10 min read

Osmosis: l'AMM interchain di Cosmos

Osmosis è l'AMM di riferimento dell'omonima chain sviluppata su Cosmos SDK. Punti di forza: operatività interchain, velocità, sicurezza e rendite elevate.

Osmosis: l'AMM interchain di Cosmos

Osmosis: Il principale AMM costruito su Cosmos SDK

In questo articolo scopriremo ogni dettaglio del principale AMM sviluppato su Cosmos SDK: Osmosis.

Il network di Cosmos crea quello che viene definito “internet of blockchains”: un ambiente dove gli sviluppatori possono creare delle dApp in grado di girare su diverse chain in modo nativo.

Così facendo, la scalabilità ottiene benefici immensi, il tutto senza dover rinunciare alla sicurezza.

Osmosis non è solo una di queste applicazioni: si tratta del principale AMM e da solo muove circa il 40% degli scambi interchain su rete Cosmos.

Nato nel 2021, questo protocollo ha da subito raccolto un’elevata liquidità. Ancora meglio, nel corso del tempo questa è andata sempre più aumentando, al contrario di molte piattaforme che si ridimensionano dopo il boom iniziale.

Il successo di Osmosis deriva da diversi fattori:

  • Transazioni rapide ed economiche.
  • Standard di sicurezza elevati.
  • Una proposta variegata e ricca.
  • Un team attento su tutti i fronti.

Oggi conosceremo la piattaforma e vedremo come investire nelle opportunità proposte.

Ok, abbiamo detto abbastanza per ora: iniziamo! 😀

Che cos'è Osmosis?

Osmosis è un DEX AMM sviluppato su Cosmos SDK. Dati i volumi e liquidità raccolta, in realtà sarebbe meglio dire “IL DEX AMM”.

Le applicazioni di questo ambiente sono dotate di chain dedicate. Così facendo, si ottengono diversi vantaggi:

  • Si mantiene la sicurezza, garantita dalla blockchain Cosmos.
  • Al tempo stesso, quest’ultima non viene congestionata dalle numerose transazioni.
  • La velocità per ciascuna operazione è elevata: in pochi secondi tutto viene portato a compimento.
  • Il sistema non è chiuso: essendo costruite su Cosmos SDK, le chain possono comunicare fra loro.

Osmosis non è estraneo a questa particolarità: esso è dotato di una propria chain che gestisce tutti i movimenti della piattaforma.

Le fee vengono pagate in token OSMO (che conosceremo nel prossimo paragrafo) e non in ATOM.

Osmosis è quindi qualcosa di diverso rispetto ai tanti protocolli DeFi esistenti.

Certo, alla fine la proposta è pressoché identica: trade di token, pool di liquidità con farm, stake…nulla di più.

Tuttavia, il sistema che c’è dietro rende la piattaforma a sé stante e offre stabilità e velocità delle transazioni.

Al tempo stesso si è in un ambiente aperto, dove è possibile comunicare con altre chain e scambiare token in modo rapido e senza bridge.
Ad esempio, grazie a Cronos Chain è possibile inviare i CRO di Crypto.com e investirli senza dover fare altri passaggi.
Su Osmosis possiamo operare con JUNO e ATOM senza ricorrere a token sintetici.
Sia chiaro, nulla contro gli asset peggati. Però, potendo scegliere è sempre preferibile possedere quello originale.

Il protocollo ha preso vita a metà del 2021, ottenendo da subito un grande successo.

L’interfaccia è decisamente colorata, ricca di illustrazioni spiritose e curate. Potrebbe sembrare una cosa non importante, tuttavia è anche questo un segnale dell’attenzione del team a ogni piccolo dettaglio.

Navigazione e funzionalità non creano problemi né rallentamenti: nei vari test effettuati nel tempo, non abbiamo davvero nulla da segnalare.

La parte migliore riguarda lo sviluppo, proseguito nel corso dei mesi; oltre all’offerta sempre più ampia, altro punto a favore.

L’intero universo Cosmos è in decisa espansione e sembra che il meglio debba ancora venire.

Osmosis è uno dei pilastri ed è praticamente certo che anch’esso andrà crescendo di pari passo.

Il tutorial che segue è quindi indispensabile per chiunque fosse interessato a uno degli ambienti più caldi di tutto il panorama crypto.

Che cos'è Osmosis?

Il token OSMO

OSMO è il token della piattaforma e assolve a diverse funzioni:

  • Reward agli utenti che versano liquidità e stake.
  • Governance token. Come sempre, maggiori sono gli OSMO detenuti, superiore è la forza di voto.
  • Riserva strategica di fondi.
  • Valuta per il pagamento delle transazioni.

La supply è di 1 miliardo di esemplari e viene rilasciata secondo uno schema che riduce di anno in anno l’emissione.

Rilascio token OSMO

Il 25% della supply è destinato al team che c’è dietro la piattaforma. Seppur questo dato sia molto elevato, è comunque previsto un periodo di vesting che dovrebbe lasciare un certo margine di sicurezza.
Inoltre, stando alle dichiarazioni ufficiali, nel caso gli sviluppatori originali non dovessero più corrispondere a quelli attuali, la chain può reclamare qualsiasi token non rilasciato destinato al team e girarlo alla community o verso altri scopi (da decidere tramite la governance).

Il valore intrinseco è discreto e, almeno finora, il prezzo ha seguito un andamento complessivamente buono.

La piattaforma inoltre introduce spesso delle novità, a beneficio anche del token.

Perciò, OSMO potrebbe rappresentare un buon investimento.

Come diciamo sempre, ognuno faccia le proprie ricerche: questi non sono consigli finanziari, solo degli spunti su cui poi lavorare.

Si tratta pur sempre di criptovalute: il valore può subire oscillazioni importanti anche in tempi rapidissimi.

"Accettando l'elevato rischio, OSMO potrebbe essere un buon investimento"

Quale wallet utilizzare su Osmosis?

Il protocollo propone due alternative:

  • il wallet Keplr, tramite estensione del browser.
  • WalletConnect, tramite Keplr mobile.

In questo tutorial troveremo un paio di schermate prese dalla prima opzione.

Keplr è un wallet ampiamente diffuso, sicuro e che offre diverse funzionalità.
L’utente abituato a Metamask potrebbe trovarlo un po’ complesso ma niente paura: è più facile di quello che può sembrare.

Dopo aver installato l’estensione del browser procederemo a configurare un nuovo wallet, avendo cura di annotare la frase seed e la password.

A questo punto, dall’app di Osmosis sarà sufficiente cliccare sul pulsante “Connect Wallet” per poter iniziare a operare.

Keplr è anche il mezzo con cui è possibile mettere gli OSMO in stake e partecipare alla governance della piattaforma: lo vedremo meglio in seguito.

Ora che tutto è pronto si può finalmente esplorare ogni singola funzionalità di questo protocollo.

Quale wallet utilizzare su Osmosis?

Trade di token su Osmosis

Cominciamo vedendo come scambiare dei token tramite la piattaforma.

Dalla pagina Trade, accessibile dal menu, accediamo alla sezione dedicata a questa funzione.

Tutto è molto semplice e già visto tante altre volte…per fortuna!

L’unica finestra presente nella pagina si divide in due sezioni:

  • La prima, contrassegnata dalla scritta “From” è quella in cui andremo a indicare la coin in nostro possesso da scambiare. La quantità può essere inserita manualmente o tramite gli appositi pulsanti “MAX” e “HALF”.
  • Nella seconda, dalla scritta “To”, selezioneremo il token da ricevere in cambio.

Subito sotto troveremo un resoconto sul tasso di cambio e la modesta percentuale di fee che dovremo pagare.

Cliccando sul pulsante blu si aprirà una finestra da cui potremo confermare.
Una volta approvata anche la transazione, entro pochi secondi vedremo comparire un messaggio di avvenuta operazione nell’angolo in alto a destra dello schermo.

Se fosse necessario modificare lo slippage, il tasto con l’icona dell’ingranaggio è il posto giusto. Si raccomanda di non modificare questo parametro se non in casi particolari.

Questo è tutto: davvero molto semplice!

Supportando l’IBC, su Osmosis è possibile fare trade con numerosi asset di varie blockchain: da Atom, fino a CRO e ION. Tutti quanti nativi.

Trade di token su Osmosis

Pool di liquidità su Osmosis

Essendo un AMM, Osmosis è dotato di pool di liquidità che consentono alle compravendite di coin di funzionare correttamente.

Fornire liquidità a una piattaforma è uno dei più diffusi metodi di rendita passiva nel mondo della DeFi.

Gli APR generosi e le fee ridottissime rendono Osmosis una delle soluzioni migliori per guadagnare con le proprie criptovalute.

Dalla voce Pools del menu si accede all’elenco di tutti gli accoppiamenti disponibili. La scelta è davvero abbondante e comprende coin provenienti da diverse blockchain.

Vediamo quindi come operare e investire in questi strumenti.

Pool di liquidità Osmosis

Selezioniamo innanzitutto il pool di nostro interesse, ad esempio il numero 1, ATOM/OSMO.

Andremo a fornire le due coin in proporzione 1:1: se versassimo 1000$ in ATOM, dovremo obbligatoriamente depositare anche un numero di OSMO di pari valore.

Cliccando sul riquadro del pool si aprirà la finestra visibile nell’immagine che segue.

Dettaglio pool liquidità Osmosis

 

Qui troviamo tutte le informazioni di nostro interesse:

  • APR, variabile in base alle tempistiche di unbounding (a breve vedremo cosa sono).
  • La liquidità totale versata nel pool (voce “Pool Liquidity”) indispensabile per valutare la stabilità dello stesso: maggiori sono i fondi meglio è.
  • L’eventuale liquidità da noi versata (“voce “My Liquidity”).
  • Gli LP token disponibili per il farming (voce “Available LP tokens”).

Vediamo passo-passo come procedere.

Versare liquidità in un pool di Osmosis

Come prima cosa dobbiamo versare la liquidità. Cliccando sul pulsante “Add/Remove Liquidity” posizionato in alto potremo procedere in questo modo.

Si aprirà una finestra da cui potremo depositare (scritta “Add Liquidity”) o rimuovere (“Remove Liquidity”) le nostre coin.

Agggiungere e rimuovere liquidità su Osmosis

Il procedimento è semplice: indichiamo la quantità di uno dei due token e vedremo compilarsi in automatico anche l’importo dell’altro.
Clicchiamo quindi sul pulsante “Add Liquidity”, confermiamo e approviamo la transazione nel wallet. Pochi secondi di attesa e tutto sarà completato.

Per rimuovere liquidità il procedimento è identico: dovremo soltanto operare dalla scheda “Remove Liquidity”.

A questo punto avremo versato le nostre coin. In cambio, la piattaforma ci fornirà degli LP token che potremo mettere in farm per ricevere ottimi APR. Per procedere, dovremo bondarli.

Come fare bond degli LP token su Osmosis

Dalla finestra principale del pool di nostro interesse, potremo visualizzare il valore dei token LP sotto la scritta “Available LP tokens”.
Cliccando sul pulsante “Start Earning” avremo la possibilità di procedere con il farming.
Si aprirà una piccola sezione da cui indicheremo:

  • Tempistiche di unbounding.
  • LP token da versare.

Sugli ultimi, a meno di avere altri piani, optiamo per il massimo.

Quanto all’unbounding, a tempistiche maggiori corrisponde un APR sempre più alto.
Di cosa si tratta? Molto semplice: se ad esempio optassimo per 14 giorni di unbounding, nel momento in cui volessimo rimuovere gli LP token dalla farm dovremo aspettare due settimane. 7 giorni? dopo aver fatto l’unbound, attenderemo una settimana prima di riceverli.
Non c’è una scelta giusta o sbagliata: dipende dai nostri piani e dall’operatività che abbiamo in mente.

Come fare unbounding degli LP token su Osmosis

Dalla finestra principale del pool, andiamo sulla lista visibile nell’immagine che segue.

Unbound LP token Osmosis

Se avessimo optato per 14 giorni, vedremo un certo importo in GAMM/1 nella colonna “Amount”: ora è zero in quanto non abbiamo versato alcun fondo.
Cliccando sul pulsante “Unbound All” della stessa riga avremo modo di confermare l’operazione.
A questo punto dovremo solo attendere le tempistiche previste: 1, 7 o 14 giorni.

I pool di liquidità su Osmosis pagano le reward in token OSMO e non c’è l’auto compound.
Perciò, se volessimo reinvestire i guadagni, sarà necessario operare come segue:

  1. Seguire i passaggi visti nel paragrafo “Trade di token su Osmosis”, convertendo gli OSMO ricevuti nelle due coin del pool in cui stiamo operando. Nel nostro esempio ATOM/OSMO, ci limiteremo a fare lo swap di metà degli OSMO in ATOM.
  2. Ripetere la procedura appena vista: prima versare le due crypto nel pool di liquidità; poi depositare gli LP token in farm.

Attenzione all’impermanent loss: in molti dei pool di Osmosis questo rischio è concreto. Parliamo nel dettaglio riguardo l’impermanent loss nell’articolo linkato, dando anche qualche suggerimento su come contenerlo o evitarlo.

"APR elevati, facilità d'uso e fee bassissime: i pool di liquidità proposti da Osmosis sono davvero ottimi!"

Stake OSMO su Osmosis

Non siamo certamente obbligati a farmare e dumpare OSMO: è possibile ottenere rendita mettendolo in stake.

In questo modo contribuiamo inoltre a rafforzare la stabilità della chain e della valuta stessa.

Gestire lo stake è abbastanza semplice. Rispetto ad altre piattaforme, l’unica “stranezza” deriva dal fatto che si procede dal wallet e non dal sito. In realtà non è una novita: altre coin operano nello stesso modo.

Iniziamo cliccando sulla voce “Stake”. Si aprirà una finestra di Keplr in cui potremo visualizzare tutti i validatori a cui delegare gli OSMO in nostro possesso. Quale scegliere?

Il validatore ideale dovrebbe avere questo profilo:

  • Un tempo di uptime il più vicino possibile al 100%.
  • Una commissione bassa.
  • Un voting power non eccessivo, così da evitare di rafforzare chi è già molto potente, premiando quindi la decentralizzazione.
  • Una buona somma di OSMO di proprietà, segno dell’essere direttamente coinvolto nel progetto.

Occorre quindi un piccolo lavoro di ricerca.

A ogni riga della schermata corrisponde un validatore.
Cliccando su “Manage” si apre una finestra da cui potremo ottenere qualche informazione fra cui il sito internet del validatore stesso: visitiamolo per capire bene se è quello che fa per noi.

Una volta che avremo compiuto la scelta, selezionando il pulsante “Delegate” avremo modo di indicare la quantità di OSMO da mettere in stake. Confermiamo, approviamo la transazione e saremo operativi.

Per rimuovere dallo stake, agiamo nello stesso modo: troveremo il tasto “Undelegate” con cui procedere.
Ultima nota: attenzione alle tempistiche di unstake, superiori ai 14 giorni.

Stake OSMO su Osmosis

Altre funzionalità: Assets, Vote, Stats

Esploriamo le altre sezioni di questa piattaforma.

Assets ci offre una panoramica su tutti i nostri possedimenti: dalle coin disponibili sul wallet agli LP token bondati in una farm.
Si tratta di un’area molto utile per non perdere alcun pezzo per strada, ottenendo una fotografia della nostra situazione. Tuttavia, se avessimo operato bene, dovremmo già avere un nostro portafoglio aggiornato e contenente tutte le informazioni sui nostri asset. Ecco un approfondimento dedicato alla costruzione del portafoglio di investimento.

Vote rimanda a Keplr, nella sezione dedicata alla governance della piattaforma.

Governance Osmosis su Keplr

Ci troviamo in un ambiente particolarmente interessante per chi volesse partecipare attivamente al processo decisionale della piattaforma.
Oltre a votazioni e proposte in corso, è inoltre possibile visualizzare quelle concluse.

Stats rimanda a un’area dedicata ai numeri di Osmosis: liquidità totale raccolta, volumi, migliori pool e via dicendo.
Grafici e indicatori rappresentano importanti strumenti per valutare lo stato di salute di un protocollo DeFi. Da qui potremo quindi ottenere validi spunti con cui poter decidere se investire su Osmosis.

Chiudono i link a social e blog sul noto sito Medium.
Questi canali e materiali sono il metodo migliore per restare informati sulle novità in arrivo e su eventuali problematiche: da tenere sempre sott’occhio!

"Osmosis propone informazioni e strumenti utili per tutti gli utilizzatori della piattaforma"

Osmosis: DeFi sicura, semplice e profittevole

Abbiamo molto semplificato cosa c’è dietro le quinte di Osmosis e Cosmos: un sistema complesso e che rende semplice la vita di utilizzatori e sviluppatori.

Questo protocollo DeFi è uno dei vanti di questo ambiente: sicuro, rapido, economico e con ottime opportunità di guadagno.
Inoltre, l’interfaccia è originale: non si tratta del solito fork in stile PancakeSwap, il che non guasta.

Come qualsiasi servizio di finanza decentralizzata, vi sono sempre dei rischi: problematiche tecniche, attacchi da malintenzionati e improvvisi cambiamenti dei prezzi richiedono attenzione e un costante monitoraggio.

Detto questo, dati alla mano, Osmosis resta comunque una delle migliori piattaforme DeFi nel mondo delle criptovalute.

Nel 2022 vi saranno certamente ulteriori sviluppi e aggiunte che renderanno il protocollo ancor più ricco e interessante…non vediamo l’ora!

Hai già utilizzato Osmosis?

Ti abbiamo incuriosito?

Ti aspettiamo sui nostri social per conoscere le tue impressioni!

Vorresti saperne di più sull’ecosistema Cosmos? ecco un video che fa per te!


bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 16,960.95
ethereum
Ethereum (ETH) $ 1,251.80
tether
Tether (USDT) $ 1.00
bnb
BNB (BNB) $ 287.88
usd-coin
USD Coin (USDC) $ 0.999487
binance-usd
Binance USD (BUSD) $ 1.00
xrp
XRP (XRP) $ 0.389130
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.096833
cardano
Cardano (ADA) $ 0.311298
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.907677
polkadot
Polkadot (DOT) $ 5.32
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 1,237.23
litecoin
Litecoin (LTC) $ 75.84
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000009
okb
OKB (OKB) $ 20.84
dai
Dai (DAI) $ 1.00
solana
Solana (SOL) $ 13.58
tron
TRON (TRX) $ 0.053694
uniswap
Uniswap (UNI) $ 6.13
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 13.27
leo-token
LEO Token (LEO) $ 3.82
chainlink
Chainlink (LINK) $ 6.92
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 16,915.92
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 9.70
the-open-network
Toncoin (TON) $ 1.81
monero
Monero (XMR) $ 147.26
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 18.91
stellar
Stellar (XLM) $ 0.084793
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 110.69
quant-network
Quant (QNT) $ 122.93
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.063558
algorand
Algorand (ALGO) $ 0.222013
filecoin
Filecoin (FIL) $ 4.36
apecoin
ApeCoin (APE) $ 3.88
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 1.68
vechain
VeChain (VET) $ 0.018803
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.047589
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 4.27
trust-wallet-token
Trust Wallet (TWT) $ 2.62
eos
EOS (EOS) $ 0.989361
flow
Flow (FLOW) $ 1.04
elrond-erd-2
MultiversX (Elrond) (EGLD) $ 44.79
terra-luna
Terra Luna Classic (LUNC) $ 0.000174
frax
Frax (FRAX) $ 0.998854
axie-infinity
Axie Infinity (AXS) $ 8.06
the-sandbox
The Sandbox (SAND) $ 0.585330
tezos
Tezos (XTZ) $ 0.994956
aave
Aave (AAVE) $ 62.29
theta-token
Theta Network (THETA) $ 0.856698
huobi-token
Huobi (HT) $ 6.48