15 min read

DeFi Kingdoms: NFT e Metaverso medievale

Preparate gli zaini e sguainate le spade: DeFi Kingdoms è un'avventura epica che combina finanza decentralizzata, metaverso, NFT e gaming

DeFi Kingdoms: NFT e Metaverso medievale

DeFi Kingdoms: il regno della DeFi

DeFi Kingdoms è una piattaforma di finanza decentralizzata piuttosto particolare. L’approfondimento che segue sarà quindi strutturato su più paragrafi rispetto al solito, così da poter trattare ogni punto con la giusta attenzione.

La blockchain non è solo criptovalute.

Pensiamo agli NFT, entrati prepotentemente nelle nostre vite e in diffusione a macchia d’olio, sempre più integrati dalle aziende.

Oppure volgiamo lo sguardo ai metaversi, divenuti un argomento discusso anche sui mass media e destinati a diventare ben più di un trend passeggero.

La finanza decentralizzata poi la conosciamo benissimo. Protagonista di una stagione eccitante tra il 2020 e il 2021, essa prosegue l’espansione nonostante l’importante contrazione di liquidità dovuta al mercato ribassista.

Tutti questi temi sono interessanti e talvolta si intrecciano.

DeFi Kingdoms è però andato oltre. Nel calderone sono finiti davvero tutti: blockchain, DeFi, NFT, metaverso, gaming. Un progetto enorme in cui possiamo limitarci a fare lo swap di criptovalute, così come giocare e far crescere i nostri personaggi.

Consentitemi una nota: trattare l’argomento è arduo. DFK (abbreviazione di DeFi Kingdoms) non è il solito protocollo DeFi. Difficile raccontare nel dettaglio tutto ciò che c’è da scoprire ma ci proveremo.

L’articolo parte rispondendo alla domanda “che cos’è DeFi Kingdoms?”, introducendone alcuni punti fondamentali.

Ci sposteremo poi sui wallet crypto compatibili e sulle tokenomics di JEWEL e CRYSTAL, le valute ufficiali della piattaforma.

Dopo un rapido sguardo alle quest, cioè le missioni di gioco che potremo affrontare, esploreremo tutti i luoghi visibili nella mappa.

Questo approfondimento vuole essere un po’ introduzione e un po’ guida su alcune funzionalità. Tuttavia, per diventare dei veri esperti di DFK c’è solo una strada da percorrere: giocarci!

Che cos'è DeFi Kingdoms?

Protocollo DeFi? Metaverso? Marketplace NFT? Sì, sì e ancora sì: DeFi Kingdoms è questo è ancor di più.

Progetto ben noto e di successo, DFK non può essere definito con facilità. Esso offre un DEX con farming, lo stake di crypto, la compravendita di NFT, le King’s Lands. Il team di sviluppo ha preso tutto quello che la blockchain aveva da offrire, l’ha miscelato e infine gli ha dato una veste epica e medievale.

DeFi Kingdoms può essere approcciato in due modi: parzialmente o a 360°.

Il classico investitore in criptovalute e DeFi è il soggetto del primo caso e utilizza la piattaforma solo per lo swap di coin e token, i pool di liquidità, lo Yield Farming e lo staking.

Abbracciando interamente il progetto si va invece oltre. L’investitore si fonde al gamer e alla ricerca del guadagno si sommano il divertimento e la voglia di migliorarsi. Su questo c’è poco da ridire: il lavoro svolto è stato perfetto ed è facile perdere minuti e minuti davanti allo schermo.

Ogni azione compiuta su DeFi Kingdoms comporta un’interazione con un determinato smart contract. Le blockchain dietro al progetto sono quindi indaffarate e ottengono importanti benefici dall’utilizzo.

Inoltre, in diverse situazioni è richiesta una fee nelle valute ufficiali del gioco, JEWEL e CRYSTAL. Grazie a ciò, DFK ha creato un canale di fondi in entrata che rende tutto quanto più sostenibile.

Di certo gli amanti del metaverso saranno soddisfatti, anche se non stiamo parlando di una realtà strutturata come Decentraland e The Sandbox. In DFK non c’è infatti una meccanica di gioco vera e propria né la possibilità di muovere il proprio personaggio, combattere e via dicendo. Chissà, magari in futuro si arriverà a qualcosa di molto più complesso sul piano del gaming.

L’esperienza resta comunque piacevole e divertente.

Al centro di DeFi Kingdoms ci sono gli eroi, degli NFT dotati di una certa rarità e particolari caratteristiche. Essi svolgono varie missioni e professioni che consentono al giocatore di guadagnare risorse, oro e altri oggetti utili all’avanzamento nel gioco.

Gli eroi possono evolversi ed essere potenziati. Chiaramente, essendo NFT vengono regolarmente comprati e venduti nel marketplace interno.

Nota: le funzionalità di finanza decentralizzata sono tranquillamente utilizzabili senza dover possedere alcun eroe.

Si uniscono poi le King’s Land, al momento piuttosto rare ma che in futuro dovrebbero incrementare di numero. I prezzi sono elevati nonostante il ribasso del comparto avvenuto nel 2022.

Qualche riga sopra abbiamo utilizzato il termine blockchain al plurale: non è un errore.

DeFi Kingdoms nasce su Harmony, per poi espandersi su Avalanche. In collaborazione con quest’ultima realtà, è nato anche il DFK Chain, il network targato DeFi Kingdoms dove le gas fee sono pagabili con la coin JEWEL. Insomma, un progetto che cresce nel tempo.

Le mappe con cui potremo interagire sono due:

  • Serendale, visibile nell’immagine a fine paragrafo, disponibile su chain Harmony.
  • Crystalvale, di cui parleremo al termine dell’articolo, per network Avalanche.

Quanto vedremo nell’approfondimento vale sia per una location che per l’altra.

Bene, abbiamo davvero tanto da dire. Facciamo subito la conoscenza dei due token del progetto per poi proseguire con tutto il resto.

Che cos'è DeFi Kingdoms?

Token JEWEL e CRYSTAL di DeFi Kingdoms

Scopriamo le due valute ufficiali di DeFi Kingdoms.

JEWEL è la coin più longeva, uscita in corrispondenza del lancio della piattaforma su blockchain Harmony. Viene impiegata nella mappa di Serendale.

CRYSTAL è praticamente una sua copia ma in vigore a Crystalvale.

Casi d’uso di JEWEL e CRYSTAL

Le due crypto condividono numerosi casi d’uso.

Innanzitutto consentono di acquistare gli NFT degli eroi.

Entrambe possono poi essere messe in stake, così da generare una certa rendita passiva.

Essendo a tutti gli effetti delle criptovalute, sono chiaramente scambiabili con altre coin e token; nulla di diverso rispetto a quello a cui siamo abituati.

Inoltre, la detenzione dà diritto a un certo potere di voto in fase di governance.

JEWEL possiede un ulteriore caso d’uso: trattasi della valuta con cui si pagano le gas fee della DFK Chain, la blockchain costruita in partnership con Avalanche.

Tokenomics di JEWEL

Spostiamoci sulle tokenomics vere e proprie, partendo da JEWEL.

La supply totale è di 500 milioni di esemplari. CoinMarketCap riporta un circolante di 62 milioni, dato però non verificato.

I fondi sono custoditi da un wallet multisig a 4 firme. Ne sono necessarie 3 per approvare una transazione. Chiaramente è il team a essere in possesso di questi capitali e si spera che non ci saranno brutte sorprese; finora il comportamento è stato corretto anche quando il token possedeva un valore esponenzialmente maggiore.

Ogni transazione in gioco comporta una spesa in fee, ripartite secondo queste percentuali:

  • 1% bruciato (burn).
  • 10% inviato al Jeweler per ricompensare i possessori di xJEWEL e xCRYSTAL. Parleremo di questi token nel paragrafo dedicato al Jeweler.
  • 30% destinato al fondo per le ricompense delle quest.
  • 25% riservato allo sviluppo del progetto.
  • 17% per iniziative di marketing, airdrop e via dicendo.
  • 17% inviato agli investitori iniziali e al team.

Le cifre appena riportate sono valide anche per CRYSTAL.

Tokenomics di CRYSTAL

La supply di CRYSTAL è ridotta a 1/4 di JEWEL: 125 milioni di esemplari. Il circolante non è noto.

Anche in questo caso troviamo un wallet multisig a custodire la treasury, dotato però di 5 firme totali (sempre 3 necessarie per approvare una transazione).

"I casi d'uso non mancano, nota positiva da considerare in caso di investimento"

Quale wallet utilizzare su DeFi Kingdoms?

Parliamo di wallet crypto e scopriamo quali sono quelli compatibili con DeFi Kingdoms.

La scelta deve ricadere su due opzioni: MetaMask o Coinbase Wallet.

Entrambi sono ottimi, largamente utilizzati e coperti da una documentazione esaustiva (ufficiale e non).

Per collegarci al gioco, andiamo sul sito game.defikingdoms.com, selezioniamo Play e scegliamo il wallet desiderato.

Se volessimo aumentare la sicurezza delle nostre criptovalute, ricordiamo che è possibile appoggiarsi anche a un hardware wallet. Tra i nomi sul mercato, noi citiamo sempre Ledger in quanto leader del settore. Ce ne sono per tutti i gusti:

  • Nano X, il miglior Ledger di sempre.
  • Ledger Nano S Plus, il perfetto compromesso qualità-prezzo.
  • Nano S, economico e affidabile.

Per acquistare un Ledger basta andare sullo store ufficiale, confrontare i modelli e avere qualche giorno di pazienza per la consegna. Per ingannare l’attesa, ecco un video dedicato a Ledger Nano S Plus.

Quest DeFi Kingdoms: a cosa servono?

DeFi Kingdoms è un gioco in cui gli eroi hanno un ruolo centrale. Le quest consistono in missioni da compiere, suddivise in due categorie: Training quest e Professional quest.

Le Training Quest si ramificano a loro volta in otto categorie, corrispondenti alle principali qualità di ogni eroe. Nello specifico troviamo:

  • Arm wrestling
  • Darts
  • Game of ball
  • Dancing
  • Helping the farms
  • Alchemist assistance
  • Puzzle solving
  • Card game

La loro esecuzione è quasi immediata e richiede una spesa in stamina, ovvero il vigore del personaggio. Detta semplice, più quest facciamo, più l’eroe si stanca. Arrivati a un certo punto, la stamina sarà insufficiente e dovrà essere recuperata (somministrando pozioni o aspettando diverse ore).

Le quest possono avere successo o fallire.

Nel primo caso si ottengono ricompense in oro, cristalli, rotoli con impresse rune e una pagina della Eternal Story (tutti in misura variabile e casuale). Si tratta di elementi utili per svolgere altre azioni nel gioco o potenziare il personaggio.

Nell’eventualità in cui invece dovessimo fallire non ci spetterà alcuna ricompensa, salvo dei punti esperienza. Dovremo riprovare, tutto qui.

Con l’evolversi del personaggio, le quest iniziali diverranno sempre più semplici. Arrivati a un certo livello scatteranno quindi delle missioni di tier successivo, più complesse e adatte alle statistiche dell’eroe.

In questa pagina vengono elencate tutte le training quest di DeFi Kingdoms.

Spostiamoci sulle Profession Quests di DeFi Kingdoms.

Grazie a queste missioni potremo procurarci le materie prime di cui avremo bisogno per proseguire nel gioco. Ad esempio, il pesce (fish) può essere utilizzato per preparare delle pozioni.

A questo punto subentra l’aspetto play-to-earn del gioco. Da Merchant Matoya (la conosceremo più avanti), molte risorse sono scambiabili con il token JEWEL. Perciò, giocando incrementiamo il nostro capitale reale.

Le quest delle professioni si trovano nell’omonimo luogo visibile sulla mappa.

Ora sappiamo cosa sono gli eroi, conosciamo i token e abbiamo un’idea di come funziona DeFi Kingdoms. Possiamo partire all’avventura ed esplorarne mappa e funzionalità.

"Le Quests permettono agli eroi di evolversi, nonché di procurarsi le risorse necessarie per crescere nel tempo"

Castle: acquistare e vendere Lands DeFi Kingdoms

Il castello domina la scena piazzandosi al centro della mappa.

Al suo interno troviamo diverse sezioni tra cui spicca il muro degli eroi del gioco (Wall of Heroes).

Ci aspetteranno anche dei personaggi, fra cui una guardia che ci assegnerà una quest dove servirà un eroe particolarmente saggio (wisdom) per avere successo.

Troveremo pure un giullare, al momento della scrittura segnalato come “coming soon”.

Castle DeFi Kingdoms

Nella parte in alto a sinistra del salone si possono comprare o vendere Land del gioco.

Come immaginabile, i prezzi sono piuttosto elevati. Il metaverso è di tendenza, comprare un appezzamento è costoso e DFK non fa eccezione.

Il gioco è in continua espansione e le regioni sono numerose. Le land sono in tiratura limitata ma ci si può aspettare un incremento futuro.

Al momento, la funzionalità dei terreni è solo collezionistica: trattandosi di NFT rari, il possesso potrebbe rivelarsi un investimento profittevole. Logicamente non vi è alcuna certezza, perciò attenzione a buttarsi in spese folli senza considerare tutti i possibili scenari.

Castle: acquistare e vendere Lands DeFi Kingdoms

Marketplace: swap crypto e pool di liquidità

Il marketplace di DeFi Kingdoms si suddivide in due zone: Central Marketplace ed East Marketplace.

Central Marketplace DFK

Nel mercato centrale potremo scambiare criptovalute cliccando sulla Trader, chiamata Merchant Matoya. Sullo schermo comparirà un’interfaccia abbastanza familiare da cui poter operare.

Swap criptovalute DeFi Kingdoms

Nella prima sottosezione indichiamo quale criptovaluta in nostro possesso desideriamo scambiare. Nell’immagine abbiamo optato per ONE, la coin nativa della blockchain Harmony.

Nel riquadro sotto dovremo invece selezionare l’asset da ottenere in cambio. In questo caso è JEWEL, la moneta ufficiale del gioco.

Specifichiamo la quantità e clicchiamo su SWAP per procedere. Dopo aver approvato la classica transazione nel wallet avremo finito.

Troveremo poi un druido chiamato Druid Lazarus. Cliccandoci sopra avremo modo di aggiungere le nostre coin a un pool di liquidità, generando così una piccola rendita passiva.

Pool liquidità DeFi Kingdoms

Dal riquadro più in alto a destra, scegliamo Create Pool o Buy Seeds.

Nel primo caso saremo i fornitori di liquidità (liquidity provider) iniziali; di fatto creeremo una nuova coppia tra due criptovalute, determinandone anche il tasso di cambio.

Quanto a Buy Seeds, è probabilmente questo il link di maggior interesse.
Da qui potremo aderire a pool di liquidità già esistenti, come ad esempio quello ONE-JEWEL.
Ci basterà indicare la quantità che desideriamo depositare, tenendo presente che il rapporto tra il valore degli asset deve essere sempre 1:1. Per esempio, versando 100$ in ONE, sarà necessario fornire 100$ in JEWEL.
Diventando liquidity provider, attenzione al pericolo di impermanent loss.

Al termine della procedura avremo ottenuto dei token LP, esattamente come accade sugli altri protocolli DeFi. In DeFi Kingdoms essi prendono il nome di Seeds e possono essere piantati nei Gardens, così da generare guadagni maggiori. Nel prossimo paragrafo tratteremo proprio di questo.

DeFi Kingdoms utilizza terminologie che possono confondere anche i crypto-esperti, figuriamoci chi invece si è affacciato da poco alla finanza decentralizzata. Vediamo quindi di ricapitolare le varie funzioni, traducendole in un linguaggio più comprensibile.

Merchant Matoya non è nient’altro che un DEX. Si scambiano coin e token esattamente come su PancakeSwap o Uniswap.

Il DEX necessità però di pool di liquidità in quanto AMM, privo di order book. Ecco quindi la figura del druido, di fatto la sezione dedicata ai pool di liquidità di DeFi Kingdoms. Come dicevamo, i Seeds sono semplicemente dei token LP con un nome particolare.

Per incentivare le persone a fornire liquidità, i protocolli DeFi propongono il Farming. Nell’area Gardens si possono piantare i Seeds ricevuti dal druido e generare maggiore rendita. Non cambia molto dall’aderire a una farm su una qualsiasi piattaforma di finanza decentralizzata.

Chiudendo, nel Central Marketplace troveremo altri due personaggi:

  • Dancer: ci assegna una quest di resistenza.
  • Crier: per leggere la community newsletter.

East Marketplace DFK

Nella parte est del mercato ci imbatteremo in quattro diverse figure:

  • Street kid: ci assegna una quest di agilità.
  • Stylist: veniamo qui nel caso volessimo cambiare la nostra immagine del profilo.
  • Vendor: per acquistare pozioni, fiale e uova d’oro.
  • Hatcher: luogo in cui poter incubare le uova trovate, scambiate o acquistate. Dalle uova nascono degli animaletti. Si tratta di NFT dotati di determinate caratteristiche più o meno rare. Incubare un uovo costa tempo, risorse di gioco e JEWEL.

Nel marketplace troveremo poi l’ingresso del Merch Shoppe: cliccandoci sopra saremo reindirizzati a un sito da cui comprare magliette, cappellini, borse e merchandise di DeFi Kingdoms.

"Il marketplace è un luogo affollato in cui le prime volte è davvero facile smarrirsi"

Gardens: farm di DeFi Kingdoms

Eccoci nei Gardens di DeFi Kingdoms, il luogo dove dare una bella scossa alle nostre rendite.

Siamo passati dal Marketplace e abbiamo visitato Lazarus il druido. Abbiamo depositato delle coin o token in un pool di liquidità, ottenendo in cambio i token LP. È giunto il momento di versare questi ultimi in una farm e massimizzare la nostra strategia.

Pool di liquidità e farm defi kingdoms

Clicchiamo sulla scritta Seed Box visibile nell’immagine qui sopra: comparirà l’elenco delle farm disponibili, ciascuna corredata delle informazioni da sapere prima di procedere con l’investimento.

Oltre a guardare l’APR, prestiamo attenzione alla voce Total deposited. Dovremo optare per pool dotati di una certa liquidità, evitando quelli scarsi in quanto maggiormente rischiosi e suscettibili a scossoni.

Pool di liquidità defi kingdoms

Scegliamo la coppia di nostro interesse e pigiamo sul tasto DEPOSIT. Apparirà una nuova finestra in cui visualizzeremo ancora le informazioni sul pool in questione, nonché un resoconto della nostra posizione se avessimo già investito dei fondi.

Ovviamente troveremo anche l’area che ci permetterà di depositare i nostri LP token. Sarà sufficiente specificarne la quantità (solitamente si opta per tutti) e confermare, approvando la transazione nel wallet per concludere.

Nel caso non ne avessimo, troveremo una scorciatoia che ci eviterà di tornare da Druid Lazarus.
Vedremo un pulsante dalla scritta ADD XXX-YYY LIQUIDITY. “XXX” e “YYY” stanno per le due criptovalute che compongono il pool, come JEWEL-AVAX o ONE-JEWEL. Pigiandolo depositeremo liquidità e otterremo i Seeds (LP token) da versare nella farm.

Tornando alla panoramica dei Gardens, la voce Harvest ci permette di raccogliere le rendite maturate fino a quel momento.

Le farm di DeFi Kingdoms non prevedono l’autocompounding, perciò dovremo di tanto in tanto pensarci noi. Nell’articolo appena linkato spieghiamo la procedura generale, così da non avere problemi. Tuttavia, per essere esaustivi, se volessimo reinvestire i guadagni dovremmo:

  • Raccoglierli tramite Harvest.
  • Convertirli da Merchant Motoya nelle due criptovalute del pool di liquidità.
  • Depositare le crypto nel pool tramite Druid Lazarus.
  • Versare i Seed ottenuti (LP Token) nella farm.

Infine, nei Gardens troviamo anche un personaggio (Farmer) che ci assegnerà una quest basata sulla vitalità (vitality) dei nostri eroi.

"Gardens = Farm. Anche in questo caso è solo una questione di terminologie: la meccanica che c'è dietro è quella di tante piattaforme DeFi"

Tavern: comprare e vendere eroi DFK

La taverna (Tavern) di DFK è il luogo dove recarsi per comprare e vendere degli eroi.

Non solo: qui si può anche renderli disponibili al noleggio, inviarli a un amico o consultare il catalogo di tutti quelli presenti nel gioco.

La taverna è abbastanza affollata: vediamo una ad una le figure che troveremo.

Partiamo con il Barkeep, ovvero il barista. Tramite questo personaggio si consulta il catalogo degli eroi, curiosando dai livelli mitici fino a quelli più comuni.

In più, troveremo la funzione Hero Viewer: inserendo l’ID di un eroe saremo in grado di visionarne le statistiche. Molto utile nel caso giocassimo con degli amici e volessimo visualizzare i loro personaggi.

Infine, tramite il Barkeep si può inviare un proprio eroe a un giocatore da noi indicato.

Cambiando figure, Gambler, Ice Reaver e Thief assegnano delle quest. Con il primo avremo bisogno di un eroe con un buon livello di fortuna (luck), per il secondo servirà la forza (strength) e con la ladra sarà la destrezza (dexterity) a farla da padrona.

Eccoci infine all’Agent, il personaggio tramite cui potremo comprare e vendere eroi.

DeFi Kingdoms non obbliga l’utente a giocare né tantomeno a possedere degli eroi. Possiamo infatti tranquillamente scambiare criptovalute, depositarle nei pool di liquidità, farmare e mettere in stake i token JEWEL e CRYSTAL, proprio come in una normale piattaforma DeFi.

Invece, chi volesse unire investimento e divertimento sarà obbligato ad acquistare degli eroi nel corso del tempo.

Tramite questi personaggi si compiono svariate azioni, partendo dalle varie missioni disseminate qua e là.

Ogni eroe accumula esperienza e cresce di livello, migliorando alcune delle sue caratteristiche. Perciò, è assolutamente normale comprarne uno, tenerlo per un certo periodo e poi rivenderlo, magari ricavandoci anche qualche JEWEL o CRYSTAL extra.

Gli eroi non sono altro che NFT. Ognuno ha un certo grado di rarità, attributi propri e via dicendo. I prezzi partono da cifre decisamente abbordabili, al momento della scrittura intorno ai 9/10 dollari, salendo fino a diverse migliaia.

Insomma, DFK non fa eccezione: nonostante l’euforia sia terminata da tempo, gli NFT sono ancora asset desiderati da molte persone.

Tavern: comprare e vendere eroi DFK

Portal: convocare un nuovo eroe DFK

Scopriamo il portale, ovvero il luogo dove vengono evocati nuovi eroi.

La procedura di Summoning (appunto convocazione) richiede innanzitutto due eroi. Le caratteristiche del nuovo personaggio saranno chiaramente condizionate dai “genitori”. Resta comunque un minimo di casualità, giusto per non conoscere tutto già in partenza.

Gli eroi impiegati per evocarne un altro possono essere entrambi nostri; oppure è altrettanto possibile utilizzarne uno preso dalle nostre file con uno a noleggio.

L’Arch Druid è il personaggio del Portal tramite cui selezioneremo i due eroi, oltre ad aggiungere le Gaia’s Tears necessarie per il rituale (variabili).

Il druido creerà un Infused Crystal da consegnare all’altro personaggio del portale, il Summoner. Egli compirà il rituale che porterà alla nascita del nuovo eroe.

Prima di proseguire, facciamo chiarezza su alcuni punti.

In primis, ogni eroe può generarne un altro solo per un numero limitato di volte. Possiamo vederlo dai dettagli del personaggio, sotto la voce Summons.

Eroi DeFi Kingdoms DFK

Poi, per l’evocazione di un nuovo eroe sono indispensabili anche le Gaia’s Tears. Queste possono essere guadagnate tramite le quest, oppure acquistate mediante uno swap (si tratta di un token).

Non vogliamo rimuovere l’aura mistica che circonda il portale ma… alla fine è una funzione di generazione NFT tramite altri due. Ok l’epicità del gioco, però è giusto spiegare di tanto in tanto che cosa stiamo facendo in termini blockchain e crypto.

"Hai a disposizione eroi di buon livello e vorresti crearne uno che ne assuma le qualità? Il Portal è qui per questo!"

Alchemist: creare e combinare oggetti

Tappa dall’alchimista di DeFi Kingdoms.

In questo luogo incontreremo due personaggi: l’alchimista vero e proprio e il suo assistente.

Se lo vogliamo, l’assistente ci assegnerà una quest basata sull’intelligenza. Per incrementare le possibilità di successo dovremo fornire uno o più eroi dotati di un buon livello di materia grigia!

L’alchimista è il personaggio a cui rivolgersi per creare pozioni. Ognuna necessita di determinati materiali, non viene generata dal nulla.

Ad esempio, una fiala della salute richiede 8 pesci, 8 radici di roccia, 5 Gaia’s Tears e 300 pezzi d’oro.

Tutti i prodotti appena elencati possono essere guadagnati tramite le quest, perciò c’è da rimboccarsi le maniche.

Alchemist: creare e combinare oggetti

Jeweler: stake token di DeFi Kingdoms

Il Jeweler di DeFi Kingdoms è il posto dove mettere in stake i token JEWEL e CRYSTAL.

Lo diciamo anche se probabilmente è superfluo: a Serendale il Jeweler accetterà solo JEWEL; a Crystalvale invece vorrà solo CRYSTAL.

Depositando i token si ricevono dei token x (xJEWEL e xCRYSTAL). Il rapporto tra i token normali e quelli x cresce nel tempo; in poche parole, più lasciamo lì lo stake, maggiori saranno i guadagni che riceveremo.

Vediamo quindi come procedere.

Primo passaggio scontato: andiamo nella gioielleria e clicchiamo sul Jeweler. Vedremo apparire questa finestra:

Stake token DeFi Kingdoms Jeweler

Nell’esempio abbiamo in stake 50 token JEWEL. Possiamo notare il tasso di cambio (1 xJEWEL = 1.818 JEWEL) e l’ammontare di xJEWEL in nostro possesso.

Dal riquadro in alto a destra, clicchiamo su Deposit. Si aprirà una piccola finestrella da cui dovremo solo indicare quanti JEWEL desideriamo mettere in stake. Confermiamo, approviamo la transazione e sarà già tutto concluso.

Tramite il pulsante Claim potremo invece reclamare le ricompense, anch’esse ripagate in token JEWEL.

Infine, l’interfaccia che otterremo premendo su Withdraw è identica a quella di deposito, con la grande differenza che preleveremo anziché versare.

Restando nella gioielleria, il Manager ci aiuterà a spostare i locked JEWEL a un altro wallet. Basta inserire l’address e confermare ma attenzione: si tratta di una procedura irreversibile.

Vedremo poi un personaggio con una vignetta “!”: è un semplice box info che rimanda alla documentazione in caso di bisogno.

Concludendo, da Charity si possono visualizzare le iniziative benefiche in corso, nonché prenderne parte.

Jeweler: stake token di DeFi Kingdoms

Meditation circle DFK

Il Meditation Circle è la sezione dove un eroe può aumentare di livello, purché l’esperienza (XP, visibile nella scheda del personaggio) sia sufficiente.

Inoltre, utilizzando gli Attunement Crystals aumenta la probabilità di riuscire a migliorare una specifica statistica.

Dovremmo avere tutti gli interessi a far crescere i personaggi.
Prima di tutto, essendo degli NFT e potendo venderli, il loro valore aumenta.
In aggiunta, sarà più semplice concludere positivamente le quest, riuscendo così a guadagnare più risorse, utili per svilupparsi ulteriormente.

I dettagli sulle meccaniche dietro all’aumento di livello sono visibili in questa pagina dedicata al Meditation Circle.

Docks e mappa Crystalvale

Eccoci alle banchine (docks) da cui potremo salpare verso Crystalvale… e non solo!

Partiamo però dalla funzione Travel to Crystalvale: selezionandola cambieremo la blockchain in utilizzo, spostandoci su Avalanche. Infatti, come dicevamo inizialmente, Crystalvale è la versione “avalanchiana” di Serendale, operativa invece su Harmony.

Dockmaster Maria, così si chiama il personaggio che troveremo nel porto, non è lì solo per aiutarci in questo passaggio, anzi, le funzioni sono numerose.

Prima di tutto troveremo un pulsante tramite cui avviare la procedura di acquisto della coin ONE sulla piattaforma Ramp. Attenzione però alle eventuali fee, così come alle procedure di KYC e ai consensi che dovremo fornire. Il servizio è conosciuto e serio ma meglio “perdere” qualche minuto in più per informarsi adeguatamente.

Troveremo poi due bridge crypto.

Uno è dedicato ai token e permette all’utente di spostare asset tra Harmony, DFK Chain e Avalanche. L’altro è un bridge NFT che consente di trasferire gli eroi da un luogo all’altro, o meglio, da una blockchain all’altra. L’iter è molto facile e identico ad altre realtà:

  • Indicheremo asset da spostare, chain di provenienza e destinazione.
  • Dovremo poi approvare gli smart contract di token o NFT.
  • Forniremo le opportune conferme e approveremo le transazioni nel wallet.

Attenzione alle fee: oltre al gas (da pagare sia sul network di partenza che su quello di arrivo) è prevista una commissione in token JEWEL.

Dockmaster Maria fornisce anche due link a bridge esterni: uno è Harmony Bridge, l’altro il famoso Multichain.

Docks e mappa Crystalvale

Conclusioni su DeFi Kingdoms

Wow, è stato davvero un lungo viaggio ma non illuderti: devi ancora scoprire tutto, questa era solo un’infarinatura.

DeFi Kingdoms si conferma un progetto ambizioso, ricco di meccaniche, intrecci e possibilità.

Il comune investitore può utilizzare il portale senza badare al lato gaming, concentrandosi sui solitamente ottimi APR.

Chi invece andasse oltre, beh, avrebbe davanti tante ore di gioco e interazione.

Crediamo comunque che tutti quelli che entrano in DFK lo facciano per un fine economico. Ecco perché occorre trovare il giusto equilibrio tra spesa e investimento: farsi prendere la mano è un attimo, così come sborsare cifre ingenti in eroi, materiali, lacrime di Gaia e via dicendo.

DeFi, NFT e metaverso si fondono dando vita a una realtà complessa, interessante e tutta da studiare

DeFi Kingdoms sarà uno dei protagonisti del futuro? Non abbiamo la risposta ma le carte sono quasi tutte in regola.

Vuoi condividere la tua esperienza con DFK? Scrivici sui nostri canali social, ti aspettiamo!


bitcoin
Bitcoin (BTC) $ 19,100.94
ethereum
Ethereum (ETH) $ 1,344.22
tether
Tether (USDT) $ 1.00
usd-coin
USD Coin (USDC) $ 1.00
bnb
BNB (BNB) $ 280.50
xrp
XRP (XRP) $ 0.477269
binance-usd
Binance USD (BUSD) $ 1.00
cardano
Cardano (ADA) $ 0.462119
solana
Solana (SOL) $ 33.79
dogecoin
Dogecoin (DOGE) $ 0.065916
polkadot
Polkadot (DOT) $ 6.45
shiba-inu
Shiba Inu (SHIB) $ 0.000012
dai
Dai (DAI) $ 1.00
staked-ether
Lido Staked Ether (STETH) $ 1,337.51
matic-network
Polygon (MATIC) $ 0.771941
tron
TRON (TRX) $ 0.060333
avalanche-2
Avalanche (AVAX) $ 17.90
wrapped-bitcoin
Wrapped Bitcoin (WBTC) $ 19,099.12
uniswap
Uniswap (UNI) $ 5.87
cosmos
Cosmos Hub (ATOM) $ 13.93
leo-token
LEO Token (LEO) $ 4.25
ethereum-classic
Ethereum Classic (ETC) $ 28.82
litecoin
Litecoin (LTC) $ 54.99
okb
OKB (OKB) $ 15.17
chainlink
Chainlink (LINK) $ 7.65
ftx-token
FTX (FTT) $ 24.03
stellar
Stellar (XLM) $ 0.120345
near
NEAR Protocol (NEAR) $ 3.83
crypto-com-chain
Cronos (CRO) $ 0.119432
algorand
Algorand (ALGO) $ 0.373924
monero
Monero (XMR) $ 142.71
bitcoin-cash
Bitcoin Cash (BCH) $ 120.35
flow
Flow (FLOW) $ 1.71
apecoin
ApeCoin (APE) $ 5.60
terra-luna
Terra Luna Classic (LUNC) $ 0.000245
vechain
VeChain (VET) $ 0.023366
filecoin
Filecoin (FIL) $ 5.74
chain-2
Chain (XCN) $ 0.077599
internet-computer
Internet Computer (ICP) $ 6.13
quant-network
Quant (QNT) $ 119.21
hedera-hashgraph
Hedera (HBAR) $ 0.062576
chiliz
Chiliz (CHZ) $ 0.259918
tezos
Tezos (XTZ) $ 1.53
the-sandbox
The Sandbox (SAND) $ 0.908755
frax
Frax (FRAX) $ 0.998112
decentraland
Decentraland (MANA) $ 0.724517
eos
EOS (EOS) $ 1.23
axie-infinity
Axie Infinity (AXS) $ 13.11
theta-token
Theta Network (THETA) $ 1.12
elrond-erd-2
Elrond (EGLD) $ 48.52