, è ancora molto valido 🙂


bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 19,311.48
ethereum
Ethereum (ETH) $ 1,059.37
tether
Tether (USDT) $ 0.999790
usd-coin
USD Coin (USDC) $ 1.00
bnb
BNB (BNB) $ 215.36
binance-usd
Binance USD (BUSD) $ 1.00
xrp
XRP (XRP) $ 0.312580
cardano
Cardano (ADA) $ 0.446586
solana
Solana (SOL) $ 32.50
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.065469
polkadot
Polkadot (DOT) $ 6.73
dai
Dai (DAI) $ 1.00
tron
TRON (TRX) $ 0.064440
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000010
leo-token
LEO Token (LEO) $ 5.95
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 19,310.36
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 15.97
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 1,020.42
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.457524
litecoin
Litecoin (LTC) $ 50.75
ftx-token
FTX (FTT) $ 24.54
okb
OKB (OKB) $ 12.10
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.112746
chainlink
Chainlink (LINK) $ 6.02
stellar
Stellar (XLM) $ 0.109925
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 3.29
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 7.90
uniswap
Uniswap (UNI) $ 4.80
algorand
Algorand (ALGO) $ 0.304392
monero
Monero (XMR) $ 111.64
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 14.50
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 100.36
theta-fuel
Theta Fuel (TFUEL) $ 0.047400
chain-2
Chain (XCN) $ 0.082292
vechain
VeChain (VET) $ 0.022150
flow
Flow (FLOW) $ 1.47
frax
Frax (FRAX) $ 0.998739
the-sandbox
The Sandbox (SAND) $ 1.07
apecoin
ApeCoin (APE) $ 4.45
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.061757
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 5.25
decentraland
Decentraland (MANA) $ 0.837894
tezos
Tezos (XTZ) $ 1.37
true-usd
TrueUSD (TUSD) $ 1.00
filecoin
Filecoin (FIL) $ 5.31
theta-token
Theta Network (THETA) $ 1.16
axie-infinity
Axie Infinity (AXS) $ 13.93
elrond-erd-2
Elrond (EGLD) $ 50.37
bitcoin-sv
Bitcoin SV (BSV) $ 51.71
helium
Helium (HNT) $ 9.20