8 min read

Rendita passiva stablecoin: le migliori opportunità

Pochi rischi e zero esposizione alla volatilità. Quali sono i metodi migliori per ottenere una rendita passiva dalle stablecoin?

Rendita passiva stablecoin: le migliori opportunità

Stablecoin e rendita passiva

Le stablecoin possono essere un’opzione più che praticabile per chi desidera investire in criptovalute senza esporre i propri asset ai rischi associati alla volatilità. E in un periodo in cui il mercato viaggia al ribasso, d’altra parte, possono offrire svariate opportunità per ottenere dei profitti non indifferenti. 

Rispetto ai tassi d’interesse offerti dalla finanza tradizionale non c’è paragone, come è intuitivo che sia, ma anche in relazione al resto dell’ecosistema DeFi le stablecoin possono annoverarsi tra gli strumenti migliori per ottenere delle rendite passive, senza gran parte dei rischi associati alle criptovalute. 

Una stablecoin è quel tipo di criptovaluta supportata (“pegged”) da un altro asset, che la rende stabile e scevra da ogni tipo di fluttuazione. E questo asset può includere valute legali tradizionali, materie prime, altre criptovalute o qualsiasi altra cosa che possa avere valore. In sostanza, una “incarnazione” digitale di risorse fisiche reali. Nella maggior parte dei casi, ovvero per quanto riguarda le stablecoin più richieste dal mercato, queste sono sostenute dal dollaro, con un rapporto di 1:1, e combinano la stabilità del tasso di cambio con la praticità e l’elevata velocità dei pagamenti, che in fin dei conti sono le caratteristiche che le hanno rese appetibili. 

Ma quali sono le migliori opportunità offerte dall’universo della DeFi in campo stablecoin, e come funzionano? Per rispondere a questa domanda non si può far altro che passare in rassegna le varie piattaforme, e valutare tutte le possibilità con criteri ben definiti. Come sempre: trasparenza e affidabilità dei protocolli. 

L’offerta della DeFi

Tra tutte le possibilità che si potrebbero prendere in considerazione per cercare di ottenere delle rendite sulle stablecoin, Anchor protocol è in questo momento storico il luogo di gran lunga più adatto per mettere a rendita i propri fondi. Sia per quanto riguarda la sua facilità d’uso, sia per quanto può garantire in termini di rendita. 

Anchor consiste in un servizio di lending, che nasce per offrire prestiti sulle stablecoin della blockchain Terra, con un APY (rendimento percentuale annuo) derivato dal deposito dei fondi che si aggira intorno al 20%. Con una particolarità: il rendimento, a differenza della maggior parte delle altre piattaforme, è costante nel tempo. In poche parole, il protocollo con il miglior rapporto rischio/rendimento. 

Ma come è possibile? Il protocollo è legato a doppio filo con l’essenza della stablecoin richiesta per poter operare sulla piattaforma: UST. E conseguentemente con tutto l’ecosistema Terra. Per quanto riguarda l’argomento affrontato in questo momento, basti sapere che gli utenti possono semplicemente offrire i propri UST per ottenere delle rendite consistenti, ma grazie a tutta l’infrastruttura che modera l’ecosistema Terra. Sulla piattaforma, per esempio, si potrebbero fornire anche altre coin come collaterale, ottenendo UST in prestito e creando, conseguentemente, delle nuove opportunità figlie di strategie su più livelli. 

Lato pratico, la questione è molto semplice. Basta avere il wallet Terra Station, i propri UST, e depositarli cliccando il tasto “Earn” in homepage. Nessun token nativo della piattaforma, e nessuna coppia di liquidità. Tutto ciò che serve consiste nei propri UST, che se non si possiedono possono benissimo essere ottenibili dalla piattaforma stessa. 

C’è poi Beefy finance, ovvero un ottimizzatore di interessi multi-chain. In pratica, il suo servizio consiste nel massimizzare automaticamente i rendimenti ottenuti dai pool presenti nei network supportati, sfruttando in secondo luogo anche complesse strategie di compound. 

Per interfacciarsi alla piattaforma, e in funzione dell’obbiettivo di ottenere una rendita passiva da una stablecoin, bisogna guardare ai “Vaults”. Questi consistono nei principali prodotti offerti da Beefy, all’interno dei quali è possibile mettere in staking i propri asset generando interessi, che a loro volta vengono aggiunti al deposito iniziale incrementandone la rendita (per l’appunto, il compound). 

Quando si partecipa a un Valult si ottengono i mooTokens, ovvero le ricevute rilasciate agli utenti. In base al peso della posizione che si ottiene in un vault, si riceve in proporzione un determinato numero di mooTokens. E in base a questi, nel proprio wallet aumenterà il numero di asset sottostante a questa ricevuta. 

Anche Yearn finance, in termini di massimizzazione degli investimenti crypto, non ha nulla da invidiare a nessuna piattaforma. Tra i principali protocolli su blockchain Ethereum e Fantom, poi, è da tempo garanzia di sicurezza e trasparenza. 

Anche in questo caso si tratterà dei Vaults, che consistono sostanzialmente nei pool dove depositare i fondi conseguendo ottimi rendimenti. Per quanto riguarda le stablecoin, e la loro migliore applicazione, la blockchain di riferimento alla piattaforma è Fantom, poiché su Ethereum, dove comunque opera il protocollo Yearn, gli APY risultano decisamente meno invitanti. 

L’elenco delle “opportunities” segnala agli utenti i pool in evidenza, e con tutte le informazioni necessarie, compresi eventuali boost e interessi provenienti da altre piattaforme come Curve o Convex. 

Depositare i fondi, anche in questo caso, è molto semplice. Una volta scelto il pool basterà approvare la transazione, e il gioco è fatto. Con tutta la comodità di poter ritirare i propri asset in qualsiasi momento, probabilmente il punto di maggior forza della piattaforma, ovvero massimizzare i guadagni provenienti dai fondi depositati, ma senza bloccarli in alcun modo. 

Rimanendo su Fantom, anche Liquid Driver può riservare delle sorprese. La DApp sulla rete FTM implementa una sistema di liquiditàon-demand” per vari progetti dell’ecosistema, sostituendo i protocolli nell’incentivare i liquidity providers.

Questi non sono più tenuti a emettere enormi quantità dei loro token per convincere i provider a depositare presso di loro, ma sarà lo stesso Liquid Driver a pensarci, creando un bacino di liquidità da depositare presso i progetti più stabili.

Tra i protocolli partner, Liquid Driver supporta diversi vault di liquidità, divisi tra Spiritswap, Spooky Island e Beethoven X, ma il più funzionale alla nostra ricerca sembra essere Magic Land, con il suo tripool (tripletta di token, invece della coppia).

Le opportunità della CeFi

Accantonando il mondo della DeFi, offrono i propri vantaggi anche le piattaforme legate al contesto della finanza centralizzata. Come, e soprattutto, Ledn, con il suo servizio di intermediario nel mondo del prestito delle criptovalute. 

All’interesse annuo che la piattaforma consente di ottenere corrisponde anche il prestito della liquidità ai propri utenti, ai quali viene chiesto un interesse. Mentre i tassi di interesse variano a seconda della domanda che c’è per una determinata moneta, il tipo di moneta e la quantità che viene depositata. In questo caso, il token prescelto è USDC.

Crypto.com, invece, è ormai un exchange che non ha più bisogno di presentazioni, con la sua sezione Earn, dove poter mettere a rendita stablecoin con profitti interessanti.   

La piattaforma offre la possibilità di mettere in staking USDT o USDC, con una ricompensa in CRO oppure nella valuta depositata, ovvero la stablecoin che si è scelto di utilizzare. Esistono tre diversi tipi di staking: “flexible”, e di 1 o 3 mesi. Con la prima tipologia i ritorni saranno più bassi, ma con la possibilità di svincolare il token messo a rendita quando si vuole. Gli altri due tipi di staking messi a disposizione dalla piattaforma, ad 1 e 3 mesi, fanno invece guadagnare interessi più alti in base al tempo di detenzione “bloccato” delle valute in staking. USDT, per esempio, una volta sottoscritto il vincolo, non potrà essere prelevato o tolto dallo staking per tutto il periodo pattuito. E ad influire ulteriormente sulla percentuale di rendimento dell’Earn c’è anche la Card dell’exchange. In base alla “potenza” di quest’ultima (che varia in base a quanti CRO sono stati bloccati sulla piattaforma), infatti, le percentuali possono variare dal 6% al 12% con un vincolo di tre mesi.

Infine: Blockfi. I tassi d’interesse che la piattaforma offre per le stablecoin variano a seconda della domanda che c’è per quella determinata moneta che viene depositata, del tipo di moneta stessa e anche dalla quantità di coin che viene immessa nella piattaforma.

Nell’ultimo periodo, visto il notevole aumento di fondi depositati al suo interno, i tassi d’interesse che la piattaforma restituisce sono drasticamente diminuiti. Nonostante ciò, parliamo di una delle CeFi più sicure presenti sul mercato, e sapendo che la diversificazione è la prima regola che un investitore deve rispettare, potremmo considerarla comunque come metodo utile per far rendere le nostre stablecoin.


bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 20,141.00
ethereum
Ethereum (ETH) $ 1,135.00
tether
Tether (USDT) $ 1.00
usd-coin
USD Coin (USDC) $ 1.00
bnb
BNB (BNB) $ 237.16
binance-usd
Binance USD (BUSD) $ 1.00
xrp
XRP (XRP) $ 0.322624
cardano
Cardano (ADA) $ 0.456403
solana
Solana (SOL) $ 35.78
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.067371
polkadot
Polkadot (DOT) $ 6.89
dai
Dai (DAI) $ 1.00
tron
TRON (TRX) $ 0.067264
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000010
leo-token
LEO Token (LEO) $ 5.83
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 20,116.00
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 18.23
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 1,100.89
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.517593
litecoin
Litecoin (LTC) $ 50.00
ftx-token
FTX (FTT) $ 25.55
okb
OKB (OKB) $ 12.48
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.116832
chainlink
Chainlink (LINK) $ 6.24
stellar
Stellar (XLM) $ 0.109212
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 8.79
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 3.42
uniswap
Uniswap (UNI) $ 5.39
monero
Monero (XMR) $ 124.69
algorand
Algorand (ALGO) $ 0.309247
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 14.98
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 104.96
theta-fuel
Theta Fuel (TFUEL) $ 0.050227
chain-2
Chain (XCN) $ 0.083174
vechain
VeChain (VET) $ 0.023199
flow
Flow (FLOW) $ 1.58
the-sandbox
The Sandbox (SAND) $ 1.25
apecoin
ApeCoin (APE) $ 4.90
frax
Frax (FRAX) $ 0.998505
decentraland
Decentraland (MANA) $ 0.896285
tezos
Tezos (XTZ) $ 1.51
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 5.49
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.061513
filecoin
Filecoin (FIL) $ 5.49
elrond-erd-2
Elrond (EGLD) $ 54.41
true-usd
TrueUSD (TUSD) $ 1.00
theta-token
Theta Network (THETA) $ 1.21
axie-infinity
Axie Infinity (AXS) $ 14.49
bitcoin-sv
Bitcoin SV (BSV) $ 53.86
eos
EOS (EOS) $ 0.981417