12 min read

VVS Finance: protocollo DeFi leader su Cronos

La principale piattaforma DeFi di Cronos, side chain di Crypto.com, offre alte rendite unite a un'interfaccia d'uso molto intuitiva

VVS Finance: protocollo DeFi leader su Cronos

VVS Finance: DeFi semplice e remunerativa su Cronos Chain

Il 2021 ha riservato tante novità agli utenti e investitori dei servizi di Crypto.com.

Infatti, se dovessimo assegnare il premio di “Miglior strategia di crescita”, questa celebre Azienda sarebbe fra le principali contendenti alla vittoria.

Al super-burn del token CRO di febbraio 2021 sono seguite azioni di marketing e sviluppo ben pianificate. Fra queste, spicca l’investimento di 700 milioni di dollari per rinominare in Crypto.com Arena lo Staples Center, stadio dei Los Angeles Lakers, Clippers e Kings.

Ciò ha ovviamente portato a un interesse crescente verso i servizi dell’Azienda.

Tuttavia, la vera bomba che tutti quanti attendavamo era un’altra: l’arrivo della Cronos Chain.

Crypto.com ha da tempo attiva la sua Crypto.org chain, costruita utilizzando Cosmos SDK e basata sull’algoritmo di consenso Tendermint Proof of Stake.

Era necessario però fare un passo in più: serviva una chain che supportasse gli smart contract e che permettesse la nascita di protocolli e applicazioni. L’obiettivo di Cronos è esattamente questo.

Subito dopo il lancio, avvenuto l’8 novembre, diverse dApp hanno fatto la loro comparsa sulla chain.

VVS Finance ha riscosso immediato successo grazie all’interfaccia semplice e alle elevate rendite offerte.

In questo articolo scopriremo a fondo tutte le funzionalità del protocollo, così da poterlo utilizzare senza alcuna preoccupazione.

Che cos’è VVS Finance?

VVS Finance è il principale protocollo DeFi disponibile su Cronos Chain.

L’interfaccia è familiare e ricorda PancakeSwap, probabile motivo per cui molti utenti hanno investito in questa piattaforma.

Inoltre, VVS Finance ha ottenuto un “riconoscimento” non ufficiale direttamente da Crypto.com, cosa che certamente porta maggior credibilità al progetto.

Le funzionalità disponibili sono quelle che possiamo trovare nella quasi totalità dei protocolli DeFi: Swap di token, liquidità, farm e stake.

VVS è un AMM (Automated Market Maker) e funziona sulla base dei liquidity pool. Non vi è alcun order book: la compravendita di token viene fatta “contro” il corrispettivo pool di liquidità, al contrario dell’interazione venditore-compratore tipica degli exchange.

VVS Finance potrebbe sembrare un po’ limitato ma ragionamo: a meno di voler operare in modo avanzato su strumenti particolari, a questo protocollo non manca nulla. Anzi, la semplicità di utilizzo è piacevole e alla portata di tutti.

È comunque assai probabile che in futuro si aggiungeranno altri servizi. Per ora, VVS Finance fa della facilità d’uso il suo cavallo di battaglia.

L’unica nota stonata che si può trovare è la presenza di qualche piccolo bug e rallentamento, tutto perdonabile: la piattaforma è giovane e Cronos è talvolta congestionata. In ogni caso, i token sono al sicuro anche quando si sperimentano situazioni di questo tipo, non preoccupiamoci e attendiamo qualche minuto prima di riprovare a operare.

Nel complesso, l’esperienza d’uso con VVS Finance è molto positiva e porta rendite molto interessanti.

Che cos’è VVS Finance?

Il token nativo VVS

VVS è il governance e utility token del protocollo.

Le funzioni che assolve sono le classiche delle coin native di una piattaforma DeFi: reward agli utenti, riserva di liquidità, investimenti, fondi per il team di sviluppo e via dicendo.

Quanto alla governance,  al momento non è disponibile e verrà integrata in futuro, secondo il meccanismo X token VVS = X numero di voti.

La supply massima è decisamente elevata: ben 100 trilioni.

I token non sono tutti disponibili ma seguiranno un piano di emissione pluriennale: 50 trilioni il primo anno, 25 il secondo e così via, andando sempre a dimezzare il numero di anno in anno.

Data l’elevata offerta, è difficile vedere VVS come un token su cui investire nel medio e lungo periodo.

Inoltre, la maggior parte degli investitori va a raccogliere le rendite per poi dumparle (vendere) subito, rendendo il prezzo molto volatile.

Il consiglio è quello di approfittare degli ottimi APR, evitando però di mantenere nel portafoglio la totalità dei VVS ottenuti come reward.

Ora sappiamo tutto ciò che serve per iniziare. Perciò, senza alcuna esitazione, tuffiamoci nelle funzionalità di VVS Finance!

Quale wallet utilizzare su VVS Finance?

Come prima cosa, andiamo su VVS Finance e colleghiamo il nostro wallet. Non sai quale utilizzare? Vediamolo insieme!

Come sappiamo, questo protocollo DeFi funziona su Cronos. È quindi indispensabile avere un wallet che funzioni correttamente con questa chain.

Le due scelte migliori sono Metamask e il DeFi Wallet di Crypto.com.

Entrambi sono validi e sicuri, perciò si può tranquillamente optare per quello preferito o maggiormente utilizzato.

Se vuoi aumentare la sicurezza dei tuoi fondi, un hardware wallet Ledger è ciò che fa al caso tuo. Qui un articolo completo dedicato a Ledger Nano X.

"Metamask e il DeFi Wallet di Crypto.com rappresentano le due scelte migliori per interagire con VVS Finance in sicurezza"

Swap di token su VVS Finance

Iniziamo questo tutorial con una funzionalità che deve sempre esserci in un protocollo DeFi: lo swap dei token.

In questo modo, l’utente ha la possibilità di scambiare le proprie coin e ottenerne altre diverse.

Chi ha già utilizzato una qualsiasi altra piattaforma DeFi non avrà difficoltà a procedere. Tuttavia, anche l’utente meno esperto non dovrebbe incontrare particolari problemi.

Possiamo accedere a Swap dal menu: posizionando il mouse su Trade, vedremo comparire una tendina con due voci, Swap e Liquidity; clicchiamo sulla prima.

L’interfaccia è minimal e ordinata.

Nel riquadro più in alto, recante la scritta “You Pay”, selezioniamo dal menu a tendina il token in nostro possesso che vogliamo scambiare.

I pulsanti con le percentuali ci aiutano a scegliere la quantità di token da vendere senza doverla scrivere.

Nel riquadro in basso andremo a selezionare la coin che desideriamo ottenere.

A questo punto, cliccando sul pulsante “Swap” si aprirà una finestra riassuntiva da cui dovremo dare conferma della transazione. Forniamo l’approvazione sul wallet e attendiamo pochi secondi: swap completato, congratulazioni!

Talvolta, dalla finestra di conferma, può capitare che compaia un messaggio recante “Price Updated”: significa che il prezzo tra i token è cambiato.
In questo caso, è sufficiente cliccare sul pulsante “Accept” per approvare l’aggiornamento del prezzo. Ovviamente, verifichiamo che la variazione sia entro dei limiti ragionevoli prima di confermare l’operazione.

Se vi fosse la necessità di modificare lo slippage, clicchiamo sull’icona con l’ingranaggio in alto a destra, sulla barra blu del menu.
Da qui potremo inoltre decidere di aumentare la velocità delle transazioni (ovviamente pagando una cifra superiore in gas fee).

A tal proposito, una nota: VVS Finance è una piattaforma DeFi di Cronos Chain. Perciò, ogni transazione viene pagata in CRO, la coin di Crypto.com. Le fee sono contenute ma è consigliabile avere sempre qualche CRO per poter operare in totale libertà.

Swap di token su VVS Finance

Liquidity e Farms: rendite elevate nelle farm di VVS Finance

Ammettiamolo: se abbiamo cercato “VVS Finance” e aperto questo articolo è perché siamo “a caccia” di buone opportunità di guadagno.

Ottime notizie: le rendite di questo protocollo sono molto interessanti.

VVS Finance ripaga gli investitori con due ricompense:

  • la percentuale sulle transazioni della piattaforma (2/3 del totale, prevista per chi versa liquidità)
  • i token VVS(reward aggiuntiva, destinata a chi mette in farm i token LP).

Dal menu, sotto la voce Earn, troviamo Farms. Cliccandoci sopra, accediamo alla pagina che mostra i vari pool in cui possiamo versare degli LP token e iniziare a ottenere delle ricompense.

Al momento della scrittura, le opzioni disponibili non sono molte, circa una quindicina. Tuttavia, il numero è cresciuto nel tempo e possiamo aspettarci che il trend proseguirà in questo senso.

Come funzionano le farm? È più semplice di quello che si può pensare.

All’inizio dell’articolo avevamo scritto che VVS Finance è un AMM.

Per un Automated Market Maker (AMM) i pool di liquidità sono fondamentali: essi garantiscono il normale funzionamento della piattaforma, consentendo di fare compravendita anche quando a un venditore non corrisponde un compratore (e viceversa).

Chiunque può fornire token ai pool di liquidità e contribuire così alla stabilità del protocollo.

In cambio, si ottengono due tipi di ricompense: le percentuali sulle fee e i token VVS.

Le prime, in questo caso nella misura dello 0,2%, provengono dalle commissioni che gli utenti pagano quando scambiano token, mettono in stake delle coin e via dicendo.

I secondi sono una ricompensa aggiuntiva molto diffusa in questo tipo di piattaforme.

In entrambi i casi, fee e token VVS vengono distribuiti in base a quanti LP token abbiamo versato.

Passiamo a un esempio pratico: farmare nel pool CRO-ETH.

Come prima cosa dobbiamo essere in possesso di entrambi i token. La funzione Swap ci viene in soccorso nel caso fosse necessario fare qualche scambio.

A questo punto, andando sulla pagina Farm, vedremo l’elenco dei vari pool su cui si può farmare, i rispettivi APR e la staked liquidity (liquidità versata, più è alta maggiore è la sicurezza dei nostri fondi, attenzione se è molto ridotta).

Dall’elenco, clicchiamo sulla linea che corrisponde a CRO-ETH.

Si aprirà una sezione da dove potremo versare i nostri LP token.

Prima di questo passaggio dovremo però ottenere questi token LP: clicchiamo sulla scritta a sinistra “Get CRO-ETH LP” per essere automaticamente reindirizzati alla pagina Liquidity.

Volendo, senza entrare in Farm, potremmo andare direttamente nella pagina Liquidity dal menu (si trova sotto la voce Trade). Poi però dovremmo selezionare manualmente i due token da versare. Invece, passando dal Farm troveremo già tutto correttamente impostato.

A questo punto, selezioniamo la quantità da versare di uno dei due token; in automatico, l’altro imposterà un importo pari al valore dell’altro token. Ad esempio, se 1 ETH = 4000 CRO, scegliendo di versare 0,5 ETH, la sezione CRO imposterà autonomamente la quantità a 2000.

Clicchiamo su “Supply”, confermiamo e approviamo la transazione. Qualche istante di attesa e vedremo un messaggio di conferma nella parte in alto a sinistra dello schermo: abbiamo ottenuto gli LP token, evviva 🙂 .

Avevamo parlato dei piccoli problemi che talvolta si manifestano su VVS Finance e può capitare che la transazione non vada a buon fine. Attendiamo qualche minuto e riproviamo: dovrebbe filare tutto liscio. In caso contrario, probabilmente la chain è congestionata: diamole qualche minuto in più per processare le migliaia di operazioni che le vengono richieste.

Dalla pagina Liquidity potremo anche andare ad aggiungere o rimuovere la liquidità nei pool a cui abbiamo già aderito. Nella parte bassa della pagina comparirà una finestrella da cui si potrà operare con semplicità, cliccando sui tasti “-” e “+” per rimuovere o aggiungere token.

Con i nostri LP token nel wallet, spostiamoci nuovamente nella pagina Farm e dall’elenco clicchiamo su quella di nostro interesse (in questo caso CRO-ETH).

Dal piccolo riquadro a destra è possibile aggiungere (nonché rimuovere) gli LP token. Bastano pochi click di conferma e l’approvazione della transazione del wallet per essere operativi.

A questo punto non è necessario fare altro: stiamo già farmando e in pochi secondi vedremo nel riquadro di sinistra quanti token VVS abbiamo guadagnato. Affiancato al contatore, troveremo il pulsante “Harvest”, da cliccare per raccogliere i VVS ottenuti.

Le farm di VVS Finance non fanno auto compound: se lo vorremo, saremo noi a dover reinvestire i guadagni nuovamente nel pool.
Il ciclo è meccanico e facile:

  1. raccolgo i token VVS e li converto nei due token su cui sto farmando.
  2. Verso i token nel pool di liquidità. Giro gli LP token ottenuti nella farm.
  3. Proseguo in questo modo all’infinito, finché lo desidero.

In presenza di APR elevati, si consiglia di fare compounding una volta al giorno o comunque almeno 3/4 volte a settimana.

Ultimo consiglio: raccogliere i token ottenuti e reinvestirli solo se la cifra è ragionevole (dovrebbe giustificare la spesa in gas fee).

Prestare sempre massima attenzione alla volatilità dei token che abbiamo messo in farm: perdite e impermanent loss sono sempre dietro l’angolo. È indispensabile calcolare bene i movimenti e tenere sempre presente che ad alto APR corrispondono elevati rischi.

Liquidity e Farms: rendite elevate nelle farm di VVS Finance

Mines: lo stake di token VVS per i più coraggiosi!

Diciamo la verità: mettere in stake dei token che vengono quasi sempre subito scaricati è segno di intraprendenza e coraggio.

Però, una piccola somma, come scommessa, può avere senso metterla.

Dal menu, sotto la voce Earn troviamo Mines.

Entrando nella pagina, vediamo due possibili scelte: Auto VVS e Manual VVS.

Il primo procede in automatico a fare compounding, il secondo richiede la nostra azione.

Seppur Auto VVS faccia pagare una piccola fee per il servizio, esso rappresenta la scelta migliore: rendite pari a Manual VVS senza il pensiero di dover fare compounding “a mano”.

Mettere in stake i fondi è facile: prima si deve cliccare sul tasto “Enable” di Auto VVS o Manual VVS.

Dopo aver approvato la transazione (pagheremo una piccola fee) basterà cliccare su “Stake”. Si aprirà una finestra da cui potremo selezionare quanti token versare. Confermiamo, approviamo la transazione e siamo operativi!

In caso di Auto VVS, abbiamo finito: possiamo goderci il numero di token che cresce sempre di più. Se volessimo aggiungere altri VVS, basterebbe cliccare sul tasto con il segno “+” e selezionare dalla solita finestra la quantità desiderata.
Per ritirare, sceglieremo invece il pulsante “-”.

Nel caso in cui avessimo optato per Manual VVS, cliccando su “Collect” potremo raccogliere i token ottenuti e metterli in stake come abbiamo appena descritto. Il processo è identico anche per la rimozione.

Mines: lo stake di token VVS per i più coraggiosi!

Altre funzionalità: Dashboard, Analytics ed extra

Dalla Dashboard, raggiungibile dal menu in alto alla pagina, l’utente ha sotto controllo tutti i suoi fondi, l’andamento delle farm e dello stake.

È inoltre presente un comodo pulsante “Harvest all” nella parte in alto a destra, utile per raccogliere le ricompense dalle farm senza entrare nella pagina corrispondente.

Nient’altro da aggiungere, non ci sono funzioni particolari, si tratta “solo” di un’utile e ben fatta pagina riassuntiva.

Analytics è la sezione dedicata alle statistiche del protocollo.

Possiamo dire che questa pagina è una sorta di monitor sulle condizioni di salute dello stesso. Tenendo controllata la liquidità totale e i volumi, l’utente è in grado di comprendere se i suoi fondi sono al sicuro e se la piattaforma è solida.

Da qui è inoltre possibile avere una panoramica sull’andamento e rendimento dei pool, nonché prezzi, variazioni e volumi dei token sul mercato.

È una pagina da apprezzare in quanto semplice da consultare e decisamente comoda.

Oltre a queste funzionalità, dal menu posizionato in alto alla pagina troviamo tre puntini cliccabili, che mostrano altre tre voci: Docs, Code e Community.

Code rimanda al sito Github, contiene il codice del progetto VVS Finance ed è riservato a persone esperte in programmazione.

Docs offre un’ampia documentazione sul protocollo, utile per scoprirne più a fondo diversi aspetti.

Inoltre, sono disponibili anche dei tutorial (in lingua inglese) corredati di fotografie. Tuttavia, perché complicarsi la vita quando ci siamo apposta noi di The Crypto Gateway? 😀

Community è invece un semplice link di rimando alla sezione dove si trovano i collegamenti con i canali social del protocollo.

Altre funzionalità: Dashboard, Analytics ed extra

VVS Finance: la piattaforma DeFi leader della Cronos Chain

Cronos è appena nata e di conseguenza anche tutte le DApp che operano su di essa.

Queste piattaforme necessitano di tempo per limare i piccoli errori presenti, migliorare l’offerta ed espandere la liquidità totale di cui dispongono.

VVS Finance ha da subito dimostrato una buona affidabilità e ottime percentuali di rendimento. Rispetto ad altri protocolli, esso ha saputo ispirare fiducia dal principio, andando a raccogliere cifre enormemente superiori a quelle viste dalle piattaforme rivali.

Al momento della scrittura, VVS è il leader incontrastato di Cronos Chain, con 1.3 miliardi di liquidità versata (sui quasi 2 complessivi dell’intera Cronos Chain, fonte DefiLlama).
Il secondo classificato, il neonato Tectonic, si aggira intorno ai 200 milioni.
Le altre due piattaforme native di Cronos, uscite in contemporanea con VVS Finance, raccolgono rispettivamente 77 milioni (CronaSwap) e circa 10 (Crodex).

Nonostante la costante crescita della liquidità, quindi anche della domanda dei servizi, VVS Finance continua a offrire delle percentuali di rendita che fanno parecchio ingolosire.

Apportando qualche piccola miglioria, questo protocollo ha tutte le carte in regola per mantenere una posizione di riferimento nel tempo.

Il viaggio della Cronos Chain è appena iniziato e ci riserverà tante piacevoli sorprese.

VVS Finance sarà certamente un protagonista in questo percorso.

Hai approfittato degli alti rendimenti offerti da questo protocollo?

Come ti sei trovato?

Condividi con noi la tua esperienza!


bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 16,421.99
ethereum
Ethereum (ETH) $ 1,210.77
tether
Tether (USDT) $ 1.00
bnb
BNB (BNB) $ 300.92
usd-coin
USD Coin (USDC) $ 1.00
binance-usd
Binance USD (BUSD) $ 1.00
xrp
XRP (XRP) $ 0.393812
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.102357
cardano
Cardano (ADA) $ 0.310385
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.835267
polkadot
Polkadot (DOT) $ 5.28
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 1,193.44
litecoin
Litecoin (LTC) $ 75.83
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000009
dai
Dai (DAI) $ 0.999281
okb
OKB (OKB) $ 20.43
tron
TRON (TRX) $ 0.053681
solana
Solana (SOL) $ 13.62
uniswap
Uniswap (UNI) $ 5.48
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 12.54
chainlink
Chainlink (LINK) $ 7.34
leo-token
LEO Token (LEO) $ 3.83
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 16,375.07
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 10.11
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 19.61
the-open-network
The Open Network (TON) $ 1.72
monero
Monero (XMR) $ 138.21
stellar
Stellar (XLM) $ 0.088800
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 111.10
algorand
Algorand (ALGO) $ 0.239399
quant-network
Quant (QNT) $ 112.80
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.063580
apecoin
ApeCoin (APE) $ 4.14
filecoin
Filecoin (FIL) $ 4.34
vechain
VeChain (VET) $ 0.018586
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 1.61
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.049431
flow
Flow (FLOW) $ 1.11
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 3.93
frax
Frax (FRAX) $ 1.00
elrond-erd-2
MultiversX (Elrond) (EGLD) $ 42.38
eos
EOS (EOS) $ 0.913107
terra-luna
Terra Luna Classic (LUNC) $ 0.000160
theta-token
Theta Network (THETA) $ 0.934588
huobi-token
Huobi (HT) $ 7.05
chain-2
Chain (XCN) $ 0.042536
tezos
Tezos (XTZ) $ 0.985254
the-sandbox
The Sandbox (SAND) $ 0.565408
chiliz
Chiliz (CHZ) $ 0.163685
aave
Aave (AAVE) $ 61.46