8 min read

Che cos'è TerraSwap e come funziona

Il noto AMM della blockchain Terra è sinonimo di semplicità d'uso. Ecco il TerraSwap tutorial definitivo per comprare e vendere criptovalute

Che cos'è TerraSwap e come funziona

TerraSwap: AMM decentralizzato su blockchain Terra

L’approfondimento che segue è quindi dedicato all’AMM (Automated Market Maker) più noto e utilizzato su questo network.

Facciamo uno spoiler: con TerraSwap è facile operare anche per i neofiti. Perciò, annunciamo con gioia che per oggi non è previsto alcun mal di testa.

Scherzi a parte, non dilunghiamoci oltre e iniziamo subito a scoprire cosa c’è di interessante su questo famoso protocollo.

Perdita del peg di UST e crollo di Terra

Il tutorial che segue è stato scritto prima del crash dell’intera blockchain Terra.

In seguito alla perdita del peg di UST, il panorama DeFi di questo colosso è crollato nel giro di pochi giorni. Oggi, nonostante gli annunciati programmi di recupero, sembra molto improbabile che Terra potrà tornare a essere protagonista.

Cercando di offrire massima quantità e qualità di contenuti, questo articolo resta a disposizione: potrebbe essere un valido aiuto per coloro volessero uscire dall’ecosistema Terra e salvare il salvabile.

Raccomandiamo comunque di prestare massima attenzione, evitando soprattutto di investire nei protocolli DeFi di Terra: seppur ancora operativi, oggi sarebbe una manovra pericolosissima.

Che cos'è TerraSwap?

TerraSwap è l’AMM di riferimento della blockchain Terra (LUNA).

Di ispirazione Uniswap, la piattaforma permette di comprare e vendere numerosi asset provenienti da varie realtà dell’ecosistema.

Completamente decentralizzato, TerraSwap non è però permissionless. Perciò, l’aggiunta di nuovi token non avviene in libertà e richiede una procedura dedicata.

TerraSwap è online da metà novembre 2020 e creato da Delight Labs, azienda specializzata in diverse applicazioni blockchain, dotata di un bagaglio di esperienze positive e verificate.

Questo protocollo è minimal e propone poche funzionalità. Questa osservazione non vuole essere una critica: il tutto è ben progettato, semplice da utilizzare e sicuro.

Prima di esplorare la piattaforma dobbiamo però scegliere il giusto wallet tramite cui potervi interagire…procediamo!

Che cos'è TerraSwap?

Quale wallet utilizzare su TerraSwap?

Quando si opera su questa blockchain, Terra Station è una garanzia. Si tratta infatti del wallet ufficiale, perfetto per interfacciarsi senza limitazioni con qualsiasi protocollo.

In aggiunta, Terra Station integra alcune funzionalità extra come lo swap di token e lo stake di LUNA.

Oltre a questa alternativa, TerraSwap offre altre opzioni quali WalletConnect, Leap Wallet e il noto XDEFI wallet.

Gli irriducibili di Metamask resteranno delusi: la blockchain Terra (LUNA) non è supportata.

Per chi fosse alla ricerca della massima sicurezza per le proprie criptovalute, Ledger è la scelta giusta: si tratta dell’hardware wallet più diffuso e apprezzato al mondo. Ovviamente, esso può interagire anche con il network Terra.

Dal sito app.terraswap.io clicchiamo sul pulsante in alto a destra recante la scritta “Connect”.

Selezioniamo il wallet e colleghiamoci.

Entro pochi secondi saremo pronti a effettuare le operazioni di nostro interesse.

"Il wallet Terra Station è l'opzione numero 1 per interagire con TerraSwap e gli altri protocolli della blockchain Terra"

Swap di token su TerraSwap

Nella miriade di protocolli DeFi esistenti, TerraSwap si distingue per l’estrema pulizia e facilità d’uso. Perciò, anche l’utente meno esperto viene messo a proprio agio sin dalla prima visita.

La piattaforma propone solo due pagine: Dashboard e Swap. Partiamo con quest’ultima.

Terraswap terra luna

Swap ci consente di svolgere diverse operazioni.

Innanzitutto è il luogo da cui effettuare la compravendita di token e coin.

Provide va selezionato nel caso in cui invece volessimo fornire della liquidità e ottenere in cambio dei token LP.

Withdraw consente di ritirare la liquidità precedentemente depositata.

Partiamo con il primo punto: comprare e vendere criptovalute su TerraSwap.

Nel riquadro a sfondo bianco sono presenti due sottosezioni:

  • La prima, contrassegnata dalla scritta “From”, è dedicata alla coin in nostro possesso che desideriamo vendere. Cliccando  sulla scritta “Luna” (che è di default) si apre una finestra pop-up da cui poter selezionare l’asset.
    Nell’apposita area input sarà inoltre obbligatorio scrivere la quantità di token da vendere.
  • La seconda, dalla scritta “To”, è lo spazio in cui indicare ciò che vogliamo ottenere in cambio. Cliccando su “Token” vedremo apparire una schermata da cui scegliere ciò che è di nostro interesse.
    La quantità di coin che riceveremo si aggiornerà in automatico in base al valore di ciò che andremo a vendere.

Dopo aver compilato tutti i campi faranno la propria comparsa delle informazioni riassuntive. Avremo modo di leggere il tasso di cambio e, molto importante, le (ridotte) gas fee richieste. A riguardo, ricordiamoci di avere sempre qualche UST a disposizione.

Cliccando sul pulsante “Swap” per procedere con l’operazione.

L’ultimo passaggio necessario consisterà nell’approvare la transazione dal wallet. In pochi secondi sarà tutto completato e vedremo apparire la coin appena acquistata nel nostro wallet.

In alcuni casi potremmo dover modificare lo slippage. Per accedere a questa funzione, cliccare sul pulsante contrassegnato dall’icona con l’ingranaggio nel riquadro dedicato allo swap.
Attenzione: maneggiare solo se necessario.

Swap di token su TerraSwap

Liquidity pool di TerraSwap

Passiamo ai pool di liquidità, ovvero gli strumenti che rendono possibile la compravendita di token senza alcun intoppo.

A differenza dei classici exchange, come FTX, un AMM opera senza alcun order book. Perciò, vendendo X per Y, non c’è alcun bisogno di una controparte che compri X e venda Y.

Gli utenti possono scambiare liberamente gli asset interagendo con appositi pool che ospitano svariati accoppiamenti di coin.

Queste riserve provengono dai liquidity providers, ricompensati per il loro servizio con delle percentuali sulle fee di trading di quel determinato pool.

Vediamo quindi come poter diventare dei fornitori di liquidità.

Come fornire liquidità su TerraSwap

Liquidity pool Terraswap

Restando nella pagina Swap, clicchiamo sulla scritta “Provide” posizionata nella parte alta del riquadro a sfondo bianco.

La finestra da cui operare è praticamente identica a quella trovata nella funzionalità di scambio.
Tuttavia, anziché inserire la coin da vendere e quella da comprare, sceglieremo le due valute da abbinare e fornire come liquidità.
Ad esempio, volendo aggiungere fondi nel pool LUNA-UST, indicheremo questi due asset. Selezionando la quantità di uno verrà aggiornata in automatico quella dell’altro. Il rapporto è di 50-50: ogni 100$ in UST vi sarà un numero di LUNA di pari valore.

Dopo aver compilato i campi richiesti, cliccando sul pulsante “Provide” e approvando la transazione nel wallet si conclude la procedura.

A questo punto riceveremo dei token LP proporzionali al nostro peso nel pool di liquidità.

Ciascuna compravendita tra i due asset porta nelle casse del pool una parte delle fee di transazione. Da questo momento, una quota di queste entrate diverrà nostra e farà crescere il valore dei token LP in possesso.

Come ritirare la liquidità dai pool di TerraSwap

Pool liquidità TerraSwap

Vediamo come procedere in senso contrario, riottenendo le coin versate in precedenza.

Questa volta, dalla pagina Swap sarà necessario cliccare sulla scritta “Withdraw” presente nel riquadro a sfondo bianco.

Dovremo semplicemente indicare nella sottosezione posizionata in alto quale LP token bruciare, oltre alla quantità.

Poco sotto visualizzeremo il numero di coin che riceveremo in cambio. Ad esempio, liberandoci di token LP del pool LUNA-UST, ci verrà mostrato quanti LUNA e UST arriveranno nelle nostre tasche.

Come sempre, pulsante “Withdraw” e conferma della transazione a completamento dell’opera. Pochi secondi e le coin saranno nuovamente disponibili nel wallet.

Attenzione: fornire liquidità ai pool può causare impermanent loss in momenti in cui il mercato è molto volatile, soprattutto con accoppiamenti tra criptovalute standard e stablecoin.
Questo articolo sull’impermanent loss può aiutare a comprendere meglio di cosa stiamo parlando 🙂 .

Un’ultima nota. In generale, se dovesse capitare che una transazione non vada a buon fine, probabilmente vi è un leggero sovraccarico del protocollo stesso.
Attendiamo qualche secondo e riproviamo: difficilmente il problema si ripresenterà!
Dubbi? la nostra formazione one to one è la soluzione.

Altre funzionalità: dashboard di TerraSwap

Veniamo ora alla Dashboard di TerraSwap, la pagina dedicata a grafici e dati dell’intera piattaforma.

Questa sezione è davvero utile per analizzare lo stato di salute del protocollo, nonché quello specifico dei suoi pool.

Tuttavia, i pool di liquidità andrebbero scelti sulla base del totale dei fondi depositati. La raccomandazione è quella di stare allerta ove vi siano somme ridotte, sinonimo di scarso utilizzo e maggior rischio.
Nella dashboard, dalla sezione “Pairs” è davvero semplice verificare questo dato: cerchiamo il pool di nostro interesse e controlliamo il campo “Liquidity”, oltre a quello relativo ai volumi nelle ultime 24 ore. Dovremmo quindi essere in grado di trarre le nostre conclusioni, ricordando che maggiori sono i fondi depositati minore è il rischio.

In aggiunta, TerraSwap dispone di diversi link a canali social e documentazione ufficiale.

I primi sono abbastanza attivi e aggiornati, soprattutto Discord. Vi sono però progetti decisamente più “loquaci”.

La documentazione ufficiale è completa e chiara da comprendere. Alcune pagine diventano più tecniche e potrebbero interessare soprattutto ai più smanettoni.

Altre funzionalità: dashboard di TerraSwap

TerraSwap: AMM user-friendly su blockchain Terra

Siamo abituati ad AMM che propongono innumerevoli funzionalità, farm, marketplace di NFT e via dicendo.

L’offerta di coin e token scambiabili è davvero ampia e comprende anche gli asset sintetici di Mirror Protocol. Ciò significa che è possibile vendere derivati Amazon o Microsoft in cambio di LUNA in pochissimi click.

Il protocollo è online da novembre 2020, dimostrandosi affidabile e sicuro nel tempo.

Utilizzi abitualmente questo portale? Raccontaci la tua esperienza sui nostri canali social.


bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 19,383.77
ethereum
Ethereum (ETH) $ 1,066.27
tether
Tether (USDT) $ 1.00
usd-coin
USD Coin (USDC) $ 1.00
bnb
BNB (BNB) $ 216.67
binance-usd
Binance USD (BUSD) $ 1.00
cardano
Cardano (ADA) $ 0.448225
xrp
XRP (XRP) $ 0.312662
solana
Solana (SOL) $ 32.68
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.066339
polkadot
Polkadot (DOT) $ 6.74
dai
Dai (DAI) $ 1.00
tron
TRON (TRX) $ 0.064896
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000010
leo-token
LEO Token (LEO) $ 5.96
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 19,389.27
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 16.08
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 1,026.56
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.461203
litecoin
Litecoin (LTC) $ 50.96
ftx-token
FTX (FTT) $ 24.67
okb
OKB (OKB) $ 12.25
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.113418
chainlink
Chainlink (LINK) $ 6.07
stellar
Stellar (XLM) $ 0.110157
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 3.31
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 8.00
uniswap
Uniswap (UNI) $ 4.81
algorand
Algorand (ALGO) $ 0.306877
monero
Monero (XMR) $ 112.48
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 14.58
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 101.09
theta-fuel
Theta Fuel (TFUEL) $ 0.047584
chain-2
Chain (XCN) $ 0.085613
vechain
VeChain (VET) $ 0.022228
flow
Flow (FLOW) $ 1.48
frax
Frax (FRAX) $ 1.00
the-sandbox
The Sandbox (SAND) $ 1.08
apecoin
ApeCoin (APE) $ 4.51
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.062044
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 5.26
decentraland
Decentraland (MANA) $ 0.841964
tezos
Tezos (XTZ) $ 1.37
filecoin
Filecoin (FIL) $ 5.31
true-usd
TrueUSD (TUSD) $ 1.00
theta-token
Theta Network (THETA) $ 1.17
axie-infinity
Axie Infinity (AXS) $ 13.96
elrond-erd-2
Elrond (EGLD) $ 51.02
bitcoin-sv
Bitcoin SV (BSV) $ 51.85
helium
Helium (HNT) $ 9.21